Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali » Edilizia » Edilizia sociale » Fisco e tasse / Bonus finestre 65%: cosa sapere

Bonus finestre 65%: cosa sapere

Bonus finestre 65%: vediamo insieme come funziona e quanto si può risparmiare con la detrazione fiscale.

di Carmine Roca

Agosto 2023

Oggi vi parliamo di Bonus finestre 65%: ecco tutto quello che devi sapere (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus finestre 65%: cos’è?

Fino al 31 dicembre 2024 rimarrà in vigore la detrazione fiscale del 65% per gli interventi rivolti alla riqualificazione energetica degli edifici.

Nella dichiarazione 730 sarà possibile detrarre il 65% delle spese sostenute, ripartite in rate annuali di pari importo, entro un limite massimo di detrazione, diverso e calcolato sulla base degli interventi effettuati.

Le detrazioni IRPEF e IRES spettano per quegli interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici già esistenti e riguardano, tra gli altri, anche gli “involucri” degli edifici, quali pareti, tetti, pavimenti e finestre.

Per godere delle detrazioni è necessario che il pagamento sia tracciato, con apposito bonifico bancario o postale, che dovrà riportare:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Detrazione 65%: su cosa spetta?

Dunque, il Bonus finestre 65% è in vigore fino a fine 2024, ed è valido se le nuove installazioni permettono all’edificio di guadagnare in termini di efficienza energetica.

La detrazione del 65% spetta pure sulle spese sostenute per:

Bonus finestre 65%: limiti di spesa

In base ai lavori effettuati, cambiano i limiti massimi di spesa sui quali calcolare la detrazione spettante.

Per la sostituzione finestre, compresi gli infissi, su edifici già esistenti, oltre che per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda e per l’acquisto e posa in opera di schermature solari, il limite massimo di spesa consentito è di 92.307 euro, pari a una detrazione di 60.000 euro.

Bonus finestre 65%: altri limiti di spesa

Per la riqualificazione energetica di edifici esistenti il limite massimo di spesa consentita è 153.846 euro (per una detrazione effettiva pari a 100.000 euro);

Infine, per quanto riguarda:

la spesa massima consentita è 46.153 euro, pari a una detrazione di 30.000 euro.

Bonus finestre 65%: parti comuni condominiali

La detrazione, per quanto riguarda le parti comuni condominiali ripartite in 10 rate annuali di pari importo, spetta su una spesa non superiore a 40.000 euro moltiplicata per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, in queste misure:

Bonus finestre 65%: chi può fare domanda?

Possono godere del Bonus finestre 65% i contribuenti risiedenti e non risiedenti nell’immobile oggetto di interventi, ance se titolari di reddito d’impresa, che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile e che sostengano le spese.

Sono ammessi:

Inoltre, dal 2018 rientrano nell’elenco dei beneficiari delle detrazioni anche:

Bonus finestre 65%
Bonus finestre 65%: in foto un operaio mentre pulisce i vetri di una finestra.

Faq sul Bonus finestre 65%

Come posso ottenere il Bonus Finestre?

Per ottenere il Bonus finestre con detrazione Irpef in 10 o 5 anni le spese dei lavori devono essere inserite nella dichiarazione dei redditi. Se invece si utilizza il Bonus finestre 75% è possibile richiedere alla ditta che installa gli infissi di applicare lo sconto in fattura.

Il Bonus finestre copre anche le spese per le persiane?

No, il Bonus finestre non copre direttamente le spese per l’acquisto o la sostituzione delle persiane. Il suo obiettivo principale è incentivare la sostituzione delle finestre con infissi più efficienti dal punto di vista energetico.

Cosa è l’ENEA e qual è il suo ruolo nel Bonus finestre 2023?

L’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) è un ente pubblico italiano che si occupa di ricerca e innovazione nel settore dell’energia e dello sviluppo sostenibile. Nel contesto del Bonus finestre, l’ENEA svolge un ruolo fondamentale nella definizione dei requisiti tecnici e delle modalità di calcolo dell’efficienza energetica degli infissi.

Posso ottenere lo sconto in fattura con il Bonus casa 2023 per infissi?

No, non è più possibile ottenere lo sconto in fattura o la cessione del credito d’imposta con il Bonus casa a partire dal 17 febbraio 2023. Questo blocco non vale per il Sismabonus e il Bonus barriere architettoniche.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’edilizia e sulle agevolazioni sulla casa:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp