Bonus regionali per famiglie e imprese: tutti quelli attivi

Bonus regionali per famiglie e imprese nel 2021. Vediamo gli incentivi attivi e quali sono le procedure per richiederle? Sostegni anche per smart-working e didattica.

Bonus regionali per famiglie e imprese tutti quelli attivi
Bonus regionali per famiglie e imprese tutti quelli attivi
11' di lettura

Bonus regionali per famiglie e imprese. Vediamo quali sono quelli attivi e come si può accedere.

Se non sei riuscito a ottenere i tanti bonus messi a disposizione dal governo, questi incentivi possono fare al caso tuo.

Le regioni, in questi mesi di emergenza Covid, hanno mostrato il meglio e il peggio. Spesso malate di decisionismo, con provvedimenti più severi del governo, hanno attivato anche una serie di misure di sostegno interessanti.

Parliamo di bonus, bandi e incentivi per lo smart working, bonus baby sitter, didattica online, credito alle imprese e ammortizzatori sociali.

Indice:


Calabria: Fondo Calabria Competitiva

Attivo dal 27 gennaio 2021 il Fondo Calabria Competitiva da 40 milioni per sostenere imprese e microimprese con finanziamenti a tasso agevolato.

Il 9 giugno 2020, invece, la Regione Calabria ha lanciato una misura da 10 milioni di euro per i buoni spesa alle famiglie in difficoltà a causa del coronavirus. I fondi saranno gestiti dai singoli Comuni.

Il 1° aprile la Regione Calabria ha varato “Riparti Calabria”, Fondo da 150 milioni per sostenere le imprese calabresi e i professionisti a partita IVA che potranno ricevere i bonus regionali tra i 10 mila e i 400 mila euro.

Campania per imprese e famiglie

L’8 aprile la Regione Campania ha varato un Piano da 604 milioni di euro con misure a sostegno di imprese e cittadini.

Friuli Venezia Giulia: per imprese e lavoratori

Il 21 aprile la Commissione europea ha dato il via libera al regime di 50 milioni di euro per sostenere i settori dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca e il Friuli Venezia Giulia ha ottenuto l’ok.

L’1 aprile 2020 la Regione FVG ha pubblicato la LR 5-2020 con “ulteriori misure urgenti per far fronte all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Spiccano:

  • Le erogazioni in via anticipata degli incentivi regionali;

  • L’anticipo del 50% del contributo (erogato nel 2019) agli enti, associazioni e istituzioni dei corregionali all’estero;

  • L’avvio del “Programma anticrisi Covid-19” per sostenere la liquidità del settore agricolo, ittico e agroalimentare, grazie all’attivazione di finanziamenti agevolati.

Lazio: 51 milioni per il Ristoro Lazio IRAP

Ristoro Lazio IRAP concede un contributo alle micro, piccole e medie imprese e liberi professionisti titolari di partita Iva. Le domande vanno inviate dall’11 gennaio fino all’8 febbraio 2021.

Il 10 aprile 2021 si chiuderà il bando da 2 milioni di euro che rimborsa le spese sostenute dagli enti del Terzo settore impegnati nelle attività socio assistenziali, per l’esecuzione dei test antigenici.

Liguria: misure per imprese e cittadini

Il Fondo We Start Up che, con 1,5 milioni di euro, si rivolge alle startup liguri che abbiano implementato modelli di innovazione e prevede la sottoscrizione di aumenti capitale e/o strumenti finanziari partecipativi. La soglia minima di investimento delle risorse pubbliche è di 10mila euro per ciascuna impresa;

Un bando da 1 milione di euro attraverso  prestiti rimborsabili alle MPMI liguri che hanno avviato la riconversione e l’ammodernamento di impianti produttivi per la produzione di DPI come le mascherine.

Il 10 aprile la Liguria ha deciso che chi ha perso il lavoro o ha visto ridursi di almeno il 20% il reddito familiare, può non pagare i primi due mesi di fitto degli alloggi popolari assegnati.

Se sei arrivato fin qui, probabilmente, hai trovato l’articolo utile. Se davvero è così e vuoi leggere altri contenuti di valore, ti chiedo un minuto per aiutare il nostro progetto a crescere.

Per farlo entra nei nostri gruppi gratuiti di Telegram e Whatsapp per ricevere tutte le ultime notizie sui bonus, i concorsi e le offerte di lavoro. Sarai sempre aggiornato.

Iscriviti anche al nostro canale youtube. E’ gratis. Oltre 29mila persone lo hanno già fatto e ricevono ogni giorno, sul cellulare, le nostre video-guide sui bonus.

Lombardia: contributi per famiglie e startup

Fondo famiglia emergenza Covid-19” da 21,4 milioni di euro a sostegno dei nuclei familiari con figli, a rimborso delle spese sostenute per la Tassa Rifiuti comunale (TARI) o i servizi integrativi scolastici (pre e post scuola e mensa scolastica). 

Fondo alternativo di credito per le imprese lombarde emergenti” (il Fondo FACILE) da 15 milioni di euro che garantisce credito alternativo a quello garantito dal tradizionale sistema di credito bancario.

Per i comuni, fra i bonus regionali, sono attivi:

Marche: bandi per imprese e cittadini

Bando da 36,6 milioni per attuare misure a favore di commercio, artigianato, attività produttive, lavoro e istruzione

Un bando da 514 mila euro che concede contributi a fondo perduto alle aziende dell’editoria e dell’informazione o direttamente ai giornalisti per compensare la perdita di fatturato. 

Bonus regionali per famiglie e imprese tutti quelli attivi
Bonus regionali per famiglie e imprese tutti quelli attivi

Molise: tornano i contributi anti-Covid per le imprese

Bando “Piccole sovvenzioni per supportare le imprese” che hanno dovuto sospendere l’attività a causa del Covid o che hanno subito un pesante calo del fatturato. La domanda di accesso va inviata entro il 18 febbraio 2021;

Bando “Agevolazioni per supportare le imprese e favorire la ripresa produttiva” che supporta la prosecuzione dell’attività e la ripresa produttiva delle PMI molisane. Domande da inviare entro il 23 febbraio 2021.

Bano da 2 milioni per la ripartenza delle attività sportive che, come è noto, sono tra i settori più colpiti dalla crisi. Per accedere ai contributi la domanda va inviata entro l8 febbraio 2021.

Piemonte: contributi anti-Covid a imprese e lavoratori

A fine 2020, invece, la Regione ha prorogato al 31 marzo 2021 il bando da oltre 18 milioni per contributi a sostegno della liquidità delle imprese e dei lavoratori autonomi che hanno avuto delle perdite di fatturato a causa de lCovid.

Il 4 maggio, invece, la Regione Piemonte ha presentato il Piano Riparti Piemonte, un pacchetto di bonus regionali e altre misure da 800 milioni di euro per sostenere la ripartenza del tessuto economico e sociale piemontese.

Provincia autonoma di Bolzano

Pacchetto Alto Adige si riparte. Per le imprese di tutti i settori economici (artigianato, commercio, servizi, industria, turismo, agricoltura) figurano:

  • sospensione fino a 24 mesi del pagamento della quota capitale relativamente ai mutui o finanziamenti leasing agevolati;

  • estensione temporale delle definizioni di “nuova impresa” (da 24 a 36 mesi) e “successione d’impresa” (da 6 a 12 mesi);

  • La semplificazione e prolungamento dei termini per le piccole imprese che hanno chiesto il sostegno provinciale per gli investimenti aziendali e quelle che hanno chiesto supporto per l’internazionalizzazione o la formazione del personale;

  • Le associazioni di categoria e le loro cooperative, così come istituti, enti e organizzazioni che hanno sostenuto spese per iniziative a favore di imprese poi annullate a causa delle misure restrittive legate all’epidemia da COVID-19 possono essere ugualmente ammesse a contributo.

Provincia autonoma di Trento

Termina il 31 giugno 2021, invece, il bando da 800mila euro della provincia di Trento che concede un contributo a fondo perduto a sostegno delle operazioni di aggregazione aziendale perfezionate fra l’1 febbraio 2020 e il 31 maggio 2021. L’importo massimo del contributo è di 120mila euro. 

Fondo Ripresa Trentino da 250 milioni di euro per realizzare interventi per promuovere l’accesso alla liquidità da parte delle imprese. 

La Provincia ha inoltre approvato una legge provinciale (2-2020) con cui vengono adottate “Misure urgenti di sostegno per le famiglie, i lavoratori e i settori economici connesse all’emergenza epidemiologica Coronavirus”. Tra i principali provvedimenti e bonus regionali ci sono:

  • Una serie di semplificazioni per gli appalti che, in buona sostanza, intendono favorire un maggiore coinvolgimento delle imprese trentine, grazie a criteri premianti che valorizzino la territorialità e la filiera corta; 

  • Il concorso della Provincia all’abbattimento degli interessi su linee di credito di durata fino a 24 mesi, contratte dalle imprese trentine con banche che hanno aderito al protocollo siglato con la provincia;

  • L’accelerazione dell’erogazione dei contributi regionali, anche ricorrendo a soggetti esterni per l’istruttoria delle domande;

  • Il differimento del pagamento della prima rata dell’Imposta Immobiliare Semplice (IMS), dall’attuale 16 giugno 2020 alla scadenza della seconda (16 dicembre 2020), fermo restando, per chi vuole, la facoltà di effettuare il versamento secondo la scadenza ordinaria. Ciò farà sì che nel portafoglio di famiglie ed imprese rimanga, nell’immediato, una disponibilità monetaria complessiva pari a circa 90 milioni di euro.

Puglia: i contributi per imprese e cittadini

Bando “START” da 124 milioni di euro a sostegno di lavoratori autonomi, partite IVA e professionisti che hanno registrato perdite di fatturato per via del Covid.

Per quei lavoratori con un reddito non superiore a 23mila euro. Per loro la Regione ha pensato ad un bonus da 2 mila euro (una tantum). La chiusura è prevista per il 29 gennaio 2021.

Sardegna: contributi per famiglie, imprese e lavoratori

  • Il Fondo (R)Esisto da 63,5 milioni che sostiene le imprese sarde ad adattarsi al cambiamento imposto e ad attenuare l’impatto dello shock causato dalla pandemia. Domande fino al 22 febbraio 2021.

Per famiglie e cittadini, invece, gli ultimi bandi della Sardegna sono:

Il 2 dicembre, invece, la Regione Sardegna ha pubblicato il bando per il settore della pesca e dell’acquacoltura per sovvenzioni proporzionate alle perdite di fatturato del 2019. In questo caso le domande per i bonus regionali possono essere inviate fino al 30 giugno 2021.  

Sicilia: contributi per famiglie e imprese

La Regione ha prorogato fino al 19 febbraio 2021 il bando da oltre 8,4 milioni diretto alle scuole per acquistare PC da dare in comodato d’uso agli studenti di famiglie svantaggiate.

Moratoria sui mutui contratti con il sistema bancario prima del 31 gennaio, estesa anche agli enti regionali Irfis Finsicilia, Ircac e Crias. Un accordo che consente:

  • di sospendere le rate mensili, evitando il pagamento della quota capitale per un anno;

  • Di allungare il debito fino al 100% della durata residua dell’ammortamento, con conseguente dimezzamento dell’importo della rata e liberazione di liquidità.

Toscana: contributi per imprese e cittadini

Il 13 gennaio è stato pubblicato il bando da oltre 2,5 milioni di euro per finanziare interventi a sostegno della frequenza universitaria, con iniziative come la didattica a distanza.

Università e altri enti possono inviare la domanda fino al 15 febbraio 2021.

Umbria: contributi anti-Covid agli studenti universitari

A proposito di bonus regionali, si chiudono tutti nel 2021 i nuovi bandi della Regione Umbria a sostegno degli studenti.  Nello specifico:

  • bando da 4 milioni che eroga borse di studio agli studenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado, per evitare la dispersione scolastica. Le borse di studio – fra i 200 e i 500 euro – possono essere richieste fino al 24 febbraio 2021;

  • Il bando da 2 milioni a favore degli studenti universitari per l’anno accademico 2020/2021. Le domande vanno inviate entro il 10 febbraio 2021;

  • Il bando da 3,4 milioni a sostegno alle famiglie per il pagamento delle rette dei servizi socio-educativi 0-6 anni. Le richieste devono essere spedite entro il 24 febbraio 2021.

Avviso da 1 milione di euro che concede contributi alle imprese del settore dell’organizzazione di convegni, fiere, servizi di noleggio di strutture e attrezzature per manifestazioni e spettacoli e nel settore del commercio all’ingrosso di alimenti e bevande (sezione 2). Le domande vanno inviate entro il 19 febbraio 2021.

Veneto: 2,2 milioni alle PMI del settore turismo

Grazie al Fondo di rotazione “Anticrisi attività produttive la Regione Veneto sostiene le imprese coinvolte nella crisi economic. Con una dotazione di 60 milioni di euro per piccole e medie imprese. Il Fondo resterà attivo fino al 31 dicembre 2021.

Il 29 maggio, invece, è stato pubblicato il bando da 30 milioni di euro per finanziamenti agevolati per esigenze di liquidità delle Piccole e medie imprese colpite dall’emergenza Covid-19. Le domande possono essere inviate fino al 31 dicembre 2021.

Ps. restiamo in contatto:

Se vuoi farci delle domande sui bonus regionali e altri sussidi o, semplicemente, vuoi saperne di più sul progetto, entra nella comunità facebook di TheWam: scegli tutti i bonusofferte di lavoropensioni.

Se preferisci una mail, invece, puoi scrivere a bonuselavorothewam@gmail.com

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie