Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus infissi Velux: ci sono agevolazioni?

Bonus infissi Velux: ci sono agevolazioni?

Bonus infissi Velux: ecco la guida per ottenere il 50% di finanziamento per la sostituzione degli infissi.

di Alda Moleti

Gennaio 2024

Nell’articolo di oggi parleremo del Bonus infissi Velux e spiegheremo come avere il 50% di finanziamento per la sostituzione di infissi e lucernai (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Che cos’è il Bonus infissi?

Il termine “Bonus infissi” non indica un incentivo fiscale specifico, ma si riferisce a varie agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie, che includono la sostituzione delle finestre tra le spese agevolabili.

Il Bonus infissi non è perciò un incentivo autonomo, bensì una parte di un più vasto insieme di agevolazioni gestite dall’Agenzia delle Entrate. Le specifiche di questo “bonus” dipendono infatti dall’agevolazione principale a cui è annesso.

Tabella delle detrazioni del Bonus infissi 2024

La tabella di seguito illustra le diverse caratteristiche del Bonus infissi, in base alla principale agevolazione a cui si fa riferimento.

Tipologia del Bonus finestreAgevolazione principalePercentuale di detrazioneRequisiti dei nuovi infissiSconto e cessione ammessi
Bonus infissi 50%Bonus casa50% dei costi su una spesa massima di 96.000 euronessuno in particolaNo
Bonus infissi 75%Bonus barriere architettoniche75% dei costi su una spesa massima di 50.000 eurorequisiti specifici pensati per i disabiliSi
Bonus infissi 50%Ecobonus50% dei costi su una spesa massima di 60.000 eurorequisiti specifici pensati per l’efficienza energeticaNo
Tabella delle detrazioni del Bonus infissi 2024

Che come funziona il Bonus infissi Velux?

Se avete in mente di sostituire i vostri vecchi lucernari con le nuove e più efficienti finestre per tetti Velux, potete approfittare di due incentivi fiscali vantaggiosi: l’Ecobonus e il Bonus casa, che offrono un finanziamento statale fino al 50% delle spese sostenute.

L’Ecobonus si rivolge a chi mira a migliorare l’efficienza energetica dell’edificio ed è perfetto per l’installazione di finestre ad alte prestazioni. Il Bonus casa, invece, è pensato per progetti di ristrutturazione più ampi, inclusa la trasformazione di un sottotetto. Entrambi permettono di ottenere un risparmio fino al 50% sul costo delle nuove finestre, con la possibilità di ammortizzare la spesa attraverso una detrazione Irpef nel corso di 10 anni.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come sostituire gli infissi Velux con l’Ecobonus 50%

Se avete in mente di rinnovare il vostro ambiente sostituendo i vecchi lucernari con nuove finestre per tetti di ultima generazione, ma senza intraprendere ulteriori lavori di ristrutturazione, l’Ecobonus rappresenta un’opzione ideale. Questa agevolazione fiscale è progettata per incentivare gli interventi che aumentano l’efficienza energetica degli edifici, come la sostituzione delle finestre per tetti.

Scegliendo di installare modelli Velux di ultima generazione e integrando soluzioni come tapparelle o tende esterne per migliorare l’isolamento termico, potrete beneficiare di una detrazione fiscale fino al 50% delle spese effettuate. Questo significa un notevole risparmio sul costo totale degli interventi.

Un aspetto importante dell’Ecobonus è che non ci sono restrizioni relative alle categorie catastali degli immobili. L’agevolazione è applicabile sia a edifici residenziali che a strutture ad uso commerciale o professionale, come uffici e laboratori. Questo lo rende un’opportunità estremamente versatile, adatta anche se desiderate sostituire le finestre in un edificio adibito a attività professionale, ad esempio un ufficio situato in una mansarda.

Quali sono i limiti di spesa?

Per chi sta considerando la sostituzione delle finestre nell’ambito di ristrutturazioni o miglioramenti complessivi dell’immobile, la detrazione massima complessiva dell’Ecobonus è di 60.000 euro. Questo limite include sia le spese per le finestre che quelle per le schermature solari, ognuna con i propri massimali specifici per metro quadro, che variano a seconda della zona climatica in cui si trova l’edificio.

Per ottenere una valutazione accurata dei costi specifici per i vostri lavori di sostituzione finestre, è utile utilizzare strumenti come il modulo di stima sul sito ufficiale di Velux. Compilandolo, avrete la possibilità di contattare un esperto Velux che vi fornirà assistenza e informazioni dettagliate per sfruttare al meglio le opportunità offerte dagli incentivi fiscali.

Come sostituire gli infissi Velux con il Bonus casa 50%

Se state pianificando la trasformazione del vostro sottotetto in una mansarda e prevedete di sostituire le finestre per tetti esistenti o installare nuovi lucernari, il Bonus casa è un’opportunità da non perdere. Questo incentivo vi consente di recuperare fino al 50% delle spese sostenute per lavori e materiali, concretizzandosi come un significativo supporto finanziario per il vostro progetto.

Il Bonus casa è specificamente rivolto agli interventi di ristrutturazione su edifici residenziali esistenti. Offre una detrazione fiscale del 50% sulle spese effettuate, calcolata sull’imposta lorda Irpef. Tuttavia, il limite massimo di spesa per il quale si può richiedere la detrazione per la ristrutturazione, inclusa la sostituzione delle finestre, è fissato a 96.000 euro.

Ci sono poi limitazioni relative alle categorie catastali che possono accedere al Bonus casa. Questo incentivo fiscale è applicabile solo agli interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria effettuati su immobili con destinazione abitativa. Pertanto, prima di procedere con i lavori, è consigliato verificare l’ammissibilità del proprio immobile a tale agevolazione, per assicurarsi di beneficiare appieno delle opportunità offerte dal Bonus casa.

Bonus-infissi-e-Velux-agenzia
In foto, la pagina del Bonus casa sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus infissi Velux con sconto in fattura?

Quando si parla di incentivi per la sostituzione di finestre Velux, è importante sapere che né l’Ecobonus né il Bonus casa ammettono lo sconto in fattura. Ciò significa che, se i lavori che intendete realizzare rientrano in una di queste categorie, la restituzione dei costi avverrà tramite un rimborso fiscale, sotto forma di detrazione Irpef, distribuita su un periodo di 10 anni. Questo rimborso vi permetterà di recuperare fino al 50% delle spese sostenute.

Inoltre, per interventi coperti dal Bonus infissi con una spesa superiore a 10.000 euro è obbligatorio ottenere l’asseverazione per la congruità dei prezzi. Questo documento attesta la correttezza e l’adeguatezza dei costi previsti per i lavori.

FAQ: Domande frequenti sul Bonus infissi 2024

Posso usufruire del Bonus infissi per un edificio condominiale?

Sì, il Bonus infissi è esteso anche agli interventi su edifici condominiali, a condizione che gli stessi soddisfino i requisiti stabiliti dalle normative delle singole agevolazioni.

Come posso ottenere il Bonus infissi?

Per ottenere il Bonus infissi con detrazione Irpef in 10 anni le spese dei lavori devono essere inserite nella dichiarazione dei redditi. Se invece si utilizza il Bonus finestre 75% è possibile richiedere alla ditta che installa gli infissi di applicare lo sconto in fattura.

Qual è il periodo di validità del Bonus infissi?

Non esiste una scadenza fissa, ma la data varia in base a quale agevolazione si sceglie per usare il Bonus infissi. Ovvero, se viene richiesto all’interno del Bonus casa 50%, del Bonus barriere architettoniche 75% o dell’Ecobonus.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp