Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Bonus facciate e cappotto termico con sconto al 90%: guida

Bonus facciate e cappotto termico con sconto al 90%: guida

Bonus facciate e cappotto termico: quando serve un intervento di riqualificazione energetica e come usufruire della detrazione fiscale fino al 90%.

di Guglielmo Sano

Maggio 2021

Bonus facciate e cappotto termico: si tratta di uno dei più consistenti incentivi che riguardano gli interventi edilizi, se questi riguardano una superficie molto ampia devono essere incluse anche delle opere di efficientamento energetico per poter fruire della detrazione prevista. Le informazioni fondamentali (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

INDICE:

Bonus facciate e cappotto termico: gli interventi ammessi

Bonus facciate e cappotto termico: l’incentivo è stato introdotto nel 2019. Permette di ottenere una detrazione fiscale fino al 90% per molti interventi sulle facciate degli edifici, condominiali e non solo. Fondamentale, però, che l’edificio oggetto dell’intervento sia posto in zona A (centri storici) o zona B (zone a medio-alta urbanizzazione): non sono previste limitazioni, invece, per quanto riguarda la categoria catastale. Sono inclusi tra gli interventi agevolabili grazie al Bonus facciate:

Da precisare a questo punto che per facciata si intende la parte dell’involucro esterno dell’edificio che rientra nella proprietà condominiale. Dunque, se i lavori coinvolgono una superficie superiore al 10% della superficie totale dell’involucro, all’intervento che ha dato luogo alla detrazione bisognerà associare anche la realizzazione di un cappotto termico a norma di legge (per i requisiti minimi vedi Decreto del 26 giugno 2015). Qui puoi leggere tutti i bonus ristrutturazioni previsti per il 2021.

Chi può fruire della detrazione e fino a quanto

Bonus facciate e cappotto termico: importante sottolineare che l’incentivo non prevede un tetto massimo di spesa. Insomma, la detrazione al 90% si applica alle spese sostenute comprensive di materiali, manodopera, produzione della documentazione energetica e occupazione suolo pubblico. Possono fruirne tutti coloro che possiedono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio anche sotto forma di sconto in fattura o cessione del credito di imposta.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp