Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Edilizia » Edilizia sociale / Bonus infissi quante volte

Bonus infissi quante volte

Quante volte si può usare il Bonus infissi? Ecco cosa dice l'Agenzia delle Entrate e se ci sono limitazioni dal punto di vista economico.

di Carmine Roca

Dicembre 2023

Quante volte si può usare il Bonus infissi? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Quali sono i Bonus edilizi attivi nel 2023?

I Bonus edilizi ancora attivi nel 2023 sono:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Cos’è il Bonus infissi?

Il Bonus infissi è un’agevolazione fiscale rientrante nel Bonus barriere architettoniche, nel Superbonus, nel Bonus ristrutturazione e nell’Ecobonus, con diverse percentuali di detrazione.

Fino a qualche mese fa era possibile utilizzare lo sconto in fattura per la sostituzione degli infissi, come lavoro trainato, nell’ambito del Superbonus. Chi ha usufruito di questa agevolazione detrarrà il 50% delle spese effettuate spalmate in 10 anni.

Oggi, dopo aver messo fine alla possibilità di cedere il credito in caso di ristrutturazione, si è arrivati alla detrazione del 75% della spesa per il cambio degli infissi, ma solo a particolari condizioni: se la sostituzione rientra nell’ambito del Bonus barriere architettoniche, come spiegato dalla circolare numero 17/E dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus infissi: quante volte si può sfruttare?

Ma quante volte si può usare il Bonus infissi nei lavori sullo stesso immobile?

Secondo quanto descritto nella circolare numero 19 del 2020 dell’Agenzia delle Entrate: “Nell’ipotesi in cui gli interventi realizzati in ciascun anno consistano nella mera prosecuzione di lavori iniziati negli anni precedenti sulla stessa unità immobiliare, ai fini della determinazione del limite massimo delle spese ammesse in detrazione occorre tenere conto anche delle spese sostenute negli anni pregressi. Si ha, quindi, diritto all’agevolazione solo se la spesa per la quale si è già fruito della relativa detrazione nell’anno di sostenimento non ha superato il limite complessivo.”

Il vincolo, però, non si applica agli interventi autonomi e non per forza di mera prosecuzione dei lavori avviati l’anno precedente. Rimane, però, il limite annuale di spesa ammissibile.

L’intervento autonomamente detraibile, rispetto a quelli eseguiti in anni precedenti sulla medesima unità immobiliare, deve essere certificato dalla documentazione richiesta dalla normativa edilizia vigente.

I limiti di spesa si applicano anno per anno e riguardano il singolo immobile interessato dai medesimi interventi.

Bonus infissi più volte: quanto tempo deve passare?

L’Agenzia delle Entrate, con l’articolo 16-bis del TUIR, non prevede che debba trascorrere un periodo di tempo minimo tra i diversi interventi per poter beneficiare di nuovo della detrazione.

Quindi, se si è già goduto del Bonus infissi su un immobile oggetto di interventi e dovesse essere effettuata una nuova ristrutturazione, che non consista nella mera prosecuzione degli interventi già realizzati, il contribuente potrà avvalersi di nuovo della detrazione nei limiti in vigore.

Più Bonus edilizi sullo stesso immobile: è possibile?

E, invece, come funziona per l’utilizzo di più Bonus edilizi sullo stesso immobile? Si possono cumulare?

Con la circolare numero 24 del 2020, l’Agenzia delle Entrate ha dato il via libera alla cumulabilità delle detrazioni fiscali, ma su spese diverse.

Si legge: “Qualora si realizzino più interventi riconducibili a diverse fattispecie agevolabili, il contribuente potrà fruire di ciascuna agevolazione, nell’ambito di ciascun limite di spesa, a condizione che siano distintamente contabilizzate le spese riferite ai diversi interventi e siano rispettati gli adempimenti specificamente previsti in relazione a ciascuna detrazione”.

Quante volte si può usare il Bonus infissi
Quante volte si può usare il Bonus infissi: in foto due operai installano infissi in un’abitazione.

Faq sul Bonus infissi

Il Bonus infissi copre anche le spese per le persiane?

No, il Bonus infissi non copre direttamente le spese per l’acquisto o la sostituzione delle persiane. Il suo obiettivo principale è incentivare la sostituzione delle finestre con infissi più efficienti dal punto di vista energetico.

Il Bonus infissi 2023 quando scade?

Il Bonus infissi 75% può essere usato fino al 31 dicembre 2025. Questa è la data di scadenza attuale, salvo future proroghe dell’agevolazione.

Il Bonus infissi si applica anche per le persone di età superiore ai 65 anni?

Sì, le persone di età superiore ai 65 anni possono usufruire del Bonus infissi, purché rispettino tutti gli altri requisiti previsti. L’età avanzata non costituisce un ostacolo per beneficiare di questo incentivo.

Il Bonus finestre è disponibile per le persone disabili?

Assolutamente sì, il Bonus infissi è disponibile anche per le persone con disabilità, sia se realizzato come lavoro trainante del Superbonus sia con il Bonus barriere architettoniche. Non ci sono restrizioni legate alla condizione fisica o alla disabilità per beneficiare di questo incentivo.

Posso richiedere il Bonus finestre per una seconda casa?

Sì, è possibile richiedere il Bonus infissi anche per una seconda casa. Le detrazioni fiscali previste dal Bonus finestre non sono limitate esclusivamente alla residenza principale, ma possono essere applicate anche ad altre abitazioni di proprietà, come le seconde case.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’edilizia e sulle agevolazioni sulla casa:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp