Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus di gennaio 2024: aiuti economici e agevolazioni

Bonus di gennaio 2024: aiuti economici e agevolazioni

Ecco la lista dei bonus di gennaio 2024, con un approfondimento di ogni agevolazione.

di Alda Moleti

Gennaio 2024

In questo articolo vedremo quali sono tutti i bonus di gennaio 2024, pronti per essere richiesti (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Tutti i Bonus di gennaio 2024

Di seguito è presentata un’analisi delle principali forme di sostegno e agevolazioni disponibili nel corso del mese di gennaio 2024.

Bonus / AgevolazioneDestinatariRequisitiImportoModalità di Richiesta
Assegno UnicoFamiglie con figli a caricoFigli a carico disabili o con meno di 21 anniVariabile in base all’ISEE e alla composizione del nucleoSito dell’INPS
Carta acquistiFamiglie con figli < 3 anniISEE ≤ 7.640,18 euro80 euro ogni 2 mesiCompilazione modulo all’ufficio postale
Bonus BolletteTutti (requisiti ISEE specifici)ISEE vari (vedi testo)Variabile in base all’utenza e alla composizione del nucleo familiareAutomatico con ISEE valido e DSU
Bonus trasportiTutti i cittadini entro determinati limiti redditoReddito personale ≤ 20.000 euro60 euroPiattaforma Bonus trasporti
Assegno di inclusioneI nuclei con all’interno almeno un membro minore, disabile, over 60 o preso in carica dai servizi socialiISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoniVariabile in base al reddito e alla composizione del nucleo familiareSito dell’INPS
Supporto per la formazione e il lavoroI nuclei non idonei a ricevere l’Assegno di inclusioneISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoni350 euro al meseSito dell’INPS
Bonus ediliziProprietari di immobili e inquiliniVariabili in base all’agevolazioneVaria in base all’agevolazioneVaria in base all’agevolazione
Tutti i bonus di gennaio 2024: la tabella

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Bonus di gennaio 2024 per famiglie e persone fisiche

A gennaio 2024 sono disponibili molti benefici per le famiglie, con una ricca varietà di contributi e agevolazioni mirate a sostenere numerosi aspetti della vita familiare quotidiana. Nei prossimi paragrafi viene fornita una sintesi dei più importanti bonus dedicati alle famiglie.

Assegno Unico

Nel 2024 l’Assegno Unico continua ad essere un’importante agevolazione per le famiglie, che consiste in un contributo mensile per i nuclei familiari con figli a carico, se disabili o entro i 21 anni.

L’importo dell’assegno varia in relazione all’ISEE del nucleo familiare, nonché alla sua composizione. Le famiglie con un ISEE inferiore a 16.215 euro ricevono 189,2 euro mensili per ogni figlio minore, mentre per quelle con un ISEE superiore a 43.240 euro, l’assegno ammonta a 54 euro per figlio. In aggiunta, esistono maggiorazioni per le famiglie numerose o con figli al di sotto di un anno di età.

Per una visione approfondita sugli importi, si suggerisce di consultare le tabelle in formato PDF nel nostro articolo sulle fasce ISEE dell’Assegno Unico.

La domanda per l’Assegno Unico può essere inoltrata attraverso il portale dell’INPS, avvalendosi di sistemi di identificazione quali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Per dettagli sulla procedura di richiesta, si rimanda alla nostra guida specifica sulla domanda dell’Assegno Unico.

Bonus-di-gennaio-2024-assegno-unico
In foto, la pagina dell’Assegno Unico sul sito dell’INPS.

Carta acquisti

La Carta acquisti rappresenta un essenziale mezzo di sostegno finanziario per specifiche categorie di famiglie. Questa carta prepagata è caricata con 80 euro ogni due mesi e si rivolge a due gruppi principali: famiglie con figli di età inferiore a 3 anni e persone di 65 anni o più. Per averla è necessario però possedere un ISEE inferiore a 7.640,18 euro.

Le informazioni dettagliate riguardanti i requisiti di reddito e patrimonio, cruciali per beneficiare di questo aiuto, sono ampiamente descritte nell’articolo sulla Carta acquisti.

Per richiedere la Carta acquisti è necessario compilare con cura il modulo di richiesta, disponibile presso gli uffici postali locali.

Bonus bollette

Il Bonus bollette, un’importante misura di supporto per le famiglie italiane, è stato prorogato per un ulteriore trimestre, rimanendo in vigore durante i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2024. Questo bonus è finalizzato a ridurre i costi delle bollette di acqua, elettricità e gas.

I criteri per accedere al Bonus bollette differiscono in base al tipo di servizio e c’è qualche modifica rispetto al 2023. Per beneficiare del Bonus nel 2024 sull’acqua e il gas, l’ISEE dell’utente non deve superare 9.530 euro.

Solo per le famiglie numerose (con almeno quattro figli), il limite ISEE per il Bonus acqua e gas sale a 20.000 euro.

Per quanto riguarda il Bonus per le utenze elettriche questo resta “potenziato” nel 2024. Ne hanno infatti diritto tutte le famiglie con un ISEE di massimo 15.000 euro. Per le famiglie numerose il limite ISEE è invece fissato a 30.000 euro.

Un vantaggio significativo del Bonus bollette è la sua applicazione automatica sotto forma di sconto in bolletta, senza la necessità di una specifica richiesta da parte dell’utente. L’unica azione richiesta ai beneficiari è la compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per il 2024 e l’ottenimento di un ISEE valido. Dopodiché, sarà compito dell’INPS gestire la procedura per l’applicazione dello sconto.

Bonus trasporti

Il Bonus trasporti è un’iniziativa che offre un voucher di 60 euro per agevolare l’acquisto di abbonamenti mensili o annuali ai mezzi di trasporto pubblici. Il contributo è stato prorogato anche per l’anno 2024. Per essere idonei a richiederlo, gli utenti devono avere un reddito personale non superiore a 20.000 euro.

Per ottenere questo voucher è necessario accedere al portale online specificatamente creato per il Bonus trasporti. Per dettagli più approfonditi e istruzioni su come richiederlo, si consiglia di consultare il nostro articolo sulla procedura di richiesta del Bonus trasporti 2023.

Assegno di inclusione

A partire dal 2024 l’Assegno di inclusione sostituirà il Reddito di cittadinanza. Questo nuovo assegno è specificatamente progettato per i nuclei familiari che includono almeno un membro disabile, un minorenne, una persona anziana oltre i sessant’anni o un individuo preso in carico dai servizi sociali.

Oltre a questo è necessario rispettare alcune condizioni legate all’ISEE, al reddito familiare e ai patrimoni, che trovate indicate nel nostro articolo sui requisiti dell’Assegno di inclusione.

L’Assegno di inclusione funge da integrazione al reddito familiare, operando come un sostegno mensile progettato per garantire che il reddito annuo della famiglia raggiunga un livello minimo di 6.000 euro. Per una panoramica completa del calcolo delle somme spettanti vi invitiamo a consultare il nostro articolo dedicato agli importi dell’Assegno di inclusione.

Supporto per la formazione e il lavoro

Il Supporto per la formazione e il lavoro ha preso il posto del Rdc dal 1° settembre 2023. La misura è destinata a tutti i nuclei non idonei a ricevere l’Assegno di inclusione. Ovvero, i nuclei composti da tutti membri tra 18 e 59 anni e non affetti da disabilità.

Il Supporto per la formazione e il lavoro è una misura che prevede un contributo mensile di 350 euro. I beneficiari di questo sostegno si impegnano a partecipare attivamente a corsi di formazione e iniziative finalizzate a facilitare il loro reinserimento nel mercato del lavoro.

L’assistenza è erogata per tutta la durata del percorso formativo e termina una volta completate le attività di reinserimento lavorativo. La durata massima del beneficio è di 12 mesi, senza opzioni di proroga o rinnovo.

Per ulteriori dettagli e istruzioni su come presentare la domanda sugli importi e i requisiti, è possibile consultare la guida al Supporto per la formazione e il lavoro.

Bonus edilizi a gennaio 2024

I Bonus edilizi rappresentano un insieme di agevolazioni fiscali gestite dall’Agenzia delle Entrate, mirate a incoraggiare i lavori di ristrutturazione edilizia e l’acquisto di arredi, attraverso un supporto finanziario fornito dal governo.

Queste misure offrono un incentivo significativo per migliorare l’efficienza energetica, la sicurezza sismica delle abitazioni e per rinnovare l’arredo interno, contribuendo così alla valorizzazione del patrimonio immobiliare e alla promozione di pratiche sostenibili.

Tabella dei Bonus edilizi attivi a gennaio 2024

Vi presentiamo qui una sintesi dei Bonus ristrutturazione attivi a gennaio 2024. Per approfondimenti e per accedere ai testi integrali dei regolamenti, è consigliabile visitare la sezione sulle agevolazioni edilizie presente sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Inoltre, per informazioni più dettagliate, vi invitiamo a consultare il nostro articolo specializzato sui Bonus edilizi.

AgevolazioneCaratteristicheImporto massimo di spesa a cui applicare la detrazioneDetrazione da spalmare inAltri requisitiSconto o cessione
Bonus mobili ed elettrodomestici 2023detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici8.000 euro per le spese sostenute nel 202310 anniil richiedente deve aver ristrutturato un immobile a partire dal 1° gennaio 2022NO
Bonus ristrutturazionidetrazione Irpef del 50%per i lavori di ristrutturazione e manutenzione degli immobili96.000 euro10 anniNO
Bonus verdedetrazione fiscale del 36% per le spese sostenute per lavori di sistemazione e arredo delle aree scoperte5.000 euro10 anniNO
Superbonusdetrazione del 70% per gli interventi di efficientamento energetico e adeguamento sismico10 anniRequisiti che variano in base al tipo di edificio e i i lavori svoltiNO
Bonus barriere architettonichedetrazione del 75% per i lavori finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche30.000 o 50.000 euro in base al tipo di immobile5 annisono ammessi solo interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche SI
Tabella dei Bonus edilizi in vigore a gennaio 2024

FAQ: Domande frequenti sui bonus di gennaio 2024

Quali documenti o informazioni sono necessari per richiedere i bonus di gennaio 2024?

I documenti o le informazioni necessari per richiedere i bonus dipendono dalle specifiche richieste di ciascuna agevolazione. Potrebbe essere richiesto di fornire documenti come attestazione ISEE, dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti specifici. È importante leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus per conoscere i documenti o le informazioni necessari per la richiesta.

Qual è la scadenza per richiedere i bonus di gennaio 2024?

La scadenza per richiedere i bonus di gennaio 2024 può variare a seconda del bonus stesso. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza specifica, mentre altri potrebbero avere un periodo di richiesta più esteso. È consigliabile verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus specifici presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp