Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali » Edilizia » Fisco e tasse / Bonus per rifare il tetto: come funzionano (2023)

Bonus per rifare il tetto: come funzionano (2023)

Bonus per ristrutturare il tetto. Scopri nell'approfondimento quali sono le agevolazioni disponibili nel nostro Paese per ristrutturare il tetto, come richiederle e di quale importo si tratta.

di Imma Duni

Aprile 2023

Bonus per ristrutturare il tetto. Scopri quali sono le agevolazioni per ristrutturare il tetto, come richiederle e di quale importo si tratta (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus per ristrutturare il tetto: quali sono

Quali modifiche ha subito il quadro dei Bonus edilizi nel 2023? Sono stati confermati i seguenti Bonus:

Bonus per ristrutturare il tetto: Superbonus

Agevolazione confermata anche quest’anno, ma al 90%, al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025.

Per quanto riguarda le villette unifamiliari e gli appartamenti in palazzina dotati di ingresso autonomo, potranno ottenere l’agevolazione solo coloro che hanno iscritto l’immobile come prima casa e che hanno un reddito non superiore a 15.000 euro, secondo il Quoziente familiare.

Fino al 31 marzo si poteva godere del 110%. Da aprile 2023 la percentuale è passata al 90%.

Il Superbonus 110% si applica alle spese sostenute entro:

Sono ammessi i cosiddetti interventi principali, ovvero lavori trainanti:

Ammessi anche i lavori trainanti, tra i quali ci sono:

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus per ristrutturare il tetto: Bonus ristrutturazione

Fino a fine 2024 il Bonus per ristrutturare il tetto sarà una detrazione fiscale del 50%, con tetto massimo di spesa fissato a 96.000 euro.

Nel 2025 scenderà al 36% e il tetto massimo di spesa sarà 48.000 euro.

Nel caso del rifacimento del tetto, i lavori potranno godere del bonus in caso di ristrutturazione tradizionale, compresa in manutenzione ordinaria o straordinaria.

Ricorda che i pagamenti delle spese devono essere effettuati tramite metodi tracciabili come bonifico bancario o postale.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus rifacimento tetto 2023
Bonus per ristrutturare il tetto. In foto un operaio che ristruttura il tetto.

Bonus per ristrutturare il tetto: Ecobonus

L’Ecobonus resta confermato per tutto il 2023..

Non può essere richiesto per nuove costruzioni né per nuove installazioni, ma solo per edifici già esistenti e scadrà il 31 dicembre 2025, salvo ulteriori proroghe.

Sarà possibile beneficiare della detrazione fiscale dell’Ecobonus 2023 soltanto se la sostituzione o la modifica del tetto apporterà un miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio.

La detrazione fiscale è del 65% ed è fruibile in 10 rate annuali di uguale importo in dichiarazione dei redditi, fino al 31 dicembre 2024.

Tra gli interventi che si possono effettuare su prime e seconde case ci sono:

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus per ristrutturare il tetto: Sismabonus

Fino a fine 2024 sarà in vigore il Sismabonus, una detrazione fiscale dedicata agli edifici che hanno subito danni dopo un terremoto.

I lavori devono essere strutturali e il tetto deve essere completamente rifatto.
Solo in questo caso si potrà detrarre l’85% delle spese fino ad un massimo di 96 mila euro. Gli edifici devono trovarsi in zone sismiche pericolose.

In conclusione, i Bonus per ristrutturare il tetto sono un’opzione favorevole per chi vuole effettuare dei lavori di ristrutturazione sulla propria casa.

Questi incentivi sono stati introdotti per incoraggiare i proprietari di case a fare i lavori di manutenzione necessari e a rispettare le norme sulla sicurezza delle costruzioni e sulla sostenibilità.

In particolare, i bonus per ristrutturare il tetto hanno come obiettivo quello di ridurre la probabilità di infiltrazioni d’acqua, isolare termicamente la casa e aumentare la sicurezza strutturale dell’edificio.

Rappresentano un importante aiuto economico per molte famiglie, permettendo loro di affrontare le spese per la ristrutturazione del tetto senza dover sostenere costi eccessivi. Ciò è particolarmente importante per coloro che possiedono case vecchie e datate, che richiedono lavori di manutenzione specifici.

In questo modo si ha anche la possibilità di aumentare il valore del proprio patrimonio immobiliare. La scelta dei materiali e delle tecniche da utilizzare durante i lavori di ristrutturazione del tetto, tuttavia, dovrebbe essere sempre effettuata con attenzione e in accordo con professionisti del settore, al fine di garantire il risultato migliore e garantire la durata degli interventi effettuati.

Abbiamo visto i Bonus per ristrutturare il tetto. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp