Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus famiglia 2024

Bonus famiglia 2024

Ecco la lista dei Bonus famiglia 2024, con un approfondimento di ogni agevolazione.

di Alda Moleti

Gennaio 2024

In questo articolo vedremo quali sono i Bonus famiglia 2024, pronti per essere richiesti (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Tabella dei Bonus famiglia 2024

La tabella qui sotto illustra quali sono le principali caratteristiche dei Bonus famiglia 2024.

Bonus / AgevolazioneDestinatariRequisitiImportoModalità di Richiesta
Assegno UnicoFamiglie con figli a caricoFigli a carico disabili o con meno di 21 anniVariabile in base all’ISEE e alla composizione del nucleoSito dell’INPS
Carta acquistiFamiglie con figli < 3 anniISEE ≤ 7.640,18 euro80 euro ogni 2 mesiCompilazione modulo all’ufficio postale
Carta Dedicata a TeFamiglie con almeno 3 componentiISEE ≤ 15.000 euro382,50Assegnazione automatica
Bonus BolletteTutti (requisiti ISEE specifici)ISEE vari (vedi testo)Variabile in base all’utenza e alla composizione del nucleo familiareAutomatico con ISEE valido e DSU
Assegno di inclusioneI nuclei con all’interno almeno un membro minore, disabile, over 60 o preso in carica dai servizi socialiISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoniVariabile in base al reddito e alla composizione del nucleo familiareSito dell’INPS
Supporto per la formazione e il lavoroI nuclei non idonei a ricevere l’Assegno di inclusioneISEE ≤ 6.000 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoni350 euro al meseSito dell’INPS
Bonus ediliziProprietari di immobili e inquiliniVariabili in base all’agevolazioneVaria in base all’agevolazioneVaria in base all’agevolazione
Tutti i bonus famiglia 2024: la tabella

Bonus famiglia 2024: approfondimento delle agevolazioni

Nel 2024 le famiglie in Italia possono beneficiare di una vasta gamma di agevolazioni e contributi, pensati per supportare vari aspetti della vita quotidiana. Queste misure sono progettate per aiutare le famiglie a far fronte alle spese quotidiane e migliorare la loro qualità di vita. Ecco una sintesi dei più importanti bonus dedicati alle famiglie.

Assegno Unico

Nel 2024 l’Assegno Unico continua a rappresentare un importante sostegno per le famiglie italiane, offrendo un contributo mensile destinato ai nuclei familiari con figli a carico, disabili o che non hanno superato i 21 anni di età.

L’ammontare dell’assegno varia a seconda dell’ISEE del nucleo familiare e della composizione della famiglia. Per le famiglie con un ISEE fino a 16.215 euro, l’importo è di 189,2 euro al mese per ogni figlio minore. Al contrario, per quelle con un ISEE che supera i 43.240 euro, l’assegno scende a 54 euro mensili per figlio. Ci sono anche aumenti specifici per le famiglie numerose o per i figli sotto l’anno di età.

Per una comprensione dettagliata degli importi, si consiglia di consultare le tabelle in formato PDF contenute nell’articolo sulle fasce ISEE dell’Assegno Unico.

Per richiedere l’Assegno Unico è possibile presentare domanda tramite il sito dell’INPS, utilizzando sistemi di identificazione come SPID, CIE o CNS. Per ulteriori dettagli sulla procedura di domanda, è disponibile una guida dedicata all’Assegno Unico.

Bonus-famiglia-2024-INPS
In foto, lo screen della pagina dell’Assegno Unico sul sito dell’INPS.

Carta acquisti

La Carta acquisti è un importante strumento di sostegno finanziario riservato a determinate categorie di famiglie e individui. È una carta prepagata che viene ricaricata ogni due mesi con 80 euro e si indirizza principalmente a due gruppi:

Per essere considerati idonei a ricevere la Carta acquisti è necessario avere un ISEE inferiore a 7.640,18 euro.

Ulteriori dettagli sui requisiti specifici di reddito e patrimonio, fondamentali per accedere a questo aiuto, sono forniti nell’articolo dedicato alla Carta acquisti. Queste informazioni includono criteri di ammissibilità dettagliati e sono essenziali per comprendere come qualificarsi per ricevere il sostegno.

Per richiedere la Carta acquisti, è necessario compilare il modulo di richiesta, che si può trovare presso gli uffici postali locali.

Carta Dedicata a Te

La Carta Dedicata a Te è stata nuovamente confermata nel 2024 come misura di supporto per i nuclei familiari con un ISEE fino a 15.000 euro. Questa iniziativa è stata ideata per aiutare le famiglie in difficoltà economica, fornendo loro un mezzo per affrontare le spese quotidiane.

L’importo caricato sulla Carta Dedicata a Te può essere utilizzato per diversi scopi:

La selezione dei beneficiari della Carta Dedicata a Te avviene automaticamente. L’INPS e i Comuni individuano i beneficiari analizzando i dati ISEE disponibili, senza che sia necessaria una richiesta esplicita da parte dei cittadini.

I nuovi beneficiari riceveranno una comunicazione dal proprio Comune di residenza, che li informerà sulla disponibilità della loro Carta Dedicata a Te. Con questa comunicazione alla mano, dovranno poi recarsi presso l’ufficio postale per ritirare la carta.

Per approfondire le modalità di utilizzo della carta e per comprendere meglio il funzionamento del programma, è possibile consultare l’articolo dedicato alla Carta Dedicata a Te, che fornisce tutte le informazioni necessarie.

Bonus bollette

Il Bonus bollette resterà in vigore nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2024. Questo bonus è progettato per alleggerire i costi delle bollette di acqua, elettricità e gas.

Per approfondire i criteri di accesso all’agevolazione e le variazioni rispetto al 2023, è utile consultare l’articolo sui requisiti del Bonus bollette.

Inoltre, è importante notare che il Bonus bollette viene applicato automaticamente sotto forma di sconto in bolletta, eliminando la necessità di una specifica richiesta da parte dell’utente. Per beneficiare di questo bonus, i cittadini devono semplicemente compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per il 2024 e ottenere un ISEE valido. Dopodiché, sarà compito dell’INPS gestire la procedura per l’applicazione dello sconto.

Assegno di inclusione

Dal 2024 l’Assegno di inclusione prende il posto del Reddito di cittadinanza, rivolgendosi a specifiche categorie di nuclei familiari. Questo assegno è destinato a famiglie che comprendono almeno un membro disabile, un minorenne, un anziano oltre i sessant’anni o un individuo coinvolto in programmi di assistenza sociale.

Per accedere all’Assegno di inclusione è essenziale soddisfare determinati requisiti legati all’ISEE, al reddito familiare e ai patrimoni. Questi criteri sono fondamentali per determinare l’idoneità al sussidio e sono descritti in modo approfondito nel nostro articolo sui requisiti dell’Assegno di inclusione.

L’obiettivo dell’Assegno di inclusione è quello di integrare il reddito familiare, fornendo un sostegno mensile per assicurare che il reddito annuo della famiglia raggiunga un minimo di 6.000 euro. Per una comprensione dettagliata di come vengono calcolate le somme dovute, è possibile consultare l’articolo sugli importi dell’Assegno di inclusione, che fornisce una panoramica completa della formula di calcolo e dei vari scenari applicabili.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Supporto per la formazione e il lavoro

Il Supporto per la formazione e il lavoro è una nuova iniziativa che ha sostituito il Reddito di Cittadinanza a partire dal 1° settembre 2023. Questa misura si rivolge a quei nuclei familiari che non rientrano nei criteri di idoneità per l’Assegno di inclusione, ovvero quelli formati esclusivamente da individui tra i 18 e i 59 anni che non sono affetti da disabilità.

Questa misura prevede un contributo mensile di 350 euro per i beneficiari, con l’impegno da parte loro di partecipare attivamente a corsi di formazione e iniziative finalizzate a migliorare le loro opportunità di reinserimento nel mercato del lavoro.

L’erogazione dell’importo avviene per tutto il periodo di formazione e termina con il completamento delle attività di reinserimento lavorativo. Il supporto è previsto per un massimo di 12 mesi, senza possibilità di proroghe o rinnovi.

Per avere maggiori informazioni su come accedere a questo supporto, compresi i dettagli sugli importi e i requisiti, è utile consultare la guida al Supporto per la formazione e il lavoro. Qui si trovano le istruzioni dettagliate per la presentazione della domanda e altri aspetti importanti di questo programma.

FAQ: Domande frequenti sui Bonus famiglia 2024

Quali documenti o informazioni sono necessari per richiedere i bonus famiglia 2024?

I documenti o le informazioni necessari per richiedere i bonus dipendono dalle specifiche richieste di ciascuna agevolazione. Potrebbe essere richiesto di fornire documenti come attestazione ISEE, dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti specifici. È importante leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus per conoscere i documenti o le informazioni necessari per la richiesta.

Qual è la scadenza per richiedere i bonus famiglia 2024?

La scadenza per richiedere i bonus famiglia 2024 può variare a seconda del bonus stesso. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza specifica, mentre altri potrebbero avere un periodo di richiesta più esteso. È consigliabile verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus specifici presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp