Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Bonus condizionatori senza ristrutturazione: è possibile?

Bonus condizionatori senza ristrutturazione: è possibile?

Bonus condizionatori senza ristrutturazione? Una panoramica sulle condizioni necessarie per usufruire dell'agevolazione fiscale.

di Guglielmo Sano

Maggio 2021

Bonus condizionatori senza ristrutturazione: è possibile?

Facciamo una panoramica sull’agevolazione fiscale prevista per l’acquisto di apparecchi di climatizzazione con un miglior rendimento sul fronte del risparmio energetico (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

INDICE:

Fino a quanto sarà possibile ottenere una detrazione fiscale? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Bonus condizionatori: in cosa consiste?

Fino al 31 dicembre 2021 sarà possibile ottenere una detrazione fiscale di percentuale compresa tra il 50% e il 65% sull’acquisto di una pompa di calore di classe energetica elevata.

Lo sconto è riservato a chi acquista un climatizzatore, una pompa di calore o un deumidificatore a basso consumo energetico. Di seguito uno schema veloce sul funzionamento dell’agevolazione:

Bonus condizionatori senza ristrutturazione?

Bonus condizionatori senza ristrutturazione? La risposta a questa domanda è affermativa. L’agevolazione fiscale non ha bisogno di essere inserita all’interno di un lavoro “trainante”, cioè una ristrutturazione o altro intervento specifico.

Il Bonus condizionatori allora si potrà sfruttare (anche sotto forma di cessione del credito di imposta a soggetti terzi), al di là di una ristrutturazione edilizia, se si rispettano alcuni requisiti:

Potrebbe interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp