Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus braccianti agricoli 2021: ritardi e proroga in arrivo?

Bonus braccianti agricoli 2021: ritardi e proroga in arrivo?

Bonus braccianti agricoli 2021: slitta il termine ultimo per la presentazione della domanda e aumenta l'importo? Scopri le importanti novità sulla proroga.

di Guglielmo Sano

Giugno 2021

Bonus braccianti agricoli 2021: a breve dovrebbero arrivare delle importanti novità per questa categoria di lavoratori.

In primis verrà dato più tempo per richiedere l’indennità Covid (chiaramente ciò comporterà in parallelo uno slittamento dei pagamenti). Potrebbe, inoltre essere anche aumentato l’importo dell’indennizzo, ad oggi fissato a 800 euro.

Diamo uno sguardo alle ultime notizie (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus braccianti agricoli 2021: proroga domande in arrivo

Bonus braccianti agricoli 2021: sembra destinato a slittare il termine ultimo per la presentazione della domanda di indennità Covid per i braccianti agricoli.

Secondo quanto stabilito dal Decreto Sostegni Bis, il Bonus di 800 euro destinato alla categoria potrà essere richiesto direttamente all’Inps (si attende ancora il licenziamento della circolare necessaria per avviare la fase di richiesta tramite apposito servizio web) entro il 30 giugno 2021.

D’altra parte, l’ente è fortemente impegnato sul fronte delle erogazioni tra Rem, Bonus 1600 euro, pensioni e incentivi: per questo motivo pare ormai certa la proroga della scadenza per richiedere il Bonus agricoli al 31 luglio 2021.

Non dovrebbe cambiare nulla, invece, per quanto riguarda i requisiti necessari per avere diritto all’indennità Covid riservata alla categoria:

Bonus braccianti agricoli 2021: aumenta l’importo?

Bonus braccianti agricoli 2021: lo slittamento del termine per la presentazione delle domande – da fine giugno a fine luglio 2021 – dovrebbe riguardare anche il Bonus dedicato ai pescatori autonomi.

Detto ciò, potrebbero arrivare a breve anche delle buone notizie rispetto all’erogazione di entrambe le indennità Covid.

Infatti, nel processo di conversione in legge che attende il Decreto Sostegni Bis, via emendamento, l’importo degli indennizzi potrebbe essere incrementato.

Secondo le ultime indiscrezioni che circolano, alla fine, i beneficiari potrebbero ricevere 1.200 euro e non 800 euro una tantum nel caso degli agricoli e 950 euro nel caso dei pescatori autonomi.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp