Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus casa: tutti gli incentivi contro il caro bollette

Bonus casa: tutti gli incentivi contro il caro bollette

Bonus casa: tutti gli incentivi contro il caro bollette e per realizzare a costo zero o con forti sconti impianti solare, fotovoltaici e anche il mini eolico.

di The Wam

Maggio 2022

Bonus casa: tutti gli incentivi contro il caro bollette messi a disposizione del governo per fronteggiare i rincari di lunga durata dell’energia. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Una serie di bonus, tariffe incentivanti, semplificazioni: tutte misure che se utilizzate con attenzione possono consentire di arginare il costo ormai proibitivo del gas e della corrente elettrica.

Vediamo i bonus casa già in vigore che possono essere utili allo scopo.

Bonus casa energia: Superbonus

Per installare pannelli solari e fotovoltaici (i primi producono calore i secondi energia elettrica) a costo zero, c’è il Superbonus. Per utilizzarlo la realizzazione degli impianti a energia rinnovabile devono però essere associati a un intervento di riqualificazione.

Scopri la pagina dedicata ai prestiti e ai mutui più convenienti.

Così si potrà ottenere il rimborso del 110% sulla spesa sostenuta (sotto forma di detrazione, sconto in fattura o di credito d’imposta).

Pannellis solari obbligatori: ecco il piano da 300 miliardi

Il risparmio sulla bolletta sarebbe importante, soprattutto con gli attuali prezzi del gas (che non sembra destinato a scendere).

Questa misura può essere utilizzata da condomini, edifici plurifamiliari e monovillette.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus casa energia: ristrutturazione

Si può attivare anche il bonus ristrutturazione. In questo caso la spesa per l’installazione dei pannelli solari non può essere superiore a 96mila euro. La detrazione vale il 50% e si recupera con quote annuali dello stesso importo distribuite nell’arco di 10 anni.

Bonus casa energia: Ecobonus

La terza strada per facilitare e incentivare il risparmio energetico è offerta dall’Ecobonus, che consente di ottenere una detrazione sulle spese sostenute per installare le pompe di calore ad alta efficienza energetica, microgeneratori o collettori solari termici.

Pannelli solari obbligatori, ecco quando e per chi

I lavori sono agevolati al 65%. Oltre alla detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi si può scegliere anche lo sconto in fattura applicato dall’azienda che si occupa dei lavori. C’è anche la possibilità di cedere il credito.

Bonus casa energia: minieolico

C’è anche un’altra agevolazione, riguarda sempre la produzione di energia rinnovabile, ma questa volta niente pannelli solari o fotovoltaici: è il kit mini eolico.

Questa agevolazioni offre due possibili scelte:

l’installazione di una piccola turbinan che esprime una potenza pari 100 kW, può produrre energia sfruttando il vento. Il costo è di circa 2mila euro, oltre alle spese di installazione e manodopera;

la seconda soluzione è più economica e consente l’installazione di un aerogeneratore con una potenza che oscilla tra 1 e 6 kw. I costi in questo caso sono notevolmente inferiori (200 euro), ma ovviamente anche la produzione di energia è piuttosto ridotta.

Bonus casa energia: semplificazioni

Bisogna anche ricordare che con il decreto Energia, approvato in Senato il 21 aprile, il governo ha disposto una serie di importanti semplificazioni.

Pannelli solari sul tetto: niente autorizzazione, come fare

Ad esempio, per installare pannelli solari sulle strutture edilizie (ma possono anche essere esterni allo stabile) non sarà necessario chiedere dei permessi, delle autorizzazioni o attendere degli atti amministrativi. Saranno tutti ritenuti dei semplici interventi di manutenzione ordinaria.

Per gli impianti fotovoltaici a terra (fino a un megawatt di potenza) sarà sufficiente la Dila (dichiarazione di inizio lavori asseverata), che coprirà anche tutte le opere connesse alla costruzione degli impianti.

Con la Dila sarà anche possibile effettuare modifiche per aumentare la potenza o incrementare l’area utilizzata.

Si potrà anche fare a meno delle autorizzazioni che sono previste dai beni culturali e del paesaggio. Con l’esclusione ovviamente di quelle zone che ricadono in determinati vincoli che in realtà non sono molte.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp