Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus sociale 2024: ISEE e bollette

Bonus sociale 2024: ISEE e bollette

Bonus sociale 2024: ecco cosa cambia rispetto al 2023, quali sono i nuovi requisiti per ottenerlo e come fare richiesta.

di Romina Cardia

Gennaio 2024

In questo approfondimento parliamo di Bonus sociale 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Bonus sociale 2024: cosa cambia

A partire da gennaio 2024, il Bonus gas “potenziato” del 2023 tornerà ad avere i requisiti ordinari, con limiti ISEE ridotti, allineati a quelli del Bonus acqua.

Questo cambiamento non coinvolge attualmente il Bonus luce, il quale mantiene nel primo trimestre dell’anno soglie meno rigide e un contributo extra.

Il bonus sociale “potenziato”, che aveva introdotto soglie ISEE superiori nel 2023 per aiutare un numero maggiore di persone, ora presenta limiti più severi solo per quanto riguarda il gas.

Per quanto riguarda il Bonus bollette luce, al momento rimangono invariati i requisiti dell’anno scorso, ma nel primo trimestre del 2024 vengono introdotte ulteriori agevolazioni già presenti alla fine del 2023 e valide solo per i primi tre mesi dell’anno in corso.

Nessun cambiamento, invece, per quanto riguarda il Bonus acqua. Di seguito una tabella riepilogativa, che andremo ad approfondire nei prossimi paragrafi:

Cos’è il Bonus sociale 2024Chi riguardaCome si ottiene
Sconti in bolletta luce, gas e acqua destinati alle famiglie in difficoltà economica. Per l’energia, è previsto inoltre un contributo straordinario per il primo trimestre 2024.Nuclei familiari con ISEE inferiore a 9.530 euro (o 20.000 euro in presenza di almeno quattro figli a carico). Per la luce le soglie (nel primo trimestre 2024) sono di 15.000 euro e 30.000 euro.Viene accreditato in automatico in bolletta. È necessario presentare la certificazione ISEE con relativa DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica).
Cos’è, chi riguarda e come si ottiene il Bonus sociale 2024: la tabella riepilogativa

Requisiti per il Bonus sociale 2024

Il Bonus sociale del 2024 dipende dall’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE). Le regole sono cambiate rispetto allo scorso anno. Ecco le novità principali:

È iniziato il conto alla rovescia per l’arrivo del mercato libero di luce e gas e la fine del mercato tutelato, quello che con le tariffe imposte da Arera. Vediamo quali sono i pro e i contro per i consumatori con questo passaggio.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funziona il Bonus sociale 2024

I bonus sociali per luce, gas e acqua sono sconti sulla bolletta riservati alle famiglie con particolari necessità economiche.

Nel corso degli anni, questi sconti hanno subito cambiamenti, con l’espansione e la successiva restrizione dei beneficiari. Ora vediamo le differenze tra i vari bonus e come sono organizzati:

Bonus luce:

Bonus gas:

Bonus acqua:

Le modifiche nel corso degli anni hanno influenzato i beneficiari di questi bonus, con regole che si sono adattate alle esigenze economiche in evoluzione. Ecco di seguito in tabella le caratteristiche:

Bonus elettricoBonus gasBonus acqua
In questo ambito sono presenti due possibili bonus, quello legato al disagio economico e al disagio fisico. Inoltre, si aggiunge il contributo straordinario per il primo trimestre 2024.Benefici rivolti a clienti diretti o indiretti (cioè che usano impianti centralizzati). Le modalità di erogazione cambiano a seconda della tipologia di utenza.Sconti in bolletta (da integrare eventualmente con bonus a livello locale) per clienti diretti e indiretti.
Bonus elettrico, gas e acqua 2024

Le persone con disabilità e i soggetti fragili in gravi condizioni di salute possono risparmiare sui costi in bolletta dell’energia elettrica. Vediamo quali sono i requisiti per il Bonus disagio fisico e come richiederlo.

Bonus sociale 2024: il Bonus luce

Il Bonus sociale energia 2024 segue principalmente le regole stabilite lo scorso anno. Si divide in due categorie principali:

Per il primo trimestre del 2024, coloro che desiderano beneficiare del bonus devono rientrare nei limiti di reddito ISEE utilizzati l’anno precedente (15.000 euro o 30.000 euro per famiglie numerose).

Questa misura si applica a tutti i clienti domestici titolari di un contratto di fornitura elettrica attivo o temporaneamente sospeso a causa di inadempienze di pagamento, per la loro abitazione principale.

Inoltre, viene introdotto un contributo straordinario per il primo trimestre del 2024, proporzionato al numero dei membri della famiglia.

Questo bonus aggiuntivo viene automaticamente applicato a coloro che già ricevono il bonus elettrico, in conformità con la Legge 30 dicembre 2023, n. 213, art. 1 comma 14.

I requisitiIl contributo aggiuntivoModalità di richiesta
Per il primo trimestre 2024 rimangono quelli dell’anno scorso: 15.000 e 30.000 euro (per nuclei numerosi). In seguito, a meno di ulteriori cambiamenti, l’ISEE non dovrà essere superiore a 9.350 euro (o 20.000 euro per nuclei numerosi).La conferma del contribuito aggiuntivo per le spese in bolletta luce per ora riguarda solo il primo trimestre. L’anno scorso, la misura era stata finanziata con 300 milioni di euro, quest’anno con 200 milioni di euro.Non cambia: è sempre necessario presentare l’attestazione ISEE con relativa DSU.
Bonus sociale 2024 luce e differenze con il 2023

Il Bonus elettrico per disagio fisico è pensato per aiutare tutti i clienti domestici colpiti da gravi malattie o coloro che ospitano una persona con tali condizioni, che richiedono l’uso di apparecchiature elettromedicali salvavita.

A differenza del Bonus sociale per disagio economico, che viene automaticamente accreditato in bolletta, per ottenere il bonus elettrico per disagio fisico è necessario presentare una domanda presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) autorizzati.

Sono state annunciate le scadenze per la fine del mercato tutelato di luce e gas. Ma non sono uguali per tutti. Per i vulnerabili, infatti, la procedura è diversa. Vediamo come. Ricordiamo che tra i vulnerabili rientrano anche i beneficiari della Legge 104 e le persone anziane.

Bonus sociale 2024 per il gas

Il Bonus gas, ad eccezione delle soglie ISEE ridotte, segue le disposizioni del provvedimento valido per il 2023.

Questo beneficio viene erogato in modo diverso a seconda del tipo di utente:

Il bonus è destinato agli utenti con una certificazione ISEE inferiore a 9.350 euro (o 20.000 euro per nuclei numerosi).

Gas costoso? Ecco il bonus pellet in inverno con il conto termico e non solo. Scopri tutte le agevolazioni sul tema e come funzionano davvero

Bonus sociale 2024 acqua

Il Bonus acqua offre gratuitamente una quantità minima di 50 litri di acqua al giorno per ogni persona, corrispondenti a 18,25 metri cubi all’anno.

Questa quantità è considerata ideale per soddisfare i bisogni essenziali. I beneficiari del bonus possono essere sia clienti diretti che indiretti, come già discusso per il Bonus gas.

I clienti diretti riceveranno uno sconto sulla bolletta distribuito in 12 rate mensili. Per i clienti indiretti, invece, il bonus sarà erogato in un’unica soluzione tramite accredito sul conto corrente o assegno circolare non trasferibile.

Similmente al Bonus gas, hanno diritto allo sconto sull’acqua gli utenti con un certificato ISEE inferiore a 9.350 euro (o 20.000 euro per nuclei familiari numerosi).

Quali sono i bonus 2024? Scopriamolo insieme.

Bonus sociale 2024
Bonus sociale 2024. Nella foto: la scritta “Bonus”

A quanto ammonta il Bonus sociale 2024

Sul sito dell’Autorità, al momento, non sono disponibili i valori di riferimento per il 2024.

Tuttavia, per avere un’idea generale, è possibile consultare le tabelle pubblicate da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) per il IV Trimestre 2023.

Per quanto riguarda il Bonus elettrico per disagio economico, nel periodo menzionato, la situazione si presentava nel seguente modo:

TIPOLOGIA FAMILIAREBONUS (EURO/TRIMESTRE)
Numerosità familiare 1-2 componenti98,44 euro
Numerosità familiare 3-4 componenti,127,88 euro
Numerosità familiare oltre i 4 componenti143,52 euro
Bonus Ordinario per disagio Economico + compensazione integrativa temporanea: 1° ottobre 2023 – 30 dicembre 2023
Zona climaticaBonus
A/B23 euro
C32,2 euro
D43,32 euro
E64,4 euro
F73,6 euro
Quota integrativa Bonus Gas per disagio economico (piccoli nuclei familiari)

Questo è invece il caso delle famiglie numerose con almeno quattro figli a carico:

Zona climaticaBonus
A/B29,4 euro
C40,4 euro
D54,2 euro
E81,8 euro
Quota integrativa Bonus Gas per disagio Economico (grandi nuclei familiari)

I valori riportati fanno riferimento al periodo compreso tra il 1° ottobre 2023 e il 31 dicembre 2023. Devono ancora essere divulgati quelli validi per il primo trimestre del 2024.

Il valore del beneficio dipende da diversi fattori. Per calcolarlo, si somma l’importo del bonus ordinario, l’aggiornamento trimestrale degli importi e, nel caso del Bonus luce per disagio economico, il contributo straordinario.

Per quanto riguarda il Bonus sociale acqua, l’importo varia in base alle tariffe stabilite dal gestore idrico locale.

Bonus trasporti di gennaio 2024: ci sarà ancora e come potrebbe cambiare? Come funziona con la Carta Dedicata a te? Ne parliamo in questo articolo.

Come fare domanda per il Bonus sociale 2024

Ottenere il bonus sociale per le bollette a causa di difficoltà economiche è un processo semplice.

Non è necessario compilare domande specifiche. È invece fondamentale ottenere la certificazione del reddito ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) insieme alla Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU).

Questi documenti sono utilizzati per verificare se si soddisfano i requisiti economici per ricevere i bonus.

È confermato il rinnovo automatico: se hai già beneficiato del bonus in passato, basta presentare una nuova DSU per continuare a ricevere i benefici.

Per ottenere l’attestazione ISEE, puoi farlo autonomamente tramite il sito dell’INPS o rivolgerti a un CAF. Questo rende il processo accessibile e conveniente per tutti.

FAQ sui Bonus 2024

Cosa succederà alla detrazione IRPEF per le case green nel 2024?

La detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di immobili di nuova costruzione in classe energetica A o B verrà eliminata nel 2024. Nonostante fosse una misura di costo ridotto e avesse vantaggi notevoli, la legge di Bilancio non ha previsto una sua proroga.

Come varierà il Bonus mobili nel prossimo anno?

Il Bonus mobili subirà una riduzione nel 2024. Il tetto di spesa per l’agevolazione per l’acquisto di elettrodomestici e arredi per la casa sarà abbassato da 8 mila euro a 5 mila euro. Questa riduzione è dovuta all’assenza in Manovra di nuovi interventi che proroghino o integrino le condizioni attuali dell’agevolazione.

Che novità ci sono per l’agevolazione Asilo nido nel 2024?

Nel 2024, l’agevolazione per l’asilo nido subirà delle modifiche. Non ci sarà l’asilo nido gratuito dal secondo figlio in poi. Tuttavia, sarà prevista una maggiore agevolazione per i secondi figli nati dopo il 1° gennaio 2024 appartenenti a nuclei familiari con un ISEE inferiore ai 40.000 euro. Per questi nuclei, il bonus verrà aumentato fino a 3.600 euro, ma solo se nel nucleo familiare è già presente un altro figlio sotto i 10 anni.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp