Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Invalidità Civile / Bonus finestre disabili

Bonus finestre disabili

Il Bonus finestre per persone disabili può essere utilizzato anche insieme ad altri lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Scopri come funziona.

di Romina Cardia

Dicembre 2023

In questo approfondimento parliamo di Bonus finestre per persone disabili (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Bonus finestre per persone disabili: la normativa sulle barriere architettoniche

Il Bonus finestre per persone disabili (decreto legge 34, articolo 119 del 2020), permette di effettuare lavori o modifiche agli infissi, per adeguarli alle necessità di chi ha una disabilità.

Questo bonus, che rientra nel più ampio Bonus per le barriere architettoniche, non si limita alla detrazione del 75% per la sostituzione degli infissi: è esteso anche agli interventi che abbattano le barriere architettoniche migliorando l’accessibilità dell’edificio, come ad esempio l’installazione di rampe per disabili.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Requisiti per Bonus finestre per persone disabili e Bonus barriere architettoniche

Quindi: il Bonus finestre persone per disabili rientra tra i lavori che possono essere effettuati grazie al più ampio Bonus barriere architettoniche, attivo a partire dal 1° gennaio 2023 e fino al 2025.

Il bonus del 75% per le barriere architettoniche offre un sostegno finanziario per migliorare l’accessibilità degli edifici, ma è necessario seguire le linee guida dell’Agenzia delle Entrate. Ecco cosa devi sapere:

Come fare il bonifico per il Bonus finestre? Ecco perché è importante pagare con bonifico le spese effettuate e compilarlo correttamente.

Cosa rientra nel Bonus finestre per disabili e come ottenerlo

Come abbiamo anticipato, per beneficiare del Bonus per finestre per persone disabili è fondamentale conservare attentamente tutti i documenti che confermano l’esecuzione dei lavori e l’acquisto degli infissi.

Il Bonus finestre è attivo dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2025. Durante questo periodo, puoi godere della detrazione del 75% sulle spese per la sostituzione degli infissi.

Le sostituzioni ammissibili includono serramenti, porte e persiane che rispettano specifici standard di efficienza energetica e sicurezza. Inoltre, come abbiamo specificato, puoi usufruire del bonus anche per interventi come l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Bonus infissi e case popolari: la detrazione fiscale spetta anche per gli interventi eseguiti nelle case popolari? Ecco cosa dice la normativa.

Bonus finestre per persone disabili
Bonus finestre per persone disabili. Nella foto: un uomo in sedia a rotelle davanti a una finestra

Vantaggi del Bonus finestre per persone disabili

Se non sei disabile, ci sono comunque sei buone ragioni per rendere la tua casa a misura di disabile:

Infissi speciali per disabili:

Il “bonus infissi per disabili” potrebbe coprire tutto o parte del costo di acquisto e installazione di questi infissi speciali.

Vantaggi extra:

FAQ sul Bonus finestre per persone disabili?

Il Bonus finestre spetta anche per i lavori nelle case popolari?

Per quanto riguarda Bonus finestre e case popolari, la sostituzione di porte e finestre per il miglioramento dell’efficienza energetica dell’abitazione è consentita con una detrazione fiscale del 65%. Gli incentivi, dunque, spettano anche agli enti di gestione delle case di edilizia residenziale pubblica, con la possibilità di rimettere a nuovo un patrimonio immobiliare spesso in cattive condizioni.

Come ottenere la detrazione fiscale del Bonus finestre?

Per ottenere il Bonus finestre e beneficiare della detrazione fiscale, infatti, è fondamentale effettuare i pagamenti tramite bonifico bancario o postale.

Nel bonifico, dovrai indicare la causale del versamento, specificando la legge di riferimento (Legge 296/06 e successive modifiche) e il motivo legato al risparmio energetico. Inoltre, è importante inserire nel bonifico il tuo codice fiscale o quello di chi deve usufruire delle detrazioni.

Posso richiedere il Bonus finestre per una seconda casa?

Sì, è possibile richiedere il Bonus finestre anche per una seconda casa. Le detrazioni fiscali previste dal Bonus finestre non sono limitate esclusivamente alla residenza principale, ma possono essere applicate anche ad altre abitazioni di proprietà, come le seconde case.

È possibile sfruttare il Bonus finestre anche per i locali commerciali?

La risposta è affermativa. Per la ristrutturazione di locali commerciali è possibile usufruire del Bonus per il risparmio energetico, come la sostituzione degli infissi o degli impianti, per una detrazione fiscale pari al 50%.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp