Bonus matrimonio 2021: come richiederlo?

Come richiedere il bonus matrimonio 2021: scopri la procedura e gli importi previsti per aziende e privati.

4' di lettura

Bonus matrimonio 2021: come richiederlo? L’ emendamento al DL Sostegni bis, approvato ma non ancora convertito in legge (tra poco spiegheremo che significa), è rivolto sia alle imprese che alle future coppie di sposi. Scopriamo in cosa consiste questo nuovo bonus.

INDICE

Bonus matrimonio 2021: cos’è e chi può richiederlo?

Il bonus matrimonio, inserito in un emendamento del Decreto Sostegni bis, garantisce una detrazione fiscale per gli sposi fino a un massimo di 25mila euro e un contributo a fondo perduto per alcuni tipi imprese.

Nello specifico la misura di sostegno, promossa dal governo Draghi, è rivolta a:

  1. aziende residenti o stabilite in Italia che:
    • che svolgono attività d’impresa, arte o professione, oppure che producono reddito agrario;
    • che hanno un codice ATECO che attesta la loro attività nel settore della ristorazione collettiva o del wedding.
  2. sposi come detrazione su spese che includono:
    • servizi di catering e ristorazione;
    • affitto di locali;
    • addobbi floreali;
    • servizio di wedding planner;
    • abiti degli sposi;
    • servizio fotografico;
    • servizio di trucco e acconciatura.

Se vuoi fare domande specifiche sul bonus matrimonio 2021, il reddito di emergenza o le tematiche del lavoro, seguici su Instagram.

Bonus matrimonio 2021: quanto spetta?

Per le imprese il contributo a fondo perduto ammonta al 30% delle differenza fra il calo di fatturato annuale del 2020 e quello del 2019. Fanno eccezione le aziende avviate o costituite nel 2019 o nel 2020 che riceveranno un contributo da 5.000 euro

Gli sposi potranno portare in detrazione il bonus matrimonio per gli anni 2021, 2022 e 2023, in relazione alle spese ammesse all’incentivo e documentate, per un massimo del 25% della spesa e cifre fino a 25mila euro.

Ricevi tutte le news sul bonus matrimonio 2021, i bonus e il lavoro su whatsapp.

Bonus matrimonio 2021: come richiederlo?

Quando l’emendamento al Decreto Sostegni bis verrà convertito in legge, il bonus matrimonio potrà essere chiesto da aziende e sposi in questo modo:

  1. per le aziende: compilare un’autocertificazione, destinata alla supervisione dell’Agenzia delle Entrate, che attesti il calo di fatturato e il codice Ateco dell’impresa
  2. Per gli sposi: la detrazione verrà riconosciuta in 5 quote annuali dello stesso importo in dichiarazione del redditi


Quando richiedere il contributo?

L’emendamento al Decreto Sostegni bis è stato approvato e ora dovrà essere convertito in legge. Dopo la pubblicazione del Decreto attuativo verranno fornite tutte le indicazioni e le tempistiche della procedura per ottenere il bonus.

In Italia è intanto possibile richiedere il congedo matrimoniale. Nel prossimo paragrafo vedremo cos’è e a chi spetta questo particolare tipo di assegno.

Congedo matrimoniale: cos’è e a chi spetta

Si tratta di un assegno concesso in occasione di un congedo straordinario della durata di otto giorni per il matrimonio, civile o concordatario, da usufruire entro i 30 giorni successivi alla data dell’evento.

L’assegno riconosciuto per il congedo matrimoniale spetta ad entrambi i coniugi quando l’uno e l’altra vi abbiano diritto.

A chi spetta

L’assegno per congedo matrimoniale spetta agli operai, agli apprendisti, ai lavoratori a domicilio, ai marittimi di bassa forza dipendenti da aziende industriali, artigiane, cooperative, che: 

  1. contraggono matrimonio civile o concordatario; 
  2. possono far valere un rapporto di lavoro da almeno una settimana; 
  3. usano effettivamente del congedo (assenza dal lavoro) entro 30 giorni dalla celebrazione del matrimonio. 

Spetta anche a: 

  1. ai lavoratori disoccupati che, nei novanta giorni precedenti il matrimonio, hanno prestato, per almeno 15 giorni, la propria opera alle dipendenze delle aziende; 
  2. ai lavoratori, che ferma restando l’esistenza del rapporto di lavoro, per un qualunque giustificato motivo non siano comunque in servizio (per esempio malattia, sospensione dal lavoro, richiamo alle armi). 

Non si ha diritto all’assegno quando si contrae il solo matrimonio religioso. Si può aver diritto a successivi assegni solo se vedovi o divorziati. (Visita la pagina Inps per scoprire tutti i dettagli sulla procedura per ottenere i congedi matrimoniali).

Bonus matrimonio 2021: come richiederlo?
Bonus matrimonio 2021: come richiederlo?

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie