Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus ristrutturazione 2022, proroga al 2024. Come funziona

Bonus ristrutturazione 2022, proroga al 2024. Come funziona

Bonus ristrutturazione 2022, proroga al 2024. Come funziona la detrazione al 50% fino a 96mila euro di spesa per la manutenzione ordinaria e straordinaria.

di The Wam

Marzo 2022

Il bonus ristrutturazione 2022 è stato prorogato per l’ennesima volta e ora sarà valido fino al 31 dicembre 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

La detrazione speciale destinata a chi svolge lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria può essere applicata fino a 48.000 euro spalmati negli anni.

In questo articolo vi spiegheremo in dettaglio quanto è possibile detrarre sulle spese sostenute, in che modalità e per quali opere.

Bonus ristrutturazione 2022, cos’è

Il bonus ristrutturazione è una detrazione Irpef corrispondente al 50% delle spese sostenute per la manutenzione ordinaria e straordinaria di edifici singoli o in condominio.

Il limite di spesa massimo a cui applicare la detrazione è di 96.000 euro da spalmare in 10 anni e con importo sempre uguale.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Bonus ristrutturazione 2022, a chi spetta

Possono richiedere la detrazione i proprietari degli immobili, ma anche gli inquilini.

Il bonus ristrutturazione 2022 può anche essere assegnato a:

Interessante che la detrazione è applicabile anche ai familiari conviventi dei soggetti appena citati. Ovviamente, dovranno essere intestatari delle fatture e sostenere le spese.

Bonus ristrutturazione 2022, lavori ammessi

Ecco qualche esempio di spesa detraibile con il bonus ristrutturazione:

Ricordiamo che ci sono alcune banche che, approfittando delle agevolazioni governative destinate ai giovani per comprare casa, concedono mutui anche al 100%.

Bonus ristrutturazione 2022, cessione del credito o sconto in fattura

Il bonus ristrutturazione 2022 può essere applicato anche tramite sconto in fattura o cessione del credito d’imposta.

Nel primo caso si cede la detrazione all’azienda che fa i lavori, che recupera i soldi in un secondo momento ma applica immediatamente lo sconto al cliente.

Nel secondo caso invece si cede la quota a un istituto di credito per un corrispettivo economico.

Bonus ristrutturazione 2022, come si fa domanda

La domanda per il bonus ristrutturazione si può fare, nel caso della cessione del credito e dello sconto in fattura, compilando la Comunicazione opzioni per interventi edilizi e Superbonus sul sito dell’Agenzia delle entrate.

Se invece si vorrà applicare la detrazione di base sarà possibile in dichiarazione dei redditi, quindi autonomamente o tramite CAF con il modello 730.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Bonus ristrutturazione 2022, proroga al 2024. Come funziona
Bonus ristrutturazione 2022, proroga al 2024. Come funziona

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp