Bonus famiglia 2021: ecco cosa succede dal 1 luglio

Bonus famiglia 2021: a partire da luglio comincia una "piccola" rivoluzione per il Welfare con l'entrata in vigore dell'assegno unico. Vediamo insieme di cosa si tratta.

3' di lettura

Bonus famiglia 2021: luglio porterà l’esordio dell’assegno unico figli. L’introduzione della misura, anche se in una versione provvisoria fino a dicembre prossimo, segna l’inizio di un profondo riassetto del sistema di Welfare italiano.

Ecco uno sguardo a cosa dovrebbe cambiare nell’immediato (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus famiglia 2021: cosa succede dal 1° luglio?

Bonus famiglia 2021: dal primo luglio 2021 si potrà richiedere – attraverso un servizio online predisposto sul sito web dell’Inps – l’assegno unico.

Si tratta della misura universale dedicata ai nuclei con figli che, a poco a poco, sostituirà tutti gli strumenti di sostegno – incentivi e detrazioni – tuttora previsti per le famiglie.

L’assegno però, non esordirà nella sua versione definitiva ma in una modalità “ponte” (resterà in vigore fino alla fine dell’anno).

Bonus famiglia 2021: a partire da luglio comincia una "piccola" rivoluzione per il Welfare
Bonus famiglia 2021: a partire da luglio comincia una “piccola” rivoluzione per il Welfare

In pratica, fino al 31 dicembre, ( con la soglia Isee massima di 50mila euro) l’assegno unico sarà riservato esclusivamente ad alcune categorie di beneficiari (sostanzialmente coloro che non possono accedere agli Anf: autonomi, disoccupati e incapienti) e, soltanto, per i figli minorenni.

L’assegno, anche se in modalità transitoria, sarà compatibile con altri sussidi, a partire dal Reddito di cittadinanza (per i percettori di RdC dovrebbe arrivare direttamente con la ricarica mensile). Così i bonus famiglia 2021 vedranno crescere l’importo.

Infine è importante precisare che a chi inoltrerà la domanda entro settembre 2021, spetteranno anche gli arretrati con decorrenza da luglio 2021.  

Bonus famiglia 2021: a che importo potrà arrivare l’assegno?

In linea di massima, l’importo dell’assegno unico dipenderà da diversi fattori come il numero di figli a carico, l’eventuale presenza nel nucleo di figli disabili e la situazione economica della famiglia per come certificata dall’Isee.

Per fare qualche esempio, in base alle stime disponibili al momento i parametri variano così:

  • con un Isee inferiore ai 7mila euro l’importo dell’assegno mensile dovrebbe aggirarsi intorno ai 167 euro per ciascun figlio. Per le famiglie con più di 3 figli e Isee non superiore ai 7mila euro è prevista una maggiorazione del 30 per cento per cui l’importo dovrebbe aggirarsi poco sotto i 220 euro per ciascun figlio.
  • in caso di figli disabili è prevista una maggiorazione che può raggiungere quota 50 per cento: quindi, se l’Isee del nucleo non supera i 7mila euro, l’importo dell’assegno mensile dovrebbe essere di circa 217 euro per figlio, 268 euro al mese per figlio se nel nucleo ci sono 3 o più figli.
  • se la famiglia ha un Isee intorno ai 15mila l’importo dovrebbe essere compreso tra 80 e 100 euro mensili per ciascun figlio
  • se l’Isee supera i 20mila l’importo scende fino a toccare i 50-30 euro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie