Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Contributi per famiglie / Bonus figli nazionali, regionali e comunali: lista completa        

Bonus figli nazionali, regionali e comunali: lista completa        

Bonus figli nazionali, regionali e comunali: lista completa di tutti i bonus e le agevolazioni per le famiglie.

di Sara Fannino

Giugno 2022

In questo articolo andremo a fare il punto della situazione sui sostegni alle famiglie con figli, fornendovi una lista completa sui bonus figli a livello nazionale, regionale o comunale (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Bonus Figli, tutti i sostegni alle famiglie a livello nazionale

Partiamo dal bonus famiglia più conosciuto di tutti: l’Assegno Unico e Universale. L’Assegno Unico è un sostegno che viene pagato mensilmente dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale a tutte le famiglie italiane con figli a carico.

I figli hanno diritto a percepire l’indennità dagli 0 ai 21 anni; in particolare, i ragazzi tra i 18 e i 21 anni per poter ottenere il sussidio dovranno frequentare scuole, università o corsi di formazione, oppure svolgere il servizio civile universale.

Potranno richiedere il sostegno anche i giovani disoccupati e in cerca di un lavoro, oppure giovani lavoratori con un reddito complessivo non superiore agli 8 mila euro annui.

Questo Bonus Figli, che è partito lo scorso 1° marzo 2022, è andato a sostituire una buona fetta dei sostegni alle famiglie di Inps, tra cui: il Bonus Bebè, il Bonus Mamma Domani, le Detrazioni per Figli a Carico fino ai 21 anni, gli Assegni al Nucleo Familiare, gli Assegni ai nuclei con figli orfani a carico, gli assegni ai nuclei numerosi.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come richiedere il bonus famiglia Assegno Unico e Universale

Come può essere richiesto il bonus figli Assegno Unico Universale? Ci sono due risposte differenti: una rivolta alle famiglie che percepiscono il Reddito di Cittadinanza, l’altra per chi non beneficia della prestazione economica anti-povertà.

Per i percettori di Reddito di Cittadinanza l’erogazione del Bonus Famiglia viene fatta in automatico, senza la necessità di presentare domanda all’INPS, ad integrazione dello stesso beneficio.

Attenzione, però, perché alcuni nuclei familiari in cui sono presenti figli maggiorenni o disabili, genitori separati o divorziati (e altri casi) occorrerà fornire all’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale il modello Rdc-Com/Au.

Chi non beneficia del Reddito di Cittadinanza, invece, dovrà entrare nei servizi online INPS e procedere alla compilazione della domanda, accedendo con SPID, CIE o CNS.

Il termine per inoltrare la richiesta per avere anche gli arretrati, a partire dal mese di marzo, è il 30 giugno 2022, dopodiché si potrà percepire l’assegno dallo stesso mese in cui viene presentata la domanda. Ricordiamo che la domanda può essere modificata, come abbiamo spiegato in questo pezzo.

Bonus Figli a livello nazionale ecco altri tre sostegni nazionali

Altri tre sostegni alle famiglie per figli minorenni sono: il Bonus Asilo Nido, l’assegno di maternità e il Bonus Bebè.

Il bonus figli per l’asilo nido viene pagato tutte quelle famiglie che hanno figli da zero a tre anni che frequentano asili nidi pubblici e privati. Gli importi variano dai 1.500€ ai 3.000€, a seconda dell’Isee della famiglia.

Anche in questo caso per richiederlo occorrerà presentare domanda all’istituto nazionale per la previdenza sociale. Ricordiamo che il sostegno è compatibile con l’Assegno Unico e potrà essere richiesto il rimborso spese delle rette per asili pubblici o privati del periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2022. Scopri di più sul Bonus Nido leggendo qui.

L’assegno di maternità per lavori atipici e discontinui, anche detto assegno di maternità dello Stato, è una prestazione previdenziale a carico dello Stato. Potrà essere percepita dalle famiglie mediante gli accrediti INPS.  L’assegno di maternità può essere richiesto:

Gli importi vengono ricalcolati di anno in anno sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati e quantificato nella circolare sui salari medi convenzionali che l’Istituto pubblica annualmente sul proprio sito.

Infine, il bonus bebè è stato inglobato dall’assegno unico, ma continua ad essere pagato tutte le famiglie che hanno avuto, adottato o preso in affido un bambino entro il 31 dicembre 2021. Le richieste potevano essere presentate fino al 28 febbraio e il sussidio verrà corrisposto per un anno intero.

Bonus Figli pagati dalle Regioni: l’elenco dei Bonus per i centri estivi

Scopriamo ora quali sono le Regioni italiane che hanno dato alle famiglie la possibilità di fruire dei bonus per l’estate, in particolare per la frequenza dei centri estivi diurni.

Bonus famiglia per centri estivi Emilia-Romagna

L’Emilia-Romagna è stata la prima ad aver introdotto questo bonus figli per i centri estivi e ogni famiglia potrà arrivare a percepire addirittura 112 € a settimana.

Occorrerà che il nucleo di chiari di avere a carico un bambino o un giovane fra i 3 e 13 anni. L’età per ottenere questo bonus famiglia viene alzata a 17 anni in caso di ragazzi disabili. Gli altri requisiti per ottenere il sussidio sono:

Per inoltrare la richiesta avrete tempo fino al 30 giugno 2022 e potrete arrivare a percepire fino a 112€ a settimana, per tre settimane.

Bonus figli e centri estivi in Umbria

All’Emilia-Romagna si affianca l’Umbria con un bonus famiglia di 65 euro a settimana, per un periodo massimo di 3 mesi per tutti coloro che hanno figli a carico nati dopo l’11 settembre 2005.

Si tratta di un rimborso spese per i costi di iscrizione e per la frequenza dei centri estivi limitatamente al periodo 13 giugno-11 settembre dell’anno corrente. Per richiedere il bonus figli occorrerà attendere il mese di settembre 2022; potrete presentare la domanda solo via web.

Le somme versate dalla regione variano a seconda dell’età del figlio:

bonus figli nazionali regionali e comunali
bonus figli nazionali regionali e comunali estate 2022

Bonus Figli e famiglie, ecco il bonus per i centri estivi del Friuli Venezia-Giulia

Con il Friuli, invece, è stato dato il via alla Dote Famiglia. Si tratta di un programma attraverso cui le famiglie con figli a carico potranno ottenere dei sussidi economici per l’iscrizione e la frequenza dei centri estivi per i propri figli. Per poter richiedere questo bonus figli occorrerà avere un indicatore della situazione economica equivalente non superiore a 30.000 €.

Anche in questo caso la richiesta dovrà essere inoltrata via web.

Bonus Famiglie per i costi dei centri estivi, a Torino c’è Estate Ragazzi

Estate Ragazzi Torino è un’iniziativa del capoluogo piemontese che offre opportunità ricreative e pedagogiche a bambini e bambine della scuola primaria. Le famiglie potranno sfruttare il servizio per la conciliazione vita-lavoro nel periodo estivo.

Per effettuare la preiscrizione è necessario possedere lo SPID di 2° livello, mentre per scoprire le agevolazioni occorre conoscere e auto-dichiarare il valore del proprio ISEE 2022.

Bonus Figli per i centri estivi in Valle d’Aosta

Concludiamo la nostra carrellata di sostegni per le famiglie e, in particolare, per i figli che frequentano i centri estivi, con la regione Valle d’Aosta, che ha inserito un rimborso spese per l’iscrizione alla frequenza di questi campus.

Potranno richiederlo le famiglie con figli a carico tra i 4 e i 17 anni, che a seconda della fascia di reddito percepiranno due importi differenti:

Potrete richiedere il bonus figli online sul sito web del vostro Comune di residenza.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp