Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus cultura 2023 per merito e reddito: chi viene escluso?

Bonus cultura 2023 per merito e reddito: chi viene escluso?

Bonus cultura 2023 per merito e reddito. Scopri chi viene escluso dalla riforma del sussidio voluta dal governo Meloni.

di Antonio Dello Iaco

Dicembre 2022

Bonus cultura 2023 per merito e reddito. Scopriamo insieme in questo articolo chi verrà escluso con la nuova misura varata dal governo Meloni (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo nel dettaglio anche come ha funzionato finora l’incentivo che era stato introdotto dal governo guidato da Matteo Renzi.

Indice:

Bonus cultura 2023 per merito e reddito: chi viene escluso?

Negli ultimi giorni uno dei temi più caldi su cui si è discussa la legge di bilancio è stato il Bonus cultura. Alcuni esponenti della maggioranza che sostiene il governo Meloni infatti, ha intenzione di eliminarlo.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

L’esecutivo di centrodestra ha deciso di rimodulare il sussidio, dopo le tante polemiche dell’opposizione partite in primis da Matteo Renzi, il quale ha anche avviato una raccolta firme contro l’abolizione della misura (raggiungendo 20mila firme in 48 ore).

In particolare, a partire dal 2023, il Bonus cultura 2023 sarà destinato a coloro che hanno un reddito inferiore ai 35mila euro oppure che hanno raggiunto il voto minimo di 100 su 100 e lode all’esame di maturità.

Dal beneficio dell’incentivo quindi, verranno esclusi i tanti neodiciottenni con un reddito Isee più alto rispetto al limite fissato dal governo e coloro che non hanno un voto conseguito un voto eccellente all’esame.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus cultura 2023 per merito e reddito

Bonus cultura 2023 per merito e reddito: se rispetto entrambi i requisiti?

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, il Bonus cultura 2023 funzionerà in base al rispetto di almeno uno dei due requisiti principali (Isee sotto i 35mila euro oppure voto di 100 alla maturità). Ma cosa succede se un neodiciottenne rispetta entrambi i parametri?

A rispondere a questo quesito è stato il presidente della commissione cultura della Camera del Deputati, Federico Mollicone che ha dichiarato: «Sulla cultura il centrodestra non lascia ma raddoppia».

Come ha sintetizzato l’esponente di Fratelli d’Italia infatti, il rispetto dei due requisiti portano al raddoppio dell’incentivo. Quindi, facendo un esempio pratico, uno studente o una studentessa con un reddito sotto i 35mila euro e con un voto di maturità di 100, avrà diritto a un Bonus cultura da 1000 euro.

Per questa misura nel 2023 saranno disponibili 190 milioni di euro. Questa quota di fondi è molto simile a quella impiegata negli anni scorsi dagli altri governi.

Bonus cultura 2023 per merito e reddito: chi viene escluso?
Foto di una banconota da 500 euro pari al valore del nuovo Bonus cultura 2023 per merito

Bonus cultura 2023 per merito e reddito: come funzionava negli altri anni?

Il Bonus cultura 2023 per merito e reddito non ha sempre funzionato così. Il sussidio, voluto dal governo Renzi infatti, era messo a disposizione di tutti i neodiciottenni.

Così è stato a partire dal 2016 quando l’agevolazione da 500 euro è partita per i giovani che avevano compiuto 18 anni nel 1996. Quell’anno gli utenti registrati per usufruire del Bonus cultura sono stati 356.274 mentre i soldi investiti oltre 162 milioni di euro.

Quest’anno invece il numero dei cittadini che hanno scelto di sfruttare questo sussidio è stato di 441.599 con una spesa di oltre 153 milioni di euro (la quota dei soldi spesi è in fase di aggiornamento in quanto i beneficiari possono spendere il voucher da 500 euro fino al 28 febbraio 2023 ndr).

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp