Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali / Bonus mobili ed elettrodomestici per disabili nel 2024

Bonus mobili ed elettrodomestici per disabili nel 2024

Come funziona il Bonus mobili ed elettrodomestici per persone disabili nel 2024? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Luglio 2024

In questo articolo vedremo che cos’è e come funziona il Bonus mobili ed elettrodomestici per persone disabili nel 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Che cos’è il Bonus mobili ed elettrodomestici per persone disabili nel 2024?

Partiamo con il chiarire che, in realtà, non esiste nessun Bonus mobili ed elettrodomestici specifico per le persone con disabilità. Il Bonus mobili è infatti aperto a tutti e prevede una detrazione del 50% applicabile su un importo massimo del 50%, quando si acquistano arredi e grandi elettrodomestici.

Tuttavia, i disabili possono usufruire di una doppia detrazione se acquistano, ad esempio, poltrone relax elettriche, dotate di motore. Queste infatti, poiché finalizzate al sollevamento di persone anziane e disabili, possono godere di due detrazioni. Da un lato, è possibile sfruttare il bonus mobili, dall’altro si ha diritto alla detrazione prevista dalla Legge 104/92.

Quest’ultima prevede una detrazione fiscale del 19%, in aggiunta all’applicazione di un’aliquota IVA agevolata al 4%. Per maggiori informazioni sulle varie detrazioni che spettano con la Legge 104 vi invitiamo a leggere il nostro articolo sulle agevolazioni destinate ai disabili.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funziona il Bonus mobili ed elettrodomestici per persone disabili nel 2024?

A chi spetta il Bonus mobili 2024?

Il Bonus mobili ed elettrodomestici rappresenta un incentivo volto a finanziare l’acquisto di arredamenti e grandi elettrodomestici per interni e consente una detrazione Irpef del 50%, ripartita su dieci anni, con un limite massimo di spesa di 5.000 euro.

Per accedere a questo vantaggio, è essenziale aver effettuato di recente lavori di ristrutturazione sull’immobile. In particolare, per qualificarsi al Bonus mobili 2024, i lavori di ristrutturazione devono essere iniziati a partire dal 1° gennaio 2023.

A differenza di altre agevolazioni fiscali, il Bonus mobili non prevede uno sconto immediato in fattura. Il vantaggio si concretizza esclusivamente in uno sconto fiscale, che può essere fruito tramite la dichiarazione dei redditi.

Cosa rientra nel Bonus mobili 2024?

Le spese ammesse dal Bonus mobili 2024, come specificato nella guida ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, includono:

Bonus mobili ed elettrodomestici per disabili nel 2024
Bonus mobili ed elettrodomestici per disabili nel 2024 – Uno screen della pagina dedicata al Bonus mobili, sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Quali sono gli importi del Bonus mobili 2024?

Il Bonus mobili 2024 offre una detrazione Irpef del 50%, applicabile fino a un massimo di 5.000 euro di spesa per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Questa detrazione fiscale è progettata per ridurre l’Irpef, agendo come uno sconto sulle imposte dovute alla fine dell’anno fiscale. Per beneficiarne, è quindi fondamentale essere contribuenti Irpef.

In pratica, se una persona non ha redditi o ha un reddito talmente basso da non dover pagare l’Irpef, cioè è un “incapiente fiscale”, non può usufruire del Bonus mobili. Ciò accade perché, in assenza di un’imposta Irpef da cui detrarre, la detrazione non trova applicazione, rendendo il bonus non fruibile per questi individui.

Come richiedere il Bonus mobili 2024

Per accedere al Bonus Mobili 2024, non è necessario presentare una domanda formale, ma è sufficiente inserire le spese qualificate nella propria dichiarazione dei redditi. Facendo ciò, si potrà beneficiare di una detrazione Irpef del 50% sui costi ammissibili, suddivisa su un periodo di dieci anni.

Per qualificarsi a questa agevolazione, è fondamentale che i pagamenti per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici siano effettuati mediante strumenti tracciabili, quali bonifico bancario o carte di credito o debito. I pagamenti in contanti o tramite assegni non sono accettati per la fruizione di questo bonus.

FAQ: Domande frequenti sul Bonus mobili 2024

Chi ha diritto al Bonus mobili 2024?

Chiunque abbia effettuato lavori di ristrutturazione documentati a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici.

Quante volte si può richiedere il Bonus mobili 2024?

Si può ottenere un Bonus mobili ed elettrodomestici per ogni immobile ristrutturato, quindi lo stesso proprietario può ottenere l’agevolazione più di una volta.

Si può richiedere il Bonus mobili se la ristrutturazione è stata effettuata con il Bonus casa?

Si! Il Bonus mobili è utilizzabile anche se la ristrutturazione edilizia è stata effettuata usando il Bonus casa o un’altra delle agevolazione edilizie esistenti.

Si può ottenere il Bonus mobili 2024 senza ristrutturazione?

Trovate un elenco completo delle operazioni di manutenzione che danno diritto all’agevolazione nel nostro articolo dedicato a come ottenere il Bonus mobili senza ristrutturazione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’edilizia e sulle agevolazioni sulla casa:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp