Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus mamme disoccupate 2024, come funziona

Bonus mamme disoccupate 2024, come funziona

Bonus mamme disoccupate 2024: vediamo come funziona, chi ne ha diritto, quali sono i requisiti, come si presenta la domanda e quali sono i documenti necessari per questa prestazione, nota anche come assegno di maternità di base o assegno di maternità dei Comuni.

di The Wam

Gennaio 2024

Vediamo in questo post come funziona il Bonus mamme disoccupate, conosciuto anche come assegno di maternità di base o assegno di maternità dei Comuni. Si tratta di una prestazione assistenziale concessa dai Comuni e pagata dall’INPS. Questo sostegno è stato previsto dall’articolo 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, numero 51. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è il Bonus mamme disoccupate 2024?

Il Bonus mamme disoccupate 2024 è un sostegno per le madri senza impiego. Si tratta di un aiuto economico destinato a chi, durante la gravidanza o alla nascita del figlio, non ha diritto all’indennità di congedo di maternità. Il bonus è riconosciuto sia alle donne che lavoravano prima della gravidanza, sia a quelle che si trovavano in stato di disoccupazione.

Origine e funzionamento

Questo sostegno è stato istituito dall’articolo 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 51. Come accennato è una prestazione assistenziale offerta dai Comuni e finanziata dall’INPS. Il bonus, quindi, combina il supporto locale dei Comuni con la gestione e il finanziamento a livello nazionale da parte dell’INPS.

A chi si rivolge

Il Bonus mamme disoccupate è rivolto in particolare alle mamme che non stanno lavorando e che, di conseguenza, non possono accedere all’indennità di congedo di maternità standard. Sono incluse le donne che hanno perso il lavoro durante la gravidanza o che non erano impiegate prima di diventare madri.

Condizioni economiche e requisiti

Per ricevere il bonus, è fondamentale che le condizioni economiche della famiglia rispettino una certa soglia Isee. Il requisito assicura che il sostegno vada alle famiglie che ne hanno più bisogno. La soglia Isee viene rivista ogni anno, per assicurarsi che il bonus sia sempre in linea con le condizioni economiche attuali.

Aggiornamenti 2024

Nel 2024, il bonus è stato adeguato all’inflazione registrata dall’indice Istat di riferimento. L’incremento è stato del 5,4%.ò Modificata di conseguenza anche la soglia Isee richiesta per accedervi.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Requisiti per il Bonus mamme disoccupate 2024

Chi può richiederlo?

Ecco chi può fare richiesta del bonus:

Condizioni specifiche

Non tutte le donne che rientrano nelle categorie sopra possono accedere al bonus. È essenziale che la madre:

Requisito economico

Un aspetto chiave per l’accesso al bonus è la situazione economica della famiglia:

Casi specifici: nascita, affidamento preadottivo, adozione

Il bonus è disponibile per eventi specifici:

Gli importi della misura di sostegno

Per il 2024, l’importo del bonus, grazie rivalutazione del 5,4%, è aumentato dai 383,46 euro del 2023 a circa 404 euro per ogni mese di supporto. Complessivamente, una madre potrebbe ricevere un bonus totale di 2.020 euro nell’arco di 5 mesi.

Confronto con l’indennità di maternità INPS

È importante notare che, se l’importo del bonus risulta superiore all’indennità di congedo di maternità erogata dall’INPS, le mamme possono comunque richiedere l’assegno di maternità dai Comuni. In questo caso, tuttavia, riceveranno solo la differenza tra le due prestazioni.

Fiscalità e cumulabilità

Il Bonus mamme disoccupate non viene considerato come reddito ai fini fiscali e previdenziali. Inoltre, è cumulabile con altri bonus famiglia, offrendo così un ulteriore vantaggio alle mamme.

Come si presenta la domanda

La procedura per richiedere il Bonus mamme disoccupate è diretta e chiara. La domanda va presentata al Comune di residenza, seguendo le indicazioni fornite dall’amministrazione locale. Le madri hanno un tempo massimo di 6 mesi dall’evento che dà diritto al bonus (come la nascita, l’affidamento preadottivo o l’adozione) per presentare la loro richiesta.

Modalità di pagamento

Anche se la domanda viene presentata al Comune, è l’INPS che si occupa del pagamento dell’assegno. Il pagamento viene effettuato in un’unica soluzione, su base mensile, e non oltre 45 giorni dalla ricezione dei dati trasmessi ai Comuni.

I requisiti Isee per il Bonus mamme disoccupate 2024

Per accedere al Bonus mamme disoccupate 2024, è essenziale quindi soddisfare specifici requisiti economici. Il fulcro di questi requisiti, come abbiamo accennato, è l‘Indicatore ISEE. Per il 2024, il limite Isee fissato per avere diritto al sostegno è di 19.185,13 euro.

Documenti necessari per la richiedere il bonus

Presentare una domanda per il Bonus mamme disoccupate richiede la compilazione e la presentazione di alcuni documenti. Ecco quali:

Documenti personali e ISEEE

Documenti relativi alla situazione lavorativa

Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID): questo documento è essenziale per dimostrare la situazione di disoccupazione o inoccupazione della madre.

Altri documenti richiesti

Informazioni bancarie

Attestazione della banca o di Poste Italiane: questo documento deve includere il codice IBAN del conto corrente o della carta su cui verrà accreditato l’importo del bonus.

Documenti aggiuntivi in base alle richieste del Comune

È importante tenere presente che alcuni Comuni potrebbero richiedere documenti aggiuntivi, a seconda delle loro specifiche necessità.

Tempistica per l’emissione del Bonus

Dopo la presentazione della domanda completa, i Comuni effettuano le necessarie verifiche. Il termine ordinario per l’emanazione dei provvedimenti è di 30 giorni, come stabilito dalla legge n. 241/1990. Tuttavia, in alcuni casi, la legge può fissare termini diversi.

In questo video le informazioni base riferite al 2023 (cambiano i requisiti ISEE e l’importo rispetto al 2024)

Differenza con l’indennità di Congedo di maternità INPS

Il Bonus mamme disoccupate 2024 è dunque un sostegno specifico per le madri disoccupate, erogato dai Comuni e coordinato dall’INPS. Questo aiuto è destinato alle madri che, al momento della gravidanza o della nascita del bambino, non hanno diritto all’indennità di congedo di maternità standard.

L’Indennità di Congedo di maternità INPS

L’INPS, d’altra parte, gestisce un’indennità di congedo di maternità diversa, basata sull’ultimo stipendio percepito dalla lavoratrice. Questa indennità è disponibile per:

Condizioni per l’indennità di Congedo di maternità INPS

  1. Inizio del congedo entro 60 giorni dall’ultimo giorno di lavoro: per le lavoratrici che hanno iniziato il congedo di maternità poco dopo aver terminato il loro impiego.
  2. Percezione dell’indennità di disoccupazione: per le lavoratrici che stanno ricevendo l’indennità di disoccupazione al momento dell’inizio del congedo.
  3. Contributi versati all’INPS: in particolare, se il congedo è iniziato entro 180 giorni dall’ultimo giorno di lavoro e la lavoratrice ha versato 26 contributi settimanali nei due anni precedenti l’inizio del congedo.

Integrazione tra Bonus e Indennità

Se l’importo dell’indennità di congedo di maternità INPS è inferiore a quello del Bonus mamme disoccupate, la madre può richiedere il bonus per ricevere la differenza. Questo assicura che le madri disoccupate ricevano il massimo sostegno possibile.

In conclusione, il Bonus mamme disoccupate 2024 e l’indennità di congedo di maternità INPS si differenziano nelle loro condizioni di accesso e nel gruppo di destinatari. Mentre l’INPS si concentra sulle lavoratrici che hanno recentemente lasciato il lavoro o che ricevono l’indennità di disoccupazione, il bonus dei Comuni si rivolge a quelle madri che non rientrano in queste categorie ma che hanno comunque bisogno di supporto durante un periodo così critico della loro vita.

Bonus mamme disoccupate 2024, come funziona
Nell’immagine una donna in gravidanza legge con attenzione le notizie sul bonus mamme disoccupate.

FAQ (domande e risposte)

Cos’è il “Bonus mamme disoccupate 2024”?

Il Bonus mamme disoccupate 2024 è una prestazione assistenziale, nota anche come assegno di maternità di base o assegno di maternità dei Comuni. È destinato alle madri che non lavorano durante la gravidanza o alla nascita del loro bambino e che non hanno diritto all’indennità di congedo di maternità standard. Questo sostegno è concesso dai Comuni e finanziato dall’INPS.

Quali sono i requisiti per ottenere il bonus mamme disoccupate?

Per ottenere il Bonus mamme disoccupate, è necessario soddisfare alcuni criteri:

  1. Essere cittadine italiane o comunitarie, familiari titolari della carta di soggiorno, titolari di permesso di soggiorno, o titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
  2. Non avere una copertura previdenziale obbligatoria che permetta l’accesso al congedo di maternità INPS.
  3. L’assegno è disponibile per eventi come la nascita, l’affidamento preadottivo e l’adozione.

Quale importo prevede il bonus mamme disoccupate nel 2024?

Nel 2024, il Bonus mamme disoccupate prevede un importo aggiornato a seguito di una rivalutazione del 5,4%. L’importo è aumentato da 383,46 euro del 2023 a circa 404 euro per ogni mese di supporto, per un totale di 2.020 euro distribuiti in 5 mensilità.

Come si presenta la domanda per il bonus mamme disoccupate?

Per presentare la domanda per il Bonus mamme disoccupate, è necessario rivolgersi direttamente al proprio Comune, seguendo le modalità indicate dall’amministrazione locale. La domanda deve essere presentata entro 6 mesi dall’evento che dà diritto al bonus (nascita, affidamento preadottivo, adozione). Anche se presentata al Comune, l’assegno verrà pagato dall’INPS.

Qual è il limite Isee per accedere al bonus mamme disoccupate?

Il limite Isee per accedere al Bonus mamme disoccupate nel 2024 è stato fissato a 20.221,12 euro, a seguito di una rivalutazione del 5,4%.

Come si differenzia il bonus mamme disoccupate dall’indennità di congedo maternità Inps?

La principale differenza tra il Bonus mamme disoccupate e l’indennità di congedo di maternità INPS riguarda il gruppo di destinatari e le condizioni per l’erogazione. Mentre l’indennità INPS è calcolata sulla base dell’ultimo stipendio percepito e può essere concessa alle lavoratrici disoccupate o sospese sotto determinate condizioni (congedo iniziato entro 60 giorni dall’ultimo lavoro, percezione dell’indennità di disoccupazione, o contributi INPS versati per lavori specifici), il Bonus mamme disoccupate è rivolto a quelle madri che non rientrano in queste categorie ma necessitano comunque di supporto finanziario durante il periodo di maternità.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp