Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus gravidanza 2024: fino a 8500 euro

Bonus gravidanza 2024: fino a 8500 euro

Il bonus gravidanza 2024 racchiude in sé tutte le misure che il governo ha introdotto a favore della natalità. E quindi, il premio nascita assegno unico, il bonus gravidenza mamme disoccupate, il bonus asilo nido, il bonus latte artificiale oltre ovviamente all’esenzione ticket. Vediamo nel dettaglio.

di The Wam

Marzo 2024

Il governo ha varato una serie di misure a favore della natalità, tutte insieme formano il cosiddetto bonus gravidanza 2024. C’è il premio nascita assegno unico, il bonus gravidanza mamme disoccupate, il bonus asilo nido, il bonus latte artificiale e l’esenzione ticket. Queste misure insieme possono arrivare a 8.500 euro. Vediamole nel dettaglio. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus gravidanza 2024: obiettivo natalità

Per incentivare le nascite, il governo ha introdotto una serie di benefici economici e sussidi. Oggi non esiste un vero bonus gravidanza, come il precedente premio nascita di 800 euro, disponibile fino al 2022, ma un insieme di agevolazioni che servono a supportare le famiglie sia prima che dopo la nascita del bambino. Un gruppo di misure che formano, appunto, il bonus gravidanza 2024. Tra queste, troviamo:

Oltre a questi, le future mamme possono beneficiare dell’esenzione dai ticket sanitari per determinate prestazioni.

Nella breve guida che stai leggendo ti presentiamo un riassunto di queste misure, indicando importi e criteri per l’accesso ai vari bonus.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funziona il premio nascita assegno unico

Il premio nascita assegno unico è una delle iniziative che il governo ha inserito nel bonus gravidanza 2024. Questo beneficio si attiva già dal settimo mese di gravidanza, offrendo un aiuto finanziario diretto fino al compimento del primo anno di vita del neonato.

Dettagli dell’assegno

Al momento della nascita, le famiglie hanno diritto a ricevere due mensilità aggiuntive, erogate in un’unica soluzione insieme alla prima mensilità. L’importo del premio nascita varia in base all’Isee, con una politica di sostegno che intende essere il più inclusiva possibile:

Questi incrementi permettono di raggiungere, nel caso migliore, un importo approssimativo di circa 450 euro al mese, che equivale a un premio nascita che si aggira su 1.350 euro. L’importo totale può variare a seconda della situazione economica della famiglia e delle maggiorazioni applicabili.

Bonus gravidanza per disoccupate 2024

Il bonus gravidanza 2024 prevede un supporto specifico per le donne che sono disoccupate e prive di copertura previdenziale obbligatoria, e che proprio per questo hanno bisogno di un aiuto economico supplementare durante la gravidanza.

Come accedere al bonus

Le donne disoccupate con un ISEE inferiore a 20.221,13 euro possono fare domanda per ricevere un sostegno economico di 404,17 euro al mese per cinque mesi, raggiungendo un totale di 2.020,85 euro. Questo importo viene erogato in una soluzione unica, fornendo un sostegno finanziario in un periodo di potenziale vulnerabilità economica.

Procedure e tempistiche

La richiesta per questo bonus deve essere inoltrata al Comune di residenza dopo il parto. Le famiglie hanno a disposizione sei mesi dalla nascita del bambino per presentare la richiesta, un arco di tempo pensato per consentire una certa flessibilità e considerare le diverse esigenze e situazioni che possono emergere dopo la nascita.

Donne in gravidanza e agevolazioni fiscali

Il bonus gravidanza 2024 include anche delle agevolazioni fiscali pensate per le donne in gravidanza.

Rimborso spese mediche

Le future mamme hanno la possibilità di ottenere un rimborso per spese mediche specifiche, come ecografie e medicinali. Il rimborso fa parte delle deduzioni fiscali che si possono richiedere nella dichiarazione dei redditi.

Condizioni per il rimborso

Per accedere a questo rimborso, è necessario che le spese mediche abbiano trovato capienza nell’Irpef dovuta dalla donna incinta, rispettando i limiti di spesa previsti dalla normativa.

Nel video sotto si presenta anche il bonus dedicato alle mamme lavoratrici.

Bonus latte artificiale

Una particolare attenzione è rivolta alle mamme che, per motivi di salute, non sono in grado di allattare al seno e si trovano nella necessità di ricorrere al latte artificiale.

Il bonus latte artificiale 2024 è stato ideato per sostenere queste donne, fornendo un contributo economico dedicato.

Importo e condizioni

Le famiglie idonee ricevono un assegno annuale di 400 euro, destinato all’acquisto di latte artificiale. Il sostegno finanziario è accessibile fino al sesto mese di vita del bambino e viene erogato dall’azienda sanitaria locale di competenza.

Procedura di richiesta

Per beneficiare del bonus, le famiglie interessate devono presentare una richiesta all’azienda sanitaria locale, dimostrando di rientrare nei criteri previsti per l’assegnazione del contributo.

Bonus asilo nido

Un’altra iniziativa all’interno del bonus gravidanza 2024 è il bonus asilo nido. La misura serve a sostenere le famiglie con bambini piccoli che necessitano di assistenza all’infanzia. Questo sostegno può facilitare il rientro delle madri nel mondo del lavoro, garantendo al tempo stesso una cura di qualità per i loro figli.

Importo del bonus

Il bonus prevede un rimborso fino a 3.000 euro annui per le spese di asilo nido. Per i figli successivi al primo, nati nel 2024 in un nucleo familiare che già include un minore di meno di 10 anni, il rimborso può aumentare fino a 3.500 euro annui, a seconda dell’ISEE, che non deve superare i 40.000 euro.

A chi spetta

Come fare la domanda

La richiesta per accedere al bonus asilo nido deve essere presentata via web con il sito INPS (c’è il servizio online “Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione” ).

Esenzione ticket per le donne in gravidanza

Il bonus gravidanza 2024 si estende anche alla salute diretta delle donne incinte attraverso l’esenzione del ticket sanitario per determinate prestazioni mediche. Questa misura ha lo scopo di alleggerire il carico finanziario associato alle cure mediche durante la gravidanza, garantendo che tutte le future mamme abbiano accesso ai servizi sanitari di cui hanno bisogno senza preoccupazioni economiche aggiuntive.

Prestazioni sanitarie coperte

L’esenzione del ticket copre una gamma specifica di prestazioni, tra cui:

Inoltre, in situazioni di minaccia di aborto o di condizioni patologiche che comportano un rischio per la madre o per il feto, tutte le prestazioni specialistiche ambulatoriali necessarie per il monitoraggio della gravidanza sono esenti da ticket.

Come accedere all’esenzione

Per beneficiare dell’esenzione, le donne incinte devono presentare la necessaria documentazione, che può variare a seconda della regione di appartenenza, presso le aziende sanitarie locali.

Bonus gravidanza 2024: fino a 8500 euro
Nell’immagine una donna incinta che passaggio nel parco.

FAQ (domande e risposte)

Che cos’è il bonus gravidanza 2024?

Il bonus gravidanza 2024 è un insieme di misure introdotte dal governo per supportare le famiglie durante e dopo la gravidanza, al fine di incentivare la natalità in Italia. Questo pacchetto include il premio nascita assegno unico, il bonus per mamme disoccupate, il bonus asilo nido, il bonus latte artificiale e l’esenzione dal ticket sanitario. Queste iniziative, sommate, possono offrire un contributo finanziario complessivo fino a 8.500 euro, a seconda delle specifiche esigenze e situazioni delle famiglie beneficiarie.

Quale importo massimo può raggiungere il bonus gravidanza 2024?

L’importo massimo che le famiglie possono ricevere attraverso il bonus gravidanza 2024 arriva fino a 8.500 euro. Questa cifra rappresenta la somma potenziale di tutti i benefici disponibili nel pacchetto, incluso l’assegno unico per il premio nascita, i supporti per le mamme disoccupate, i contributi per le spese di asilo nido e latte artificiale, oltre alle esenzioni dai ticket sanitari per determinate prestazioni legate alla gravidanza.

Come si ottiene l’assegno unico per il premio nascita nel 2024?

Per ottenere l’assegno unico per il premio nascita nel 2024, le famiglie devono presentare una domanda all’entrata dell’ottavo mese di gravidanza. L’assegno è riconosciuto per il figlio minorenne e prevede due mensilità extra, erogate in un’unica soluzione al momento del pagamento della prima mensilità. L’importo dipende dall’ISEE e può includere varie maggiorazioni, con un potenziale importo mensile che può arrivare fino a circa 450 euro, rendendo il premio nascita complessivo di circa 1.350 euro.

Quali sono i requisiti per il bonus gravidanza per disoccupate nel 2024?

Il bonus gravidanza per le disoccupate nel 2024 è rivolto a donne senza copertura previdenziale obbligatoria, che possiedono un ISEE inferiore a 20.221,13 euro. Queste possono richiedere un sostegno di 404 euro per cinque mensilità, per un totale di 2.020 euro erogati in un’unica soluzione. La domanda va presentata al Comune di residenza entro sei mesi dal parto.

Come funzionano le agevolazioni fiscali per donne in gravidanza nel 2024?

Le agevolazioni fiscali per le donne in gravidanza nel 2024 includono la possibilità di dedurre dalle tasse le spese mediche sostenute durante la gravidanza, come ecografie e medicinali. Le spese possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi per la parte che supera 129,11 euro, con una detrazione del 19% e un limite massimo di spesa deducibile di 6.197,48 euro per anno. Questo può portare a un rimborso massimo di circa 1.177 euro.

Quali prestazioni sanitarie sono esenti da ticket per le donne in gravidanza?

Le prestazioni sanitarie esenti da ticket per le donne in gravidanza includono visite ostetrico-ginecologiche periodiche, corsi di accompagnamento alla nascita (training prenatale), assistenza al puerperio, e tutte le prestazioni specialistiche ambulatoriali necessarie in caso di minaccia di aborto o di condizioni patologiche a rischio per madre e feto, come indicato nei Lea 2017-Sezione B. Queste esenzioni mirano a garantire l’accesso a cure mediche essenziali senza oneri aggiuntivi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp