Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus internet veloce: 300 euro senza limite Isee

Bonus internet veloce: 300 euro senza limite Isee

Bonus internet veloce: 300 euro senza limite Isee, vediamo nel dettaglio come funziona il piano del governo per promuovere i servizi digitali.

di The Wam

Maggio 2022

Bonus internet veloce: 300 euro senza limite Isee, la nuova agevolazione prevista dal governo ha come obiettivo quello di portare ovunque la banda ultralarga. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Ovvero la possibilità di attivare in tutte le case dei servizi di rete ad almeno 30 Mbps di velocità in download. Oltre a promuovere servizi digitali ormai indispensabili, come Spid, Pec e cloud.

A comunicarlo è stata Infratel, la società che è gestita dal ministero dello Sviluppo economico.

Che fine ha fatto il bonus gomme?

Bonus internet veloce: quando arriva

Quando arriverà il bonus internet veloce? Fra non molto, anche se siamo ai primi passi. Infratel lancerà nei prossimi giorni una consultazione pubblica, potranno partecipare sia i cittadini, sia le società interessate. Potranno tutti ribadire opinioni, commenti, richieste sul piano.

Questa prima parte si concluderà il 31 maggio. Subito dopo il piano sarà presentato alla Commissione europea e disciplinato con un decreto.

Insomma, se tutto va bene il bonus internet veloce dovrebbe essere attivo dalla fine dell’estate.

Bonus internet veloce: come funziona

Tra le proposte del progetto c’è appunto quello dei bonus da 300 euro per l’attivazione di servizi con la banda ultra larga, quella appunto che prevede una velocità massima di download da 20 Mbps.

Il bonus è stato calcolato in base ai prezzi medi delle offerte che sono attualmente sul mercato.

Il contributo dovrebbe coprire metà dei costi di un contratto che preveda la connettività Nga per almeno 24 mesi.

Di cosa si tratta?

La Nga (Next generation access) è un nuovo tipo di accesso a internet in fibra ottica, consente appunto di incrementare in modo importante la velocità di trasmissione.

Il bonus internet veloce sarà in pratica uno sconto sul prezzo di attivazione (se è previsto) o per la copertura dei canoni del servizio. Nella spesa sono compresi anche i dispositivi elettronici necessari per attivare il servizio.

Bonus facciate 2022: le modalità di pagamento

Bonus internet veloce: a chi spetta

Vediamo a chi spetta il bonus internet veloce:

In pratica non potranno accedere a questo bonus solo le famiglie che hanno un contratto, ancora attivo, per un servizio internet di almeno 30 Mbps di velocità massima.

Bonus internet veloce: un contributo a famiglia

Verrà riconosciuto un solo contributo per famiglia. I beneficiari non avranno l’obbligo di restare vincolati al contratto con il quale si ha avuto diritto al bonus. Infatti, per chi decide di cambiare successivamente operatore, l’ammontare che resta del bonus internet veloce sarà utilizzabile per sottoscrivere il nuovo contratto.

Potrebbe essere data priorità a quelle famiglie che vivono nelle zone più svantaggiate e nei comuni montani (meno servizi da una adeguata rete internet).

Bonus internet veloce: condomini cablati

Ma è pronta anche un’altra agevolazione, proposta sempre da Infratel: realizzare nei condomini dei cablaggi verticali, in modo da collegare ogni singolo appartamento.

Bonus ristrutturazioni 2022 in condominio: tabella lavori

Bonus internet veloce: Spid e Pec meno costosi

Sono previsti anche altri interventi. Come la drastica riduzione dei costi per il riconoscimento da remoto per l’attivazione dello Spid o della Pec per ogni cittadino o nucleo familiare.

Ma si punta al cloud per la gestione e l’archiviazione dei servizi multimediali.

Bonus internet veloce: piccole isole

Sono nel frattempo già iniziati i lavori per portare la banda ultra larga (con cavi sottomarini a fibra ottica) nelle isole minori di Lazio, Sardegna, Puglia, Sicilia, Toscana e Sardegna. Quest’intervento è previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp