Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus patente 2024 fino a 2500 euro

Bonus patente 2024 fino a 2500 euro

Come funziona il Bonus patente nel 2024? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Marzo 2024

In questo articolo vedremo a chi spetta e come ottenere il Bonus patente nel 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Come funziona il Bonus patente nel 2024?

Il Bonus patente rappresenta un vantaggio rivolto ai giovani dai 18 ai 35 anni e consiste in un contributo di massimo 2.500 euro. Questo sostegno finanziario sarà attivo anche nel 2024 e copre l’80% delle spese per acquisire le patenti C, C1, CE, C1E, D, D1, DE, D1E e la Carta di Qualificazione del Conducente (CQC).

Valido fino al 31 dicembre 2026, il contributo può essere richiesto attraverso la specifica piattaforma dedicata al Bonus patente. Qui, accedendo con SPID, CIE o CNS, si riceve un voucher utilizzabile nelle autoscuole convenzionate, che permette di beneficiare immediatamente di uno sconto al momento del pagamento.

È possibile richiedere il Bonus patente 2024 a partire dalle ore 12 del 4 marzo 2024 fino ad esaurimento delle risorse disonibili. 

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

A chi spetta il Bonus patente nel 2024?

Il Bonus patente è una misura destinata ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che aspirano a ottenere la patente o le abilitazioni professionali per la guida di veicoli impiegati nell’autotrasporto di persone e merci.

Il Bonus coprirà l’80% delle spese affrontate dai beneficiari, fino a un massimo di 2.500 euro.

Sono eleggibili al Bonus i giovani tra i 18 e i 35 anni, nel periodo compreso tra il 1° marzo 2022 e il 31 dicembre 2026, che conseguono una delle seguenti patenti: C, C1E, CE, D1, D1E, D, DE e la Carta di Qualificazione del Conducente (CQC).

Il Bonus patente 2024 è accessibile anche a chi beneficia della Naspi o dell’Assegno di inclusione.

Come richiedere il Bonus patente nel 2024?

Per richiedere il Bonus patente 2024 basta accedere alla piattaforma del Ministero dei Trasporti. Il primo passo richiede la registrazione sulla piattaforma utilizzando le credenziali di identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e poi la compilazione della domanda con i dati necessari.

Successivamente, è necessario attendere l’emissione del Bonus da parte del Ministero, che sarà visualizzabile nell’area personale della piattaforma.

Una volta ottenuto, il Bonus può essere impiegato presso le autoscuole accreditate sulla piattaforma, le quali applicheranno uno sconto immediato sul costo della formazione equivalente all’importo del voucher.

Le autoscuole partecipanti sono elencate sul sito ufficiale del Bonus patente, nella sezione Trova una sede. Per supporto nella compilazione della domanda è possibile consultare la nostra guida su come richiedere il Bonus patente.

In ogni caso, è importante utilizzare il Bonus entro 60 giorni dalla sua emissione, poiché oltre tale termine il voucher verrà automaticamente annullato.

Bonus-patente-nel-2024-sito
In foto, la pagina del Bonus patente sul sito del Ministero.

Quali sono gli altri Bonus auto 2024?

Adesso vedremo quali sono le altre agevolazioni attive nel 2024 e pensate per gli automobilisti.

Che cos’è il Bonus box auto 2024?

Il Bonus box auto rappresenta un ulteriore incentivo inserito nell’ambito dei Bonus edilizi 2024, destinato ai proprietari di veicoli. Questa iniziativa, estesa fino alla fine del 2024, consente di beneficiare di una detrazione fiscale del 50% per le spese sostenute nella costruzione o nell’acquisto di box auto.

Il Bonus box auto non costituisce, infatti, un incentivo a sé stante, ma rientra nell’ambito dell’agevolazione per le ristrutturazioni edilizie, conosciuta anche come Bonus casa 50%, che include le spese per l’acquisto e la costruzione di garage e posti auto.

Le spese ammesse dall’agevolazione comprendono:

Questa detrazione del 50% si applica fino a un importo massimo di 96.000 euro e per usufruirne è necessario includere le spese nella dichiarazione dei redditi.

Che cos’è il Bonus rottamazione auto 2024?

Il Bonus rottamazione auto rappresenta una misura ben consolidata, ovvero si tratta dei ben noti incentivi auto destinati all’acquisto di veicoli nuovi a basso impatto ambientale.

Anche nel 2024 sarà possibile richiedere questi incentivi quando si rottama un veicolo usato per comprarne uno nuovo. Inoltre, quest’anno è previsto un aumento degli importi spettanti del 25% per gli acquirenti con un valore ISEE sotto i 30.000 euro.

Per beneficiare dell’Ecobonus, l’acquirente deve rivolgersi al concessionario, che applicherà lo sconto direttamente in fattura e si occuperà delle procedure di richiesta e prenotazione dell’incentivo.

Inoltre, è utile sapere che chi desidera accedere all’incentivo avvalendosi della rottamazione può farlo rottamando un veicolo di categoria inferiore ad Euro 5, indipendentemente dalla data di prima immatricolazione.

Trovate tutte le informazioni necessarie, inclusi importi e requisiti nel nostro articolo dedicato al Bonus auto.

FAQ: domande frequenti sui Bonus auto nel 2024

Quali sono le caratteristiche del “Bonus auto 2024” per le auto usate?

Il Bonus auto 2024 per le auto usate è caratterizzato dall’incentivazione all’acquisto di veicoli usati con determinati requisiti. Le auto devono avere emissioni fino a 160 g/km di CO2 e un prezzo massimo di 25.000 euro. Inoltre, per ricevere un contributo di 2.000 euro, è necessaria la rottamazione contestuale di una vettura di classe Euro 4 o inferiore. Questo incentivo è progettato per rendere più accessibili le auto usate più ecologiche e sostenibili.

Come influisce il reddito ISEE sull’accesso al “Bonus auto 2024”?

Il reddito ISEE influenza l’accesso al Bonus auto 2024 stabilendo una soglia di eleggibilità per alcuni incentivi. In particolare, per la rottamazione delle vetture Euro 5 e l’acquisto di auto elettriche o plug-in con emissioni di CO2 fino a 60 g/km, è richiesto un ISEE inferiore a 30.000 euro. Questo criterio mira a rendere gli incentivi più accessibili alle famiglie e agli individui con redditi più bassi, promuovendo così una mobilità sostenibile tra una gamma più ampia di cittadini.

Qual è il contributo massimo previsto dal “Bonus auto 2024”?

Il contributo massimo previsto dal Bonus auto 2024 è di 13.750 euro. Questo importo è riservato per l’acquisto di auto elettriche da parte di acquirenti con un ISEE inferiore a 30.000 euro, accompagnato dalla rottamazione di una vettura appartenente alle classi Euro 0, 1 o 2. Questo livello di contributo è progettato per incentivare fortemente l’acquisto di veicoli a emissione zero, sostenendo così la transizione verso una mobilità più pulita.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp