Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali / Bonus Reddito energetico 2023: sconti, dove e per chi

Bonus Reddito energetico 2023: sconti, dove e per chi

Bonus Reddito energetico 2023: scopri in quali regioni italiane è attivo il Bonus Reddito energetico, come funziona e quali incentivi economici garantisce.

di Imma Duni

Maggio 2023

Bonus Reddito energetico 2023: vediamo in quali Regioni italiane è attivo il Bonus Reddito energetico, come funziona e quali incentivi economici garantisce (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus Reddito energetico 2023: in quali regioni italiane è attivo

Il Bonus Reddito energetico 2023 è un contributo economico che va dai 6.000 euro agli 8.500 euro, rivolto alle famiglie con un reddito basso che installano pannelli solari o fotovoltaici.

L’obiettivo è aumentare l’autoproduzione di energia e proteggere il pianeta terra.

Questo Bonus attualmente è attivo solo in tre Regioni:

Esistono, poi, due contributi fotovoltaici diversi in Friuli Venezia Giulia e Basilicata: il Bonus fotovoltaico, che copre l’acquisto e l’installazione di impianti solari e sistemi di accumulo di energia elettrica, realizzati in edifici A1 ad A9 e A11 situati nel territorio regionale. I sussidi sono assegnati tramite bando e coprono fino ad un massimo del 40% delle spese sostenute.

In Basilicata la misura rimarrà attiva fino a dicembre 2023 e prevede un contributo a fondo perduto nella misura massima di 5.000 euro.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus Reddito energetico 2023: chi può richiederlo

Possono far richiesta di Bonus Reddito energetico 2023 i proprietari di ville unifamiliari o appartamenti in condomini.

I richiedenti del Bonus devono avere un ISEE non superiore ai 20 mila euro. Tranne in Lazio, dove il limite è stato innalzato a 35 mila euro. Devono avere la residenza nell’edificio dove verranno effettuati i lavori e gli impianti.

Infine bisogna acquistare i seguenti impianti:

Dovrai informarti sul sito ufficiale della tua Regione di appartenenza per sincerarti che nella tua regione di residenza il Bonus reddito energetico sia attivo o meno.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus Reddito energetico 2023: l’Ecobonus

Ti ricordiamo che se effettui lavori di ristrutturazione, potrai godere dell’Ecobonus o del Bonus casa.

L’Ecobonus è stato ideato per rilanciare il settore dell’edilizia, per rendere le abitazioni più efficienti e per impattare meno sull’ambiente e sulle tasche degli italiani.

Tra gli interventi che si possono effettuare su prime e seconde case ci sono:

Il risparmio si ottiene grazie alla detrazione fiscale sulla Dichiarazione dei redditi. Questo avverrà per un numero di anni sufficienti a coprire in maniera totale o parziale l’importo dei lavori.

Le misure adottate, infatti, prevedono agevolazioni pari al:

L’Ecobonus non può essere richiesto per nuove costruzioni, ma solo per edifici già esistenti e scadrà il 31 dicembre 2025, salvo ulteriori proroghe.

Il bonus ristrutturazione 2023 è un beneficio economico che consiste nella detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per ristrutturare un edificio.

Gli infissi nuovi possono rientrare in questo Bonus se vengono sostituiti durante una ristrutturazione.

Il tetto massimo della spesa è 96mila euro. Questo tipo di Bonus si può avere anche con lo sconto in fattura. Con la legge di bilancio il governo Meloni ha deciso di prorogare questo sussidio fino a fine 2024, con le stesse identiche regole degli anni passati.

Bonus Reddito energetico 2023
Bonus Reddito energetico 2023. In foto una casa indipendente con impianto fotovoltaico sul tetto.

Bonus Reddito energetico 2023: come usare il Superbonus

Per godere del Superbonus 110%, sono ammessi i cosiddetti interventi principali, ovvero lavori trainanti:

Ammessi anche i lavori trainati, tra i quali ci sono:

Questo bonus è importante per portare avanti la riqualificazione energetica e non degli edifici nel nostro Paese, in linea con gli altri stati membri dell’Europa.

In conclusione il Bonus Reddito energetico 2023 è un’agevolazione che permette di ottenere aiuti economici sugli impianti di fotovoltaico.

Questo incentivo serve ad aiutare le famiglie a far fronte alle spese energetiche e ad alleviare il peso economico della vita quotidiana, ma anche per aiutare il pianeta. Se hai diritto al Bonus, assicurati di presentare la tua domanda attraverso il sito della tua Regione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp