Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus donne 2024: quali sono e come averli

Bonus donne 2024: quali sono e come averli

Come funzionano i Bonus donne 2024? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Marzo 2024

In questo articolo vedremo quali sono i Bonus donne 2024, pronti per essere richiesti (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Tabella dei Bonus donne 2024

La tabella seguente offre un riassunto delle caratteristiche chiave dei principali incentivi per le donne nel 2024.

Bonus / AgevolazioneDestinatariRequisitiImportoModalità di Richiesta
Bonus donne lavoratriciMadri lavoratriciAvere almeno 2 figliEliminazione dei contributi IVS per madri lavoratrici
Assegno UnicoFamiglie con figli a caricoFigli a carico disabili o con meno di 21 anniVariabile in base all’ISEE e alla composizione del nucleoSito dell’INPS
Carta acquistiFamiglie con figli < 3 anniISEE ≤ 8.052,75 euro80 euro ogni 2 mesiCompilazione modulo all’ufficio postale
Assegno di inclusioneI nuclei con all’interno almeno un membro minore, disabile, over 60 o preso in carica dai servizi socialiISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoniVariabile in base al reddito e alla composizione del nucleo familiareSito dell’INPS
Bonus asilo nidoI nuclei con figli in età da nidonessunoda 3.600 a 1.500 euroSito dell’INPS
Bonus mamme disoccupateneomamme non lavoratriciISEE ≤ 19.185,13 euro1.917,30 euroAl Comune di residenza
Tutti i Bonus donne 2024: la tabella

Come funzionano i Bonus donne 2024

Bonus donne lavoratrici

Da 2024 a 2026 è prevista l’abolizione totale dei contributi IVS, entro il limite massimo di 3.000 euro all’anno, per le lavoratrici assunte a tempo indeterminato che hanno almeno 3 figli, fino a quando il figlio più giovane non compie il 18° anno di età.

Come misura sperimentale per il solo anno 2024, questo beneficio viene esteso anche alle madri di 2 figli, fino al raggiungimento del 10° anno di età del figlio più piccolo. Tuttavia, queste esenzioni dai contributi non sono valide per i contratti di lavoro domestico.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Assegno Unico

Nel 2024 l’Assegno Unico si conferma il principale sostegno per le famiglie italiane, erogando un contributo mensile ai nuclei con figli a carico, se disabili o sotto i 21 anni.

L’importo dell’assegno è determinato dall’ISEE familiare e dalla sua composizione. Le famiglie con un ISEE fino a 17.090,61 euro ricevono 199,5 euro mensili per ogni figlio minore, mentre quelle con un ISEE oltre 45.574,96 euro ottengono 57,0 euro per figlio. Vi sono incrementi previsti per le famiglie con molti figli o con neonati sotto l’anno di età.

Per inoltrare la domanda per l’Assegno Unico è necessario visitare il sito dell’INPS e utilizzare metodi di autenticazione come SPID, CIE o CNS. Per chi cerca una spiegazione passo dopo passo su come procedere, esiste un articolo specifico che illustra il processo di richiesta dell’Assegno Unico.

bonus-donne-2024-INPS
In foto, lo screen della pagina dell’Assegno Unico sul sito dell’INPS.

Carta Acquisti

La Carta Acquisti è una carta prepagata fornita da Poste Italiane, ricaricata con 80 euro ogni due mesi. Questo beneficio è destinato a:

L’accesso a questa carta richiede un ISEE non superiore a 8.052,75 euro. Per approfondire i criteri di reddito e patrimonio richiesti, è possibile consultare il nostro articolo sulla Carta Acquisti.

Per richiede la carta è necessario compilare il modulo di domanda disponibile presso gli uffici postali.

Assegno di inclusione

A partire dal 2024 l’Assegno di inclusione è diventato il successore del Reddito di cittadinanza, mirando a sostenere specifiche categorie di nuclei familiari. Questo aiuto è rivolto in particolare alle famiglie che includono almeno un membro disabile, un minore, una persona anziana oltre i sessanta anni o individui presi in carico dall’assistenza sociale.

Per accedere all’Assegno di inclusione le famiglie devono rispettare determinati requisiti legati all’ISEE, al reddito e alla situazione patrimoniale. Dettagli su questi criteri sono disponibili nell’articolo che espone i requisiti per l’Assegno di inclusione.

L’intento dell’Assegno di inclusione è di integrare il reddito delle famiglie beneficiarie, con l’obiettivo di garantire un reddito annuo complessivo non inferiore a 6.000 euro. Per informazioni dettagliate sul calcolo delle somme erogabili, è possibile consultare l’articolo sugli importi dell’Assegno di inclusione.

Bonus asilo nido

Il Bonus asilo nido rappresenta un sostegno economico fornito dall’INPS per aiutare le famiglie con bambini sotto i 3 anni. Questo aiuto rimborsa le spese per l’iscrizione e la frequenza agli asili nido. Alternativamente, per i bambini che non possono frequentare l’asilo a causa di patologie croniche, il bonus può essere utilizzato per coprire i costi di assistenza domiciliare.

L’idoneità al Bonus nido non dipende dai redditi familiari, tuttavia, l’importo rimborsabile annuo varia in base all’ISEE, oscillando tra 1.500 e 3.600 euro. Le famiglie con un ISEE più basso possono accedere a un rimborso maggiore.

Le domande per il Bonus nido possono essere presentate online attraverso il sito dell’INPS, utilizzando credenziali come SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Un articolo che guida alla procedura di richiesta per il Bonus asilo nido è disponibile per facilitare il processo.

Bonus mamme disoccupate

Il Bonus mamme disoccupate, noto anche come Assegno di maternità dei Comuni, è un supporto finanziario fornito dall’INPS e amministrato localmente dai Comuni, che stabiliscono le proprie procedure di domanda. Questo contributo, versato in un’unica soluzione, per l’anno 2024 è pari a 2.020,85 euro.

Destinato alle madri disoccupate, il bonus richiede che la domanda sia presentata entro i primi sei mesi dalla nascita del bambino e che l’ISEE familiare non superi i 19.185,13 euro. L’obiettivo è fornire supporto alle madri non lavoratrici, che non hanno diritto al congedo di maternità.

Per ulteriori dettagli su questo bonus, si consiglia la consultazione dell’articolo sul Bonus mamme disoccupate, che fornisce informazioni approfondite su idoneità e modalità di richiesta.

FAQ: Domande frequenti sui Bonus donne 2024

Quali sono i Bonus donne 2024 per la spesa?

Tra i Bonus 2024 per bambini la Carta acquisti rappresenta un contributo economico mensile finalizzato alla spesa quotidiana.

Quali documenti o informazioni sono necessari per richiedere i Bonus donne 2024?

I documenti o le informazioni necessari per richiedere i bonus dipendono dalle specifiche richieste di ciascuna agevolazione. Potrebbe essere richiesto di fornire documenti come attestazione ISEE, dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti specifici. È importante leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus per conoscere i documenti o le informazioni necessari per la richiesta.

Qual è la scadenza per richiedere i Bonus donne 2024?

La scadenza per richiedere i Bonus 2024 per le donne può variare a seconda del bonus stesso. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza specifica, mentre altri potrebbero avere un periodo di richiesta più esteso. È consigliabile verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus specifici presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp