Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Reddito di cittadinanza / Rischi ISEE e bonus: chi deve rifarlo e come

Rischi ISEE e bonus: chi deve rifarlo e come

La guida completa su come rifare l'ISEE se questo presenta errori.

di Alda Moleti

Maggio 2023

Oggi spiegheremo come rifare l’ISEE se presenta errori e quali sono i rischi se non si interviene (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Come rifare l’ISEE: perché può essere necessario?

Moltissimi cittadini beneficiari di bonus e agevolazioni potrebbero avere un ISEE sbagliato senza nemmeno saperlo. Ci sono infatti errori frequenti che si commettono, soprattutto quando si sceglie di compilare in modo autonomo la DSU, attraverso il servizio di ISEE precompilato, senza aver ben chiara la normativa.

Richiedere infatti autonomamente l’attestazione ISEE fa risparmiare tempo e soldi, tuttavia si devono anche conoscere bene le regole. Il problema che si pone non è infatti se la documentazione sia corretta o meno, ma la difficoltà sta nel capire quali siano i familiari da conteggiare nel nucleo ai fini ISEE. L’ISEE infatti tiene conto di redditi e patrimoni di tutto il nucleo e non solo del richiedente.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Questi errori seppur fatti in buona fede possono avere conseguenze spiacevoli se c’è un controllo da parte dell’INPS. Nel migliore dei casi si perdono bonus e agevolazioni, a cui si ha diritto proprio in base all’ISEE, nel peggiore si rischia una multa piuttosto alta e persino la reclusione.

Nei prossimi paragrafi vedremo proprio quali sono gli errori più frequenti che si fanno quando si compila l’ISEE, come provvedere e anche quali sono i rischi se l’INPS effettua un controllo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come rifare l’ISEE: quali sono gli errori più frequenti?

Il problema più frequente in assoluto quando si compila la DSU per ottenere l’attestazione ISEE è uno sbaglio nel conteggio dei componenti che fanno parte del nucleo familiare, poiché questo non coincide con lo Stato di famiglia

Ricordiamo che il Ministero del Lavoro ha redatto un opuscolo Pdf molto accurato che spiega proprio quali sono i componenti da inserire nel nucleo familiare quando si richiede l’ISEE. In alternativa potete consultare il nostro articolo che spiega proprio chi inserire nel nucleo ai fini ISEE.

Ad ogni modo, nella compilazione della DSU si riscontrano due errori in particolare. Uno riguarda l’inserimento di eventuali figli maggiorenni, che in alcuni casi sono da inserire anche se residenti altrove.

L’altro errore, e forse il più frequente, riguarda i genitori non conviventi o non coniugati, che devono compilare l’ISEE minorenni.

Figli maggiorenni

Se un figlio è maggiorenne e convive con uno o entrambi i genitori, allora questo fa parte del nucleo familiare del genitore con cui convive. Tuttavia un figlio maggiorenne non convivente va inserito comunque nel nucleo se rispetta tutte queste condizioni:

Per la legge italiana, a prescindere dall’ISEE, un figlio maggiorenne si considera a carico dei genitori a fini IRPEF, se:

Genitore non convivente

Quando si richiede l’ISEE per il Reddito di cittadinanza o prestazioni rivolte a minorenni, ad esempio l’Assegno Unico, se i genitori sono non conviventi o non coniugati vanno conteggiati entrambi nel nucleo ai fini ISEE.

Il genitore non convivente con il figlio, viene infatti incluso nello stesso nucleo familiare. Solo se si verifica una di queste casistiche, il genitore non convivente non deve essere incluso nel nucleo:

In alcuni casi invece il genitore non convivente non viene incluso nel nucleo del figlio, ma si tiene comunque conto della sua condizione economica integrando l’ISEE del nucleo con una componente aggiuntiva. Ovvero se:

Come-rifare-lISEE-opuscolo
L’opuscolo del ministero sul nucleo familiare ai fini ISEE.

Come rifare l’ISEE: la procedura

Una volta chiarito quali sono gli sbagli più frequenti, vediamo cosa fare materialmente per rifare l’ISEE se questo presenta errori di qualsiasi tipo.

Nel caso in cui l’ISEE risulti errato e l’errore sia nei dati acquisiti dagli archivi dell’Agenzia delle Entrate e dell’INPS e non nelle informazioni autodichiarate dal richiedente, allora si può presentare un modulo integrativo (Modulo FC.3) e chiedere la rettifica.

Diversamente, ad esempio se l’errore riguarda dati autodichiarati, sarà necessario procedere a compilare nuovamente la DSU e chiedere di nuovo l’attestazione ISEE.

In questo caso però si consiglia di farsi aiutare da CAF e patronati, che svolgeranno un controllo accurato prima di compilare la DSU al fine di richiedere il nuovo ISEE.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=dEwAygJ13NM&w=560&h=315]

Come rifare l’ISEE: cosa si rischia con un ISEE errato?

Richiedere un bonus o un’agevolazione con un’ISEE errato è un reato che comporta pene che vanno da sanzioni amministrative a conseguenze penali.

Prima di tutto ci sarà la revoca immediata del beneficio, con l’obbligo di restituire quanto percepito fino a quel momento. C’è poi una sanzione amministrativa che va da 5.164 euro fino ad un massimo di 25.822 euro. In ogni caso la sanzione non può superare il triplo del beneficio conseguito mediante l’ISEE sbagliato.

Se poi l’ammontare del bonus percepito, con l’ISEE falso, è superiore a 3.999,96 euro allora il reato diventa penale e si rischiano da 6 mesi a 3 anni di reclusione.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp