Bonus caregiver, Legge 104 e indennità disabili 2021

Tutte le ultime novità sul nuovo bonus caregiver introdotto nella Legge di Bilancio 2021 e su modifiche e conferme Legge 104: dalle detrazioni Irpef al diritto al lavoro agile. Una panoramica su quello che ci aspetta per il 2021.

Bonus caregiver, Legge 104 e indennità disabili 2021
Bonus caregiver per mamme disoccupate, tutto quello che c'è da sapere e le ultime novità sulla Legge 104 e sulle detrazioni Irpef.
5' di lettura

Quest’anno la Legge di Bilancio 2021 ha confermato diverse agevolazioni per persone affette da disabilità e per chi se ne prende cura (bonus caregiver), ne ha però annullate e modificate altre.

Faremo una panoramica su tutte le agevolazioni e i bonus attualmente a disposizione dei cittadini, ma prima è doveroso un approfondimento sui vari bonus caregiver e sul futuro delle norme. (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

Indice

Bonus caregiver per mamme disoccupate

Nella Legge di Bilancio 2021 c’è una novità: un bonus caregiver per le mamme disoccupate o monoreddito. A normare la nuova indennità è il comma 365 dell’articolo 1, che recita:

«Alle madri disoccupate o monoreddito facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento, è concesso un contributo mensile nella misura massima di 500 euro netti, per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023».

In sintesi, quindi: fino al 2023 ci sarà un bonus caregiver per le mamme disoccupate o che sono le uniche a lavorare in famiglia. La somma data sarà fino a 500 euro netti al mese. Per poter accedere al bonus caregiver mamme disoccupate il figlio a carico dovrà avere una disabilità di almeno il 60%. (Legge 104, nuovi permessi e agevolazioni)

Bonus caregiver mamme disoccupate, quanti dubbi

Purtroppo, ci sono numerosi vuoti normativi, che dovranno essere colmati per legge entro fine febbraio. Un esempio è proprio il passaggio relativo alla quota da assegnare.

Se infatti il bonus caregiver fosse «un contributo mensile nella misura massima di 500 euro netti» ci saranno probabilmente degli scaglioni e qualcuno che prenderà di meno. Non si sa però secondo quale criterio sarà fatta la divisione, probabilmente in base all’ISEE. (Leggi 104, cosa cambia col Covid)

Inoltre, non è chiaro perché possano usufruire del bonus caregiver solo le mamme e non anche i padri o i fratelli e le sorelle di persone non autosufficienti.

Infine, suona strano il limite della disabilità al 60% per i minori a cui, notoriamente, non viene riconosciuta una percentuale di disabilità (eccetto in alcuni casi specifici). Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi.

Bonus caregiver e Legge 104

La Legge 104 del 1992 è stata introdotta per garantire un adeguato livello di dignità e integrazione a persone affette da disabilità e alle loro famiglie.

Ci sono alcune novità legate alla 104, ad esempio quella introdotta dalla Legge 126/2020 che permette ai genitori di persone affette da invalidità grave di svolgere la propria attività lavorativa in smart working. A definire la norma è l’articolo 21-ter:

«Fino al 30 giugno 2021, i genitori lavoratori dipendenti privati che hanno almeno un figlio in condizioni di disabilità grave riconosciuta ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore non lavoratore e che l’attività lavorativa non richieda necessariamente la presenza fisica, hanno diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile anche in assenza degli accordi individuali […]».

bonus caregiver legge 104 lavoro agile
Bonus caregiver e lavoro agile, l’articolo 21 della Legge 126/202.

Bonus caregiver, detrazione Irpef

I famigliari con a carica una persona con disabilità possono anche accedere alla detrazione Irpef al 19% per ogni spesa utile all’assistenza del congiunto non autosufficiente.

La spesa massima rimborsabile è di 2100 euro, si possono quindi ottenere fino a 399 euro. (Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Per accedere alla detrazione si deve avere un reddito famigliare complessivo inferiore a 40mila euro.

Legge 104, non solo bonus caregiver

Oltre ai bonus caregiver è importante sottolineare anche che non è stato confermato il prolungamento dei 12 giorni di permessi introdotti a marzo 2020.

Inoltre, con il Messaggio n°93 del 13 gennaio INPS ha precisato che, dopo la scadenza del verbale per handicap e prima della conclusione dell’iter sanitario di revisione, i lavoratori che presentano per la prima volta la domanda avranno pare provvisorio positivo.

Quando arriverà la conferma della disabilità grave la domanda sarà avvolta con decorrenza dalla data di presentazione. Se invece la disabilità grave non dovesse essere confermata, allora si procederà al recupero del beneficio ingiustamente fruito.

Se vuoi conoscere tutte le altre indennità e agevolazioni dedicate a persone affette da disabilità leggi questo articolo. Troverai anche la tabella con la variazione di tutte le indennità e gli importi per il 2021.

Se ti è piaciuto questo articolo sui bonus caregiver, potrebbero interessarti:


Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie