Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità / Bonus per disabili 2024: cosa esiste e quando puoi chiederlo

Bonus per disabili 2024: cosa esiste e quando puoi chiederlo

Come funzionano i Bonus per persone disabili 2024? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Maggio 2024

In questo articolo vedremo quali sono e a chi spettano i Bonus per persone disabili 2024 (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Tabella dei Bonus per persone disabili 2024

Nel 2024 le persone con disabilità possono usufruire di diverse agevolazioni. Qui sotto vi presentiamo una tabella che riassume i principali Bonus per persone disabili nel 2024.

AgevolazioneDescrizione
Assegno Ordinario di InvaliditàPer chi ha ridotto la propria capacità lavorativa a meno di un terzo, con almeno 67% di invalidità.
Assegno Mensile per Invalidi ParzialiAssegno per invalidi civili (74%-99% invalidità); indennità di frequenza minore per i disabili fino a 18 anni.
Pensione di InabilitàPer persone con inabilità lavorativa totale e permanente (100% invalidità).
Assegno di InclusioneAssegno per persone con disabilità e le loro famiglie, con maggiorazioni per condizioni di invalidità gravissima.
Maggiorazione Assegno Unico per figli disabiliAumento dell’Assegno Unico Universale per genitori di figli con disabilità.
Sostegno Famiglie con Figli DisabiliContributo mensile per genitori disoccupati o con un solo reddito e con figli con disabilità (minimo 60% invalidità).
Bonus Grandi InvalidiBonus mensile di 878 euro per individui con invalidità grave e totale.
Detrazioni Fiscali per Persone con DisabilitàDetrazione del 19% per spese mediche, acquisti di ausili tecnologici e veicoli adattati, IVA agevolata al 4%.
Contributi per Diritto allo StudioSupporto per l’acquisto di libri scolastici e materiale didattico, esenzione delle borse di studio dal reddito.
Esenzioni per Persone con DisabilitàEsenzione canone RAI, riduzione/esenzione bollo auto e passaggio di proprietà.
Agevolazioni Lavorative Legge 68/1999Riserva posti di lavoro per categorie protette, incentivi per assunzione nel settore pubblico e privato.
Permessi Retribuiti Legge 1043 giorni di permesso retribuito mensile per assistenza, congedi straordinari fino a 2 anni.
Accessibilità e Disability CardServizi gratuiti o agevolati tramite la Disability Card.
Tabella dei Bonus per persone disabili 2024.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funzionano i Bonus per persone disabili 2024

Le agevolazioni per persone con disabilità sono numerose e coprono vari aspetti della vita quotidiana, dalla sfera lavorativa e fiscale, all’inclusione sociale e scolastica. È importante informarsi presso l’INPS o altre fonti per conoscere dettagliatamente i propri diritti e i requisiti necessari per ottenere queste agevolazioni. Di seguito, una guida dettagliata sulle principali misure disponibili nel 2024.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Assegno ordinario di invalidità

L’Assegno ordinario di invalidità è destinato a coloro la cui capacità lavorativa è ridotta a meno di un terzo a causa di problemi fisici o mentali.

È richiesto almeno il 67% di invalidità e 5 anni di assicurazione con un minimo di 260 contributi settimanali, di cui almeno 156 nell’ultimo quinquennio. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il nostro articolo dedicato all’Assegno ordinario di invalidità.

Assegno mensile per invalidi parziali e Indennità di frequenza minore

L’Assegno mensile per invalidi parziali è rivolto agli invalidi civili (con invalidità tra 74% e 99%), mentre l’Indennità di frequenza minore è dedicata ai disabili sotto i 18 anni.

Nel 2024 entrambe le prestazioni prevedono un limite di reddito annuo di 5.725,46 euro e un importo mensile di 333,33 euro. Anche in questo caso abbiamo per voi due guide complete dedicate all’Assegno mensile per invalidi parziali e all’Indennità di frequenza minore.

Pensione di inabilità

La Pensione di inabilità è riservata a coloro con inabilità lavorativa totale e permanente (invalidità al 100%) e di età compresa tra i 18 e i 67 anni.

Il reddito annuo massimo consentito è di 19.461,12 euro e l’importo mensile è di 333,33 euro, con possibilità di un aumento fino a 401,72 euro, in base al reddito. La prestazione va richiesta all’INPS con la procedura descritta nell’articolo su come richiedere la Pensione di inabilità.

Assegno di inclusione

L’Assegno di inclusione è destinato alle persone con disabilità e ai nuclei familiari che includono minori, over 60 e persone svantaggiate.

L’importo può arrivare fino a un massimo di 630 euro al mese per un singolo individuo, più 150 euro di contributo d’affitto, ma sale se presente un’invalidità totale e non autosufficienza o altri membri oltre al primo in famiglia. Trovate una guida completa nel nostro articolo sui requisiti aggiornati dell’Adi.

Bonus per persone disabili
In foto, la pagina ufficiale dell’Assegno di inclusione sul sito dell’INPS.

Maggiorazione dell’Assegno Unico

I genitori di figli con disabilità possono beneficiare di un aumento dell’Assegno Unico Universale. L’importo varia in base al livello di disabilità e all’età, con maggiorazioni specifiche per figli non autosufficienti, con disabilità grave o media e per figli disabili tra 18 e 20 anni.

Trovate tutti gli incrementi per disabilità nel nostro articolo dedicato alle maggiorazioni dell’Assegno Unico.

Bonus per famiglie con figli disabili e genitori senza lavoro o con un solo Reddito

Il Bonus per famiglie con figli disabili è un contributo mensile per le famiglie con figli disabili, dove uno dei genitori è disoccupato o ha un solo reddito.

L’importo varia da 150 a 500 euro, a seconda del numero di figli con disabilità riconosciuta (almeno 60%). Per importi e requisiti dettagliati vi invitiamo a consultare l’articolo sul Bonus figli disabili 2024.

Bonus grandi invalidi

Il Bonus grandi invalidi offre un sostegno mensile di 878 euro per chi è gravemente disabile e non è autosufficiente. Serve a sostituire la figura dell’accompagnatore: una guida completa è fornita in questo articolo.

Detrazioni fiscali per persone con disabilità

Si può beneficiare di una detrazione del 19% per spese mediche, ausili tecnologici e veicoli adattati, oltre a un’IVA agevolata al 4%. Sono previste esenzioni anche per il bollo auto e il canone RAI.

Contributi per il diritto allo dtudio

Gli studenti con disabilità possono usufruire di supporto per l’acquisto di libri scolastici e materiale didattico. Le borse di studio non vengono conteggiate per il calcolo del reddito ai fini delle agevolazioni.

Vi invitiamo a consultare la guida alle agevolazioni per studenti disabili 2024, dove sono descritte in dettaglio tutte le misure attive.

Agevolazioni lavorative Legge 68/1999

La legge regola l’impiego delle categorie protette, riservando posti di lavoro nel pubblico e nel privato a individui con disabilità.

L’obbligo varia tra il 7% per l’amministrazione pubblica e una percentuale variabile per le imprese con più di 15 dipendenti.

Agevolazioni Legge 104: permessi retribuiti e congedi straordinari

La Legge 104 garantisce 3 giorni di permesso mensile retribuito per chi assiste familiari con disabilità grave.

Sono poi previsti congedi straordinari retribuiti fino a 2 anni e la possibilità di rifiutare trasferimenti. Anche i familiari possono beneficiare di queste agevolazioni.

Disability Card

La Disability Card offre accesso facilitato a servizi gratuiti o agevolati nei trasporti, nella cultura e nel tempo libero, sia in Italia che in Europa; è una tessera che semplifica le modalità con cui si può attestare la disabilità di una persona e quindi concederle le agevolazioni a cui ha diritto. Ogni informazione su questa misura è contenuta nel nostro articolo sulla Disability Card.

FAQ su invalidità civile e Legge 104

Quanto tempo ci vuole per ottenere una risposta alla richiesta di invalidità civile?

tempi di elaborazione delle richieste di invalidità civile possono variare. Solitamente, dopo aver inviato la domanda e la documentazione necessaria, dovrai attendere qualche settimana o più per ottenere una risposta. Tieni presente che potrebbe essere necessario del tempo per valutare accuratamente la tua situazione e prendere una decisione.

Cosa succede se la mia richiesta di invalidità civile viene respinta?

Se la tua richiesta di invalidità civile viene respinta, avrai la possibilità di presentare un ricorso. In questa fase, potresti dover fornire ulteriori prove mediche o chiarire alcuni dettagli riguardo alla tua condizione. È importante seguire attentamente le istruzioni fornite con la notifica di respingimento e presentare il ricorso entro i termini indicati.

Come richiedere il riconoscimento secondo la Legge 104?

Per ottenere il riconoscimento secondo la Legge 104 è necessario presentare una domanda all’INPS. È importante compilare correttamente la documentazione e allegare la documentazione medica che attesti la disabilità.

Quali sono i passi successivi una volta ottenuto il riconoscimento?

Una volta ottenuto il riconoscimento secondo la Legge 104, è possibile usufruire delle agevolazioni previste. È importante informarsi presso l’INPS o altre fonti affidabili per conoscere nel dettaglio i diritti e le procedure da seguire. Inoltre, è consigliabile tenere sempre aggiornati i documenti relativi alla situazione di disabilità per eventuali verifiche.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1