Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali » Contributi per famiglie / I bonus per chi guadagna poco: cosa esiste in Italia

I bonus per chi guadagna poco: cosa esiste in Italia

Cosa sono i Bonus per chi guadagna poco? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Maggio 2024

In questo articolo vedremo a chi spettano e come richiedere i Bonus per chi guadagna poco (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cosa sono i Bonus per chi guadagna poco?

In un contesto economico dove il costo della vita continua a crescere, molte persone con stipendi bassi si trovano a fare i conti con difficoltà finanziarie. Fortunatamente, lo Stato italiano offre una serie di misure di sostegno per coloro che hanno redditi modesti.

Nello specifico potremmo distinguere i Bonus per chi guadagna poco in tre grandi categorie:

Qual è la differenza tra reddito e ISEE?

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) è utilizzato per valutare la situazione economica effettiva di un nucleo familiare, prendendo in considerazione non solo i guadagni, ma anche il numero di persone che devono essere mantenute con tali entrate. Questo indicatore considera elementi come la composizione del nucleo familiare e la presenza di disabili o minori, che non generano reddito.

Per determinare l’ISEE, si valutano anche i patrimoni familiari. Specificatamente, l’ISEE include il patrimonio mobiliare, come investimenti e depositi bancari, e il patrimonio immobiliare, che comprende immobili e terreni di proprietà, esclusa l’abitazione principale.

Diversamente, il reddito è personale e si determina in base alla dichiarazione dei redditi e costituisce, quindi, la somma dei redditi propri dichiarati ai fini dell’Irpef. Quando si parla di “reddito familiare“, si intende semplicemente la somma dei redditi personali di tutti i membri di un nucelo familiare.

L’ISEE, invece, si riferisce sempre al nucleo familiare e non esiste un ISEE personale: il suo valore è lo stesso per tutti i membri della famiglia, indipendentemente da chi lo richieda. Questo perché riflette la situazione economica complessiva del nucleo.

Ad esempio, se due coniugi lavorano e hanno redditi personali diversi, il valore ISEE rimane unico per entrambi, poiché considera i redditi e i patrimoni di tutte le persone che convivono.

Come ottenere i Bonus per chi guadagna poco con ISEE corrente

Per ottenere i Bonus basati sull’ISEE è necessario richiedere all’INPS l’ISEE ordinario, che è comunque relativo ai dati di due anni prima.

Nel caso in questi due anni ci sia stato un peggioramento delle condizioni economiche, è possibile però richiedere l’ISEE corrente. Il valore dell’ISEE corrente, in quanto più basso di quello ordinario, molto spesso da diritto a Bonus e agevolazioni a cui il nucleo prima non aveva diritto.

Quando compilare l’ISEE corrente

L’ISEE corrente è essenziale per aggiornare la situazione ISEE in caso di un peggioramento significativo delle condizioni lavorative o economiche rispetto al biennio precedente, il periodo di riferimento per l’ISEE ordinario. Questo strumento si rivela particolarmente utile quando si verificano cambiamenti rilevanti nella situazione finanziaria di una famiglia, che danno diritto a Bonus e agevolazioni maggiori.

Per richiedere all’ISEE corrente, si devono verificare specifiche condizioni:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funzionano i Bonus per chi guadagna poco

Bonus in busta paga per chi guadagna poco

Il trattamento integrativo, precedentemente noto come Bonus Renzi, è uno dei Bonus in busta paga più conosciuti; è destinato a lavoratori dipendenti e disoccupati (percettori di Naspi) con un salario annuo non superiore a 28.000 euro.

Questo bonus garantisce un incremento netto di 100 euro mensili per dodici mesi se il reddito non supera i 15.000 euro. Oltre questa soglia, l’importo dell’ex Bonus Renzi diminuisce progressivamente al salire del reddito e si azzera quando questo raggiunge i 28.000 euro.

Parallelamente, vi è lo sgravio contributivo che riduce la percentuale dei contributi previdenziali dovuti, normalmente al 9,19%, a soli 2,19% per chi guadagna meno di 1.923 euro al mese, risultando in un aumento dello stipendio di circa 65 euro al mese. Per gli stipendi un po’ più alti, fino a 2.692 euro, lo sgravio è del 6%, portando la percentuale al 3,19%.

Un’altra importante agevolazione è lo sgravio contributivo per mamme lavoratrici, che offre un esonero totale dei contributi fino a un massimo di 3.000 euro annui a chi ha due figli, di cui almeno uno minore di 10 anni.

Bonus basati sull’ISEE

Per chi ha un ISEE basso ci sono vari bonus disponibili, qui sotto ve ne offriamo una veloce panoramica. Se volete un quadro più completo, vi invitiamo a consultare il nostro articolo dedicato ai Bonus con ISEE basso 2024, dove trovate un approfondimento esaustivo di ogni agevolazione attiva:

Bonus per chi guadagna poco
In foto, la pagina ufficiale dell’Assegno di inclusione sul sito dell’INPS.

Bonus basati sul reddito

Esistono anche aiuti che si basano esclusivamente sul reddito, indipendentemente dall’ISEE. I principali sono quelli elencati di seguito:

FAQ: Domande frequenti sui Bonus ISEE basso 2024

Quali sono i Bonus ISEE basso 2024 per la spesa?

I bonus per la spesa che Possono ancora essere richiesti nel 2024 sono la Carta acquisti e la Carta Dedicata a Te. Le trovate descritte nella sezione precedente.

Quali documenti o informazioni sono necessari per richiedere i Bonus ISEE basso 2024?

I documenti o le informazioni necessari per richiedere i bonus dipendono dalle specifiche richieste di ciascuna agevolazione. Potrebbe essere richiesto di fornire documenti come attestazione ISEE, dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti specifici. È importante leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus per conoscere i documenti o le informazioni necessari per la richiesta.

Qual è la scadenza per richiedere i Bonus ISEE basso 2024?

La scadenza per richiedere i Bonus ISEE basso 2024 può variare a seconda del bonus stesso. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza specifica, mentre altri potrebbero avere un periodo di richiesta più esteso. È consigliabile verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus specifici presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp