Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus casa, si cambia ancora: torna lo sconto in fattura

Bonus casa, si cambia ancora: torna lo sconto in fattura

Bonus casa 2021: torna lo sconto in fattura e la cessione del credito anche per sismabonus, bonus facciate, bonus ristrutturazioni ma solo col visto di conformità.

di The Wam

Novembre 2021

Bonus casa, si cambia ancora: tornano sconto in fattura e cessione del credito (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

La nuova versione del disegno di Manovra Finanziaria 2021 contiene la proroga della cessione del credito e dello sconto in fattura per i bonus casa.

Non solo superbonus 110% quindi, le due possibilità saranno valide anche per gli altri bonus edilizi.

La proroga è però differenziata e ci sono alcune particolarità da tenere presenti se si vuole approfittare dei bonus casa anche nei prossimi anni.

In questo articolo spiegheremo le ultime novità contenute nel progetto di legge.

Bonus casa, proroga per cessione del credito e sconto in fattura

Sconto in fattura e cessione del credito sono confermate per tutti i bonus edilizi (sismabonus, bonus facciate, detrazione per l’installazione di pannelli fotovoltaici e bonus ristrutturazioni), escluso il Superbonus 110%, anche per le spese sostenute nel 2022, 2023 e 2024.

Le spese sostenute con il Superbonus 110% invece sono valide fino al 2025.

Per quanto riguarda il bonus ristrutturazioni, ossia la detrazione Irpef del 50%, saranno consentite operazioni con cessione del credito e sconto in fattura solo per interventi di:

Un passo indietro della Politica quindi, che in un primo momento aveva prorogato, durante il Consiglio dei Ministri del 28 ottobre, le due opzioni solo per il Superbonus 110%.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Bonus casa e decreto anti-frodi: stretta sui controlli

Il successo dei vari bonus casa ha portato all’emanazione del «decreto anti-frodi», in vigore da ieri, 12 novembre.

Alcune aziende, infatti, hanno aggirato alcuni controlli e certificazioni, altre ancora hanno improvvisamente avuto commesse dopo mesi di inattività, altre ancora non hanno rispettato i tempi previsti per ottenere le agevolazioni.

I controlli di concentreranno maggiormente sulle opzioni di cessione del credito e sconto in fattura, con particolare attenzione sul «visto di conformità».

Il visto infatti sarà obbligatorio per tutti i bonus casa e non solo per il Superbonus 110%, come è stato fino a poco tempo fa.

Bonus casa, si cambia ancora: torna lo sconto in fattura
Bonus casa, si cambia ancora: torna lo sconto in fattura

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp