Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Famiglia / Bonus mamma domani 2023 fino a 1800 euro (+ guida)

Bonus mamma domani 2023 fino a 1800 euro (+ guida)

Ecco chi può ottenere il Bonus mamma domani 2023 e come richiederlo!

di Alda Moleti

Febbraio 2023

Bonus mamma domani 2023: ecco la guida completa (scopri le ultime notizie su agevolazioni economiche e diritti per la famiglia. Leggi su Telegram le novità su educazione, cura e salute dei figli, gravidanza, consigli per neo-mamme e relazioni familiari. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Con il Bonus mamma domani 2023 fino a 1.773,65 euro alle mamme, se sono:

Bonus mamma domani 2023: che cos’è?

Prima di entrare nel vivo di questo articolo è opportuno chiarire di quale agevolazione si parla quando si nomina il “Bonus mamma domani 2023”.

Nei fatti un’agevolazione chiamata dal Governo Bonus mamma domani non esiste e non è mai esistita, ma questo termine è stato usato, negli ultimi tempi, per indicare più di un incentivo.

Fino all’anno scorso quando si parlava di “Bonus mamme domani” o “Bonus mamma domani” si parlava del “Premio alla nascita” dell’INPS, il contributo nazionale di 800 euro che spettava alle neomamme a prescindere dall’ISEE.

Nel 2023 questo incentivo non esiste più, perché la gran parte dei bonus famiglia INPS è stata eliminata e le agevolazioni sono state accorpate all’Assegno Unico.

Quando si parla di “Bonus mamma domani 2023” si parla perciò di un contributo completamente diverso, conosciuto anche come “Bonus mamme disoccupate” e il cui vero nome è “Assegno di maternità dei Comuni”.

Questa agevolazione è pagata dall’INPS, ma gestita dai Comuni e spetta alle neomamme disoccupate, che quindi non possono avere il congedo di maternità e al suo posto ricevono un contributo mensile per cinque mesi.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sulla famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus mamma domani 2023: a chi spetta?

Una volta chiarito di quale contributo parliamo, andiamo a vedere quali sono i requisiti per ottenere il Bonus mamma domani 2023 o il Bonus mamme disoccupate, che dir si voglia.

Hanno diritto al contributo tutte le madri disoccupate o non lavoratrici, residenti in Italia, entro sei mesi dal parto.

Si ha diritto al bonus anche in caso di adozione o affidamento pre-adottivo, se il bambino non ha più di 6 anni (o più di 18 anni se si tratta adozione o affidamento internazionale).

Il bonus spetta alle mamme lavoratrici solo nel caso in cui non siano titolari dell’Assegno di maternità dello Stato, che è un contributo completamente diverso, e se non ricevono nessuna retribuzione dal datore di lavoro per la maternità obbligatoria.

In ogni caso, un requisito sempre necessario per diventare beneficiari dell’Assegno di maternità dei Comuni è che l’ISEE del nucleo familiare della richiedente sia inferiore a 17.747,58 euro.

Nel caso non abbiate il requisito ISEE per diventare beneficiari, perché il reddito familiare è troppo alto, potreste trovare altri bonus da richiede nella nostra guida sulle agevolazioni per tutti i redditi.

Per il resto, il bonus si rinnova ogni anno quindi per il Bonus mamma domani 2023 l’importante è che il bambino sia nato o arrivato in famiglia in un periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2023.

Bonus mamma domani 2023: quali sono gli importi?

Il contributo nel 2023 viene corrisposto per cinque mesi e assegna una cifra pari a 354,73 euro al mese per ogni figlio.

Tuttavia l’INPS paga la somma in un’unico versamento, quindi, l’importo massimo che i beneficiari possono ricevere per le cinque mensilità piene è di 1.773,65 euro per figlio.

In caso di parto gemellare o adozione plurima, le cifre sono più alte poiché l’importo spetta per ciascuno dei figli nati o entrati in famiglia.

Bonus-mamma-domani-2023-schermata-INPS
Bonus mamma domani 2023. Nella foto la pagina dell’INPS dedicata all’Assegno di maternità dei Comuni.

Bonus mamma domani 2023: come si invia la domanda di richiesta?

Le neomamme in possesso dei giusti requisiti possono richiedere l’assegno di maternità al proprio Comune di residenza. Poiché il contributo è gestito a livello locale sarà necessario contattare il proprio ente o verificare sul sito ufficiale quali sono le modalità di presentazione della domanda.

Per quanto riguarda la tempistica, il bonus può essere richiesto entro 6 mesi dalla nascita del bambino o dall’adozione/affidamento.

Il primo passo per presentare la domanda è compilare la nuova DSU 2023 per ottenere l’ISEE in corso di validità, visto che questo bonus spetta solo ai nuclei entro un certo limite di reddito.

La DSU può essere compilata online in prima persona, accedendo con SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) alla pagina web dell’INPS dedicata all’ISEE precompliato. Oppure, se non si ha dimestichezza con la procedura, è possibile chiedere l’aiuto di Caf e Patronati.

Oltre all’attestazione ISEE in genere i Comuni richiedono di allegare alla domanda anche questa documentazione:

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus mamma domani 2023: quando si riceve l’importo?

Una volta presentata la domanda di richiesta, poiché questa deve essere trasmessa dal Comune all’INPS, che materialmente pagherà gli importi, i tempi per ricevere il Bonus mamma domani 2023 non sono rapidissimi.

Volendo fare una stima possiamo dire che in media passano dai 60 ai 120 giorni, dal momento in cui si presenta domanda fino a quando arriveranno i soldi sul conto corrente dei beneficiari.

Comunque, i titolari del Bonus mamma domani possono controllare nel proprio fascicolo previdenziale online quando arriveranno i pagamenti, dopo che la domanda è stata accolta.

Al fascicolo previdenziale si può accedere collegandosi al sito dell’INPS ed effettuando l’accesso con SPID, CIE e CNS. Se avete difficoltà a visualizzare il vostro fascicolo previdenziale potete consultare la nostra guida che spiega come accedervi e a cosa serve.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp