Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Salute / Bonus Elettrico per il Disagio Fisico: requisiti e domanda

Bonus Elettrico per il Disagio Fisico: requisiti e domanda

Bonus Elettrico per il Disagio Fisico: è uno sconto che va da un minimo a un massimo sulla spesa di energia elettrica annuale e non dipende dal reddito.

di The Wam

Aprile 2021

Il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico consente di avere uno sconto annuale sulla bolletta dell’energia elettrica. È in vigore dal primo gennaio del 2012. Possono riceverlo le persone affette da una grave malattia o chi ospita malati che hanno bisogno di queste apparecchiature elettromedicali:

Bonus luce e gas 2021 e bonus idrico: come funzioneranno

Bonus idrico 2021 da 1000 euro: a chi spetta

Possono richiederlo tutti, a prescindere dal reddito e dal fornitore di energia elettrica.

Questo tipo di bonus è cumulabile con quelli erogati per il disagio economico, come i bonus luce e gas.

La domanda

Per ottenere il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico è necessario presentare la domanda al comune di residenza della persona alla quale è intestato il contratto per la fornitura elettrica (che quindi può anche non essere il malato grave). Il Comune potrebbe anche designare un altro ente, in questo caso potrebbe anche essere un Caf.

Questi sono i moduli che bisogna presentare per ottenere il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico:

È necessario conoscere alcune informazioni che sono presenti sulla bolletta del fornitore di energia elettrica:

il codice POD (che è identificativo0 del punto di consegna dell’energia)

La potenza impiegata (kWh) o disponibile.

Lo sconto

Il prevede uno sconto in tre fasce: minima, media e massima.

Dipendono da questi fattori:

Questi sono gli sconti previsti per il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico

per contratti fino a 3 kW:

Cliccando qui sarà possibile fare una simulazione per capire a quale fascia si verrà inclusi.

Il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico verrà scontato direttamente sulla bolletta elettrica suddividendolo per tutti i dodici mesi. Un esempio se viene riconosciuto il diritto a uno sconto di 449 euro, verranno detratti dalla bolletta poco più di 37 euro al mese.

La durata del Bonus elettrico

Il Bonus verrà erogato fino a quando saranno utilizzate le apparecchiature elettromedicali. Non sarà quindi necessario presentare nessuna richiesta di rinnovo del bonus.

Richiesta che diventa invece necessaria in caso di aumento dei kWh consumati ogni anno. Cosa che potrebbe accadere se verranno utilizzate altre apparecchiature o se l’utilizzo delle macchine diventa più intenso.

Interruzione del Bonus

Il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico viene interrotto quando le apparecchiature non verranno più utilizzate. I beneficiari dovranno comunicarlo al fornitore di energia elettrica.

Verifica della concessione del Bonus

Per verificare lo stato di avanzamento della richiesta del Bonus è possibile utilizzare una serie di metodi:

Quando la domanda sarà stata approvata verrà concesso il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico, all’interno della bolletta sarà inserita anche la comunicazione.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp