Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus ISEE sotto i 30000 nel 2024: quali sono e come averli

Bonus ISEE sotto i 30000 nel 2024: quali sono e come averli

Quali sono i Bonus con ISEE sotto i 30mila euro? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Gennaio 2024

In questo articolo vedremo quali sono i principali Bonus con ISEE sotto i 30mila euro nel 2024 e come richiederli (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Tabella dei Bonus con ISEE sotto i 30mila euro

La tabella qui sotto sintetizza le caratteristiche principali dei Bonus con ISEE sotto i 30mila euro disponibili nel 2024.

Bonus / AgevolazioneDestinatariRequisito ISEEImportoModalità di Richiesta
Assegno UnicoFamiglie con figli a carico disabili o con meno di 21 anniNessun limite ISEEVariabile in base all’ISEE e alla composizione del nucleoSito dell’INPS
Bonus asilo nidoI nuclei con figli in età da nidoNessun limite ISEEda 3.600 a 1.500 euroSito dell’INPS
Bonus ediliziDipende dal bonusNessun limite ISEEDipende dal bonusLa spesa va inserita nella dichiarazione dei redditi
Carta acquistiFamiglie con figli < 3 anniISEE ≤ 7.640,18 euro80 euro ogni 2 mesiCompilazione modulo all’ufficio postale
Carta Dedicata a TeFamiglie con almeno 3 componentiISEE ≤ 15.000 euro382,50Assegnazione automatica
Carta Cultura18enniISEE ≤ 35.000 euro500 euroN/A
Bonus bolletteTutti (requisiti ISEE specifici)ISEE vari (vedi testo)Variabile in base all’utenza e alla composizione del nucleo familiareAutomatico con ISEE valido e DSU
Assegno di inclusioneI nuclei con all’interno almeno un membro minore, disabile, over 60 o preso in carica dai servizi socialiISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoniVariabile in base al reddito e alla composizione del nucleo familiareSito dell’INPS
Supporto per la formazione e il lavoroI nuclei non idonei a ricevere l’Assegno di inclusioneISEE ≤ 6.000 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoni350 euro al meseSito dell’INPS
Bonus ISEE sotto i 25mila euro: tabella riassuntiva

Quali sono i Bonus con ISEE sotto i 30mila euro?

Esploriamo nel dettaglio i Bonus con ISEE sotto i 30mila euro. Per ottenere questi bonus, è essenziale avere un ISEE 2024 (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) aggiornato. L’ISEE si può calcolare online tramite la pagina dell’ISEE precompilato sul sito dell’INPS.

Coloro che richiedono assistenza nella compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), il modulo necessario per il calcolo dell’ISEE, possono trovare una guida approfondita nell’articolo su come compilare la DSU.

Assegno Unico per i figli

L’Assegno Unico per i figli è un aiuto mensile destinato a sostenere le famiglie con figli a carico, se affetti da disabilità o con meno di 21 anni.

Questo sostegno è accessibile a tutte le famiglie che rispettano i criteri stabiliti, a prescindere dalla loro condizione economica. L’ammontare dell’assegno cambia in base all’ISEE del nucleo familiare e alla sua composizione.

Per i nuclei con un ISEE inferiore a 16.215 euro, l’importo è di 189,2 euro mensili per ogni figlio minore. Per quelli con un ISEE oltre 43.240 euro, l’assegno scende a 54 euro per figlio. Si prevedono incrementi per casi particolari, come famiglie numerose o con figli minori di un anno.

Per un dettaglio completo sugli importi, si raccomanda di consultare le tabelle nell’articolo sulle fasce ISEE dell’Assegno Unico.

La richiesta per l’Assegno Unico può essere inoltrata attraverso il sito dell’INPS, impiegando sistemi di autenticazione quali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Bonus asilo nido

Il Bonus asilo nido rappresenta un aiuto economico fornito dall’INPS alle famiglie con bambini sotto i 3 anni. Questo beneficio si traduce in un rimborso delle spese per l’iscrizione al nido. In alternativa, nei casi in cui i bambini non possano frequentare l’asilo a causa di patologie croniche, il bonus può essere utilizzato per i servizi di assistenza domiciliare.

Non esistono limiti di reddito per accedere al Bonus nido, ma l’importo massimo annuale del rimborso varia in base all’ISEE del nucleo familiare, oscillando tra 1.500 e 3.600 euro. Le famiglie con un ISEE più basso possono ottenere un importo maggiore.

La richiesta del Bonus nido deve essere effettuata online sul sito dell’INPS, dove è necessario autenticarsi con SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Per agevolare il processo di richiesta, è disponibile una guida dettagliata su come presentare la domanda per il Bonus asilo nido.

Bonus edilizi

I Bonus edilizi comprendono una varietà di agevolazioni fiscali legate alla ristrutturazione e all’arredamento della casa. Questi bonus non richiedono specifici requisiti di reddito. Ecco una panoramica dettagliata delle varie agevolazioni:

Carta acquisti

La Carta acquisti è una carta prepagata che viene caricata ogni due mesi con 80 euro. È destinata principalmente alle famiglie con figli di età inferiore a 3 anni e alle persone di età pari o superiore a 65 anni, purché abbiano un ISEE non superiore a 7.640,18 euro.

Per fare domanda per la Carta acquisti, è necessario compilare un modulo e consegnarlo all’ufficio postale più vicino. Per informazioni dettagliate sui requisiti di reddito e patrimonio, sia mobiliare che immobiliare, è consigliabile consultare una guida approfondita su come ottenere la Carta acquisti.

Carta Dedicata a Te

La Carta Dedicata a Te è un supporto per le famiglie con un ISEE fino a 15.000 euro. Il credito disponibile sulla carta è di 382,5 euro e può essere impiegato per acquisti in supermercati convenzionati, per il pagamento di carburante e per l’acquisto di abbonamenti ai trasporti pubblici.

La procedura per ottenere la Carta Dedicata a Te non prevede una domanda specifica. L’INPS e i Comuni individuano automaticamente i beneficiari utilizzando i dati ISEE esistenti. I nuovi beneficiari riceveranno una notifica tramite una comunicazione postale inviata dal proprio Comune di residenza. Una volta ricevuta questa comunicazione, dovranno recarsi presso l’ufficio postale del loro comune per ritirare la carta.

Per informazioni dettagliate sull’utilizzo della carta e sulle specificità dell’iniziativa, è raccomandata la consultazione dell’articolo dedicato alla Carta Dedicata a Te.

Carta Cultura

La Carta Cultura Giovani sostituisce il Bonus cultura 2023, offrendo ai giovani diciottenni 500 euro da utilizzare in beni e servizi, quali film, musica, biglietti per eventi culturali e altro. Questa iniziativa è rivolta ai giovani che fanno parte di famiglie con un ISEE per l’anno 2024 non superiore a 35.000 euro.

Attualmente, la procedura per richiedere la Carta Cultura Giovani non è ancora stata ufficializzata. Quando sarà disponibile, sarà necessario presentare la domanda per la Carta Cultura online attraverso una piattaforma dedicata, che al momento non è operativa.

Bonus bollette

Il Bonus bollette sarà attivo anche nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2024, al fine di aiutare a ridurre i costi delle bollette di acqua, elettricità e gas.

I criteri per accedere al Bonus bollette sono variati leggermente rispetto all’anno scorso. Nel 2024, per beneficiare del Bonus su acqua e gas, l’ISEE dell’utente non deve superare i 9.530 euro. Per le famiglie numerose (con almeno quattro figli a carico), il limite ISEE per questi bonus è elevato a 20.000 euro.

Il Bonus per le utenze elettriche, invece, resta disponibile per le famiglie con un ISEE fino a 15.000 euro. Per le famiglie numerose, il limite ISEE per questo bonus è stato portato a 30.000 euro.

Il Bonus bollette viene applicato automaticamente come sconto in fattura, eliminando la necessità di una richiesta esplicita da parte dell’utente. L’unico requisito per i beneficiari è compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per il 2024 per ottenere un ISEE valido. Successivamente, l’INPS si occuperà dell’applicazione dello sconto in bolletta in modo autonomo.

Assegno di inclusione

Dal 2024 l’Assegno di inclusione prende il posto del Reddito di cittadinanza, rivolgendosi a specifici gruppi di nuclei familiari. Questo sostegno è indirizzato a famiglie che comprendono almeno un membro con disabilità, un minore, un anziano oltre i 60 anni o una persona presa in carico dai servizi sociali.

Per accedere all’Assegno di inclusione è necessario soddisfare determinati requisiti legati all’ISEE (che deve essere inferiore a 9.360 euro), al reddito familiare e al patrimonio. Questi criteri sono spiegati in modo approfondito nel nostro articolo sui requisiti dell’Assegno di inclusione.

L’intento dell’Assegno di inclusione è quello di integrare il reddito delle famiglie bisognose, offrendo un contributo mensile per garantire che il reddito annuale del nucleo raggiunga un minimo di 6.000 euro. Per comprendere meglio come vengono calcolati gli importi erogati, è consigliata la lettura dell’articolo sugli importi dell’Assegno di inclusione, che offre una panoramica completa sulla metodologia di calcolo e sui diversi scenari possibili.

Supporto per la formazione e il lavoro

Il Supporto per la formazione e il lavoro è una nuova iniziativa introdotta dal 1° settembre 2023 per sostituire il Reddito di cittadinanza. Questo supporto è specificatamente rivolto ai nuclei familiari che non soddisfano i criteri per l’Assegno di inclusione, ovvero quelli composti esclusivamente da individui dai 18 ai 59 anni che non sono in condizioni di disabilità.

Il programma prevede un contributo mensile di 350 euro per i beneficiari, a patto che partecipino attivamente a percorsi formativi e iniziative mirate a migliorare le loro possibilità di reinserimento nel mondo del lavoro.

Il sostegno è erogato per l’intera durata del percorso formativo ed è comunque limitato ad un periodo massimo di 12 mesi.

Per dettagli su come accedere a questo sostegno, inclusi gli importi e i criteri di ammissibilità, è utile consultare la guida al Supporto per la formazione e il lavoro.

Bonus-con-ISEE-sotto-i-30mila-euro-supporto
La pagina dedicata al supporto per la formazione e il lavoro sul sito del Ministero.

FAQ: Domande frequenti sui Bonus con ISEE sotto i 30mila

Quali sono i Bonus con ISEE sotto i 30mila per la spesa?

I bonus per la spesa che possono ancora essere richiesti nel 2024 sono la Carta acquisti e la Carta Dedicata a Te. Le trovate descritte nella sezione precedente.

Quali documenti o informazioni sono necessari per richiedere i Bonus con ISEE sotto i 30mila?

I documenti o le informazioni necessari per richiedere i bonus dipendono dalle specifiche richieste di ciascuna agevolazione. Potrebbe essere richiesto di fornire documenti come attestazione ISEE, dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti specifici. È importante leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus per conoscere i documenti o le informazioni necessari per la richiesta.

Qual è la scadenza per richiedere i Bonus con ISEE sotto i 30mila?

La scadenza per richiedere i Bonus con ISEE sotto i 30mila può variare a seconda del bonus stesso. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza specifica, mentre altri potrebbero avere un periodo di richiesta più esteso. È consigliabile verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus specifici presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp