Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Sostenibilità / Non solo bonus infissi, gli sconti per cambiare finestre

Non solo bonus infissi, gli sconti per cambiare finestre

Bonus infissi e agevolazioni per sostituire le finestre. Scopri nell'approfondimento quali sono le agevolazioni messe in campo dal Governo per sostituire le finestre e in quali casi possono essere utilizzate.

di Imma Duni

Marzo 2023

Bonus infissi e agevolazioni per sostituire le finestre. Scopri nell’approfondimento quali sono le agevolazioni messe in campo dal Governo per sostituire le finestre e in quali casi possono essere utilizzate. (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus infissi e agevolazioni per sostituire le finestre: elenco

La legge di bilancio 2023 ha prorogato diversi Bonus edilizi e sulla casa; alcuni sino al 2024, altri sino al 2025.

Il limite massimo di spesa è 96 mila euro, e il Bonus si può portare in detrazione in 10 rate annuali di pari importo sulla dichiarazione dei redditi.

Il Bonus sicurezza scade a dicembre 2024 e non è compatibile con gli altri Bonus casa.

Scade a fine dicembre 2024. Il Bonus, anche in questo caso, può essere portato in detrazione nei successivi dieci anni.

Per usufruire di questo Bonus non ci sono vincoli per quanto riguarda le misure, il materiale e la collocazione degli infissi.


Ci sono alcuni limiti da rispettare

L’ecobonus prevede una detrazione del 50% su un tetto di spesa di 120.000 euro. Si può rateizzare l’importo in 10 anni oppure si può ottenere lo sconto in fattura o la cessione del credito.

Ci dovranno essere altri lavori trainanti per ottenere il Superbonus 110%.
Inoltre, con questo bonus, non sarà possibile modificare le misure degli infissi, se si tratta di una sostituzione di finestre già esistenti.

Un aspetto molto importante da tener presente è l’IVA, al 22% su infissi esterni e interni, e al 10% per le parti staccate, ossia zanzariere, tapparelle, inferriate, elementi di rifinitura, controtelai.

Per richiedere le detrazioni ricorda di pagare con metodi tracciabili e di conservare fatture e ricevute.

Conserva anche l’asseverazione tecnica, l’APE (per l’Ecobonus) e il visto di conformità per il Superbonus.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Vincenzo Madera

Bonus infissi e agevolazioni per sostituire le finestre: in quali casi puoi beneficiarne

Puoi beneficiare dei Bonus elencati nel primo paragrafo, quando decidi di sostituire o modificare gli infissi esistenti, rendendoli più sostenibili ed ecologici, per esempio utilizzando infissi di ultima generazione.

Il Bonus infissi 2023 più utilizzato è il Bonus ristrutturazione. Soltanto il Bonus ristrutturazione, infatti, si traduce in sconto in fattura, questo non avviene né con l’Ecobonus né con il Bonus sicurezza.

In quali casi puoi beneficiare di questa agevolazione? Per quali tipi di spese?

La detrazione del 50% per il Bonus ristrutturazione 2023 riguarda i seguenti lavori:

I lavori di manutenzione ordinaria che danno diritto al Bonus ristrutturazione 2023 sono:

Oltre alla detrazione fiscale, i contribuenti possono scegliere la cessione del credito o lo sconto in fattura, di pari importo direttamente sulla fattura che verrà compilata dalla ditta che ha eseguito i lavori, al posto delle detrazioni sull’IRPEF.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus infissi 2023 e sconti
Bonus infissi 2023 e sconti: in foto un operaio cambia una finestra.

Bonus infissi e agevolazioni per sostituire le finestre: come fare domanda

Per godere del Bonus sugli infissi dovrai richiedere:

Possono accedere al Bonus ristrutturazione 2023 tutti i contribuenti che rispettano i requisiti previsti, cioè tutte le persone fisiche che pagano le imposte in Italia, anche se non sono residenti.

Non bisogna necessariamente essere proprietari dell’edificio, l’importante è sostenere le spese per i lavori e avere un titolo idoneo alla detrazione fiscale. Ecco l’elenco di coloro che possono godere del Bonus ristrutturazione:

Tali soggetti devono rispettare le seguenti condizioni:

Le spese di ristrutturazione dovranno essere pagate attraverso bonifico, il quale dovrà riportare questa dicitura: “bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986” e poi questi elementi:

E se decidi di trasformare un balcone in veranda? Ci sono Bonus? Permessi da richiedere? Scoprilo in questo dettagliato articolo.

Abbiamo visto i Bonus infissi e agevolazioni per sostituire le finestre.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp