Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Risparmio e Investimenti / Bonus edilizi 2023: tabelle con importi e scadenze

Bonus edilizi 2023: tabelle con importi e scadenze

La guida completa ai Bonus edilizi 2023: ecco tutte le agevolazioni rinnovate quest'anno.

di Alda Moleti

Gennaio 2023

Ecco la guida completa ai Bonus edilizi 2023, con tutte le informazioni aggiornate (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus edilizi 2023: Superbonus

Il Superbonus sopravvive al 2023, ma con importi e detrazioni diverse rispetto agli anni precedenti. Qui di seguito, per facilità di consultazione, ecco una tabella che descrive tutte le informazioni aggiornate sulla nuova agevolazione, in base al tipo di edificio.

Scadenze e Importi (Unifamiliari)detrazione al 90% per i lavori iniziati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023  
Scadenze e Importi (Condomini)– detrazione al 90% per i lavori iniziati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023;
– detrazione al 70% per i lavori iniziati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024;
– detrazione al 65% per i lavori iniziati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2025
Requisiti (solo Unifamiliari)– deve essere richiesto per l’abitazione principale (anche non prima casa);
– il richiedente deve avere un reddito annuo di riferimento di massimo 15.000 euro;
– il richiedente deve avere un diritto reale di godimento sull’immobile
Eccezioni per la detrazione al 110% nel 2023 (Unifamiliari)detrazione al 110% fino al 31 marzo 2023, solo per quanti entro il 30 settembre 2022 hanno un SAL al 30%
Eccezioni per la detrazione al 110% nel 2023 (Condomini)detrazione al 110% per il 2023 per gli:
– interventi diversi da quelli effettuati con CILAS presentata entro il 25 novembre 2022;
– interventi effettuati con delibera assembleare adottata entro il 18 novembre 2022 e CILAS presentata entro il 31 dicembre 2022;
– interventi effettuati con delibera assembleare adottata tra il 18 e il 24 novembre 2022 e CILAS presentata entro il 25 novembre 2022;
– interventi di demoricostruzione con istanza presentata entro il 31 dicembre 2022
Lavori trainanti ammessi– interventi di isolamento termico sugli involucri;
– sostituzione degli impianti di climatizzazione;
interventi antisismici
Lavori trainati ammessi– interventi di efficientamento energetico;
– installazione di impianti solari fotovoltaici e sistemi di accumulo;
– infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici;
– interventi di eliminazione delle barriere architettoniche
Detrazione– in 5 anni per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021;
– in 4 anni per le spese sostenute dal 1° gennaio 2022
Sconto e cessione?sconto in fattura e cessione del credito ammessi per per tutti i tipi di edifici
Guida ufficialesul sito dell’Agenzia delle Entrate
Superbonus 2023: scheda riassuntiva

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus edilizi 2023: Bonus casa 50%

Il più stabile ed il più longevo dei bonus edilizi 2023, il Bonus casa 50% ha subito un lungo rinnovo già con la Legge di Bilancio 2022, che ne ha stabilito una proroga almeno fino a fine 2024. Ecco la scheda riassuntiva del Bonus casa 50%, ricordando che l’agevolazione non fa distinzione se a fruirne sono le unifamiliari o i condomini.

Scadenza31 dicembre 2024
Importidetrazione al 50% per tutti i lavori ammessi entro il limite massimo di 96.000 euro
Lavori ammessirestauro e risanamento conservativo;
ristrutturazione edilizia;
manutenzione straordinaria;
manutenzione ordinaria solo se effettuata sulle parti comuni degli edifici condominiali
Detrazionein 10 anni e in 10 quote di uguale importo
Sconto e cessione?cessione del credito e sconto in fattura ammessi
Guida ufficialesul sito dell’Agenzia delle Entrate
Bonus casa 50% 2023: scheda riassuntiva
Bonus-edilizi-2023-ristrutturazione-interni
In Foto un’abitazione in ristrutturazione.

Bonus edilizi 2023: Bonus verde

Il Bonus verde è stato rinnovato fino a fine 2024 ed è dedicato al rinnovo e rifacimento delle aree scoperte. Di seguito, si riporta la scheda riassuntiva.

Scadenza31 dicembre 2024
Importidetrazione al 50% per tutti i lavori ammessi, entro il limite massimo di 5.000 euro
Lavori ammessisistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni;
– impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
– realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili
Detrazionein 10 anni e in 10 quote di uguale importo
Sconto e cessione?cessione del credito e sconto in fattura NON ammessi
Guida ufficialesul sito dell’Agenzia delle Entrate
Bonus verde 2023: scheda riassuntiva

Bonus edilizi 2023: Bonus mobili

Il Bonus mobili viene in genere considerato uno dei Bonus ristrutturazione non per le spese agevolabili, che riguardano l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, ma perché ne ha diritto solo chi ha da poco ristrutturato un immobile. Il bonus ha subito cambiamenti negli ulti anni, perciò ecco la tabella con la normativa aggiornata.

Scadenza31 dicembre 2024
Importidetrazione al 50% entro il limite massimo di:
10.000 euro per le spese sostenute nel 2022;
8.000 euro per le spese sostenute nel 2023;
5.000 euro per le spese sostenute nel 2024
Requisitipuò beneficiarne solo chi ha realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello in cui le spese sono state sostenute
Spese ammessemobili (esclusi i complementi di arredo);
elettrodomestici nuovi (di classe energetica non inferiore alla classe A per i forni; classe E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie; classe F per i frigoriferi e i congelatori)
Detrazionein 10 anni e in 10 quote di uguale importo
Sconto e cessione?cessione del credito e sconto in fattura NON ammessi
Guida ufficialesul sito dell’Agenzia delle Entrate
Bonus mobili 2023: scheda riassuntiva

Bonus edilizi 2023: Bonus barriere architettoniche 75%

Il Bonus barriere architettoniche, introdotto l’anno scorso, permette di avere una detrazione pari al 75% dei costi sostenuti per eventuali spese volte all’abbattimento delle barriere architettoniche e l’automazione della casa. Si riportano i requisiti in dettaglio.

Scadenza31 dicembre 2025
Importidetrazione al 75% entro il limite massimo di:
50.000 euro per gli edifici unifamiliari;
40.000 euro per edifici da 2 a 8 unità immobiliari (da moltiplicarsi per il numero delle unità immobiliari);
30.000 euro per edifici con più di 8 unità immobiliari (da moltiplicarsi per il numero delle unità immobiliari)
Requisitii lavori devono essere iniziati a partire dal 1° gennaio 2022
Lavori ammessi– interventi ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche;
– spese sostenute per ascensori e montacarichi, per elevatori esterni all’abitazione, per la sostituzione di gradini con rampe;
– spese per la realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave
Detrazionein 5 anni e in 5 quote di uguale importo
Sconto e cessione?cessione del credito e sconto in fattura ammessi
Guida ufficialesul sito dell’Agenzia delle Entrate
Bonus barriere architettoniche 2023: scheda riassuntiva

Bonus edilizi 2023: Ecobonus

Dopo la stretta arrivata per il Superbonus 2023, soprattutto per quanto riguarda gli edifici unifamiliari, l’Ecobonus permette ancora a chi non rientra nell’agevolazione maggiore di effettuare interventi di riqualificazione energetica con un finanziamento statale.

Scadenza31 dicembre 2025
Importidetrazione dal 50% al 65%, a seconda del tipo di edificio e del tipo di intervento
Lavori ammessi– la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento e il miglioramento termico dell’edificio;
– l’installazione di pannelli solari;
– la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
– l’acquisto e la posa in opera di schermature solari;
– l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
– l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda o climatizzazione delle unità abitative;
– l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti;
– l’acquisto di generatori d’aria calda a condensazione;
– la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione
Detrazionein 10 anni e in 10 quote di uguale importo
Sconto e cessione?cessione del credito e sconto in fattura ammessi
Guida ufficialesul sito dell’Agenzia delle Entrate
Ecobonus 2023: scheda riassuntiva

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus edilizi 2023: Sisma Bonus

Il Sisma bonus è invece l’agevolazione che, oltre al Superbonus, permette di ottenere un contributo per eseguire lavori per il miglioramento e l’adeguamento sismico degli edifici condominiali e unifamiliari.

Scadenza31 dicembre 2024
Importidetrazione dal 50% all’80%, a seconda del tipo di edificio e del tipo di intervento, ma sempre entro il limite massimo di 96.000 euro
Lavori ammessiadeguamento e miglioramento sismico delle strutture
Detrazionein 5 anni e in 5 quote di uguale importo
Sconto e cessione?cessione del credito e sconto in fattura ammessi
Guida ufficialesul sito dell’Agenzia delle Entrate
Sisma bonus 2023: scheda riassuntiva

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp