Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: come funziona?

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: come funziona?

Guida ai bonus sociali per luce e gas. Di seguito la guida del bonus bollette 2023 per chi vive da solo.

di Valerio Pisaniello

Gennaio 2023

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo – Da molti anni sono in vigore per le famiglie a basso reddito alcune forme di agevolazione sui costi dell’acqua, luce e gas detti bonus sociali o bonus bollette. In sostanza i nuclei al di sotto di un certo ISEE hanno diritto a tariffe agevolate fissate dall’ARERA, l’Agenzia per la regolazione dei costi dell’energia.

Dal 2021 tali agevolazioni non devono più essere richieste ma sono applicate automaticamente semplicemente presentando la DSU per l’ISEE  all’INPS, che fornisce direttamente i dati alle autorità preposte. Di seguito la guida al bonus bollette 2023 per chi vive da solo (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: le novità del Governo 

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo – Con la legge finanziaria messa a punto dal Governo Meloni è stato previsto un nuovo ampliamento i bonus sociali luce e gas 2023 

Sono ammessi infatti i nuclei famigliari con un ISEE valido nel corso dell’anno 2023 pari a 15.000 euro, invece che 12mila.

Inoltre, anche  per il primo trimestre dell’anno 2023, sono stanziate le risorse (2.400 milioni di euro complessivamente tra elettricità e gas), per far si che le agevolazioni relative alle tariffe per la fornitura di energia elettrica e la compensazione per la fornitura di gas naturale siano riconfermate e definite in dettaglio da una nuova delibera dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente.

Vediamo di seguito una guida sintetica ai principali aspetti del bonus bollette 2023 per chi vive da solo e come si richiedono.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavorosempre aggiornate nella tua zona.

A chi spetta il bonus bollette 2023?

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo. Il bonus sociale, che fa parte delle agevolazioni citate rientranti nel bonus bollette 2023, spetta ai soli utenti domestici in difficoltà, ovvero: i nuclei con un ISEE al di sotto dei 15.000 euro per il primo trimestre del 2023.

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: quali sono e chi ne ha diritto 

I bonus sociali sono nello specifico:

  1. Bonus elettrico,
  2. Bonus gas,
  3. Bonus idrico.

Sono stati gradualmente introdotti nel corso degli anni dalla normativa nazionale e successivamente attuati con provvedimenti dell’Autorità di regolazione Energia Reti Ambiente ARERA

Le condizioni soggettive ordinarie per avere diritto ai bonus per disagio economico  sono le seguenti (si deve rispondere a UNA delle seguenti condizioni):

  1. avere indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. avere almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) con valore ISEE massimo 20.000 euro;
  3. essere titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Ovviamente uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve risultare titolare di una fornitura elettrica/gas/idrica per usi domestici attiva (o sospesa per morosità) o usufruire di una fornitura centralizzata gas/idrica attiva e per usi domestici.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=Cr6o1QYft9Q&w=560&h=315]

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: come funziona per chi vive da solo?

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo. I bonus sociali luce e gas sono applicati direttamente in bolletta all’intestatario di una fornitura diretta (individuale) con i requisiti di cui sopra.

Bonus acqua 

Il bonus acqua viene garantito invece con l’erogazione gratuita di 18,25 metri cubi di acqua per ogni componente della famiglia. Non c’è un importo fisso in quanto le tariffe variano in base al gestore del servizio.

Nel caso in cui il nucleo familiare usufruisca di una fornitura centralizzata (condominiale) viene riconosciuto l’intero importo alla famiglia disagiata una volta l’anno con diverse modalità:

Casi particolari: cambio residenza o cambio gestore. 

Se il cliente chiude l’utenza o viene effettuata la voltura ad altro utente – perché, per esempio, si trasferisce in altra abitazione – l’ammontare di bonus restante verrà erogato in un’unica soluzione e non potrà essere richiesto un nuovo bonus per l’anno di competenza da nessuno dei componenti del nucleo familiare di appartenenza.

Il bonus viene erogato in continuità anche quando il cliente cambia contratto o fornitore.

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: bonus elettrico per diario fisico 

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo – Possono ottenere il bonus i clienti domestici affetti da grave malattia che richieda l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

Qui il testo del decreto con l’elenco delle apparecchiature ammesse.

Il bonus sociale per disagio fisico è cumulabile con i bonus per disagio economico  se sono presenti i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Per ottenere  il bonus sociale per disagio fisico bisogna presentare  domanda presso 

I documenti da presentare  sono :

è inoltre necessario avere a disposizione il codice POD (identificativo del punto di consegna dell’energia) reperibile sulla bolletta o contratto.

Non sono valide per la richiesta  altre forme di certificazionE come ad esempio i certificati di invalidità civile.

Importo bonus disagio fisico

Il valore del bonus elettrico per disagio fisico è determinato dall’Autorità, in base a :

attraverso il sistema informatico che gestisce le agevolazioni (SGAte) tenuto conto di quanto certificato dalla ASL. In assenza di specifiche indicazioni il sistema assegna la fascia minima.

Per fare una stima si può effettuare una simulazione sul portale SGAte.

Bonus sociale elettrico per disagio fisico – Valori in vigore nel I trim. 2022 (1° gennaio – 31 marzo 2022)

Extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno)Fasce di potenzaBonus ordinario (CCE) annuo
 + Bonus straordinario
 (c.d. Compensazione integrativa temporanea – CCI)
FASCIA MINIMA fino a 600 kWh/annofino a 3 kW90,00
3,5 kW99,90
4,0 kW102,60
da 4,5 kW in su152,10
FASCIA MASSIMA oltre 1200 kWh/annofino a 3 kW222,30
3,5 kW225,00
4,0 kW228,60
da 4,5 kW in su277,20
Simulazione sul portale SGAte

L’importo del bonus viene scontato direttamente sulla bolletta elettrica suddiviso nei 12 mesi successivi alla domanda.

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: nuovo ISEE 2023.

Il decreto-legge n. 21  del 21 marzo 2022 cd Decreto Ucraina aveva previsto che per il periodo dal 1 aprile al 31 dicembre 2022 il valore ISEE di accesso ai bonus sociali elettricità e gas è fissato a 12mila euro invece che 8.265.

Attenzione: la soglia ISEE è invariata per il Bonus Acqua.

Come detto sopra la legge di bilancio 2023 legge 197 2022 al comma 17 art.1, innalza nuovamente la soglia Isee che consente l’accesso ai bonus sociali elettricità e gas fissandola dal 1.1.2023 a 15 mila euro.

La novità  rende opportuno quindi per molte famiglie presentare urgentemente la DSU per l’ISEE all’INPS o a un patronato per poter  accedere automaticamente alla riduzione delle bollette di luce e gas.

Bonus bollette 2023 per chi vive da solo: i dati 

Il valore del bonus sociale elettrico dipende dal numero di componenti del nucleo familiare ISEE indicati nella DSU.

Valori in vigore nel I trimestre 2023, 1° gennaio – 31 marzo 2023
bonus ordinario (CCE) + compensazione integrativa temporanea prevista per il I trimestre 2023 (CCI).


Bonus ordinario (CCE) +
Compensazione integrativa temporanea (CCI)
Esempio fatturazione mensile (30gg)
Numerosità familiare 1-2 componenti182,760,9
Numerosità familiare 3-4 componenti236,778,9
Numerosità familiare oltre 4 componenti265,588,5
€/trimestre per punto di prelievo; nell’ultima colonna della tabella è riportato un esempio di fatturazione mensile (30 gg/mese).

Bonus gas 

Il valore del bonus sociale gas dipende dal numero di componenti del nucleo familiare ISEE, dalla categoria d’uso associata alla fornitura agevolata (solo uso acqua calda sanitaria e/o cottura cibi, solo uso riscaldamento, entrambi i tipi di utilizzo) e dalla zona climatica in cui è localizzata la fornitura.

Valori in vigore nel I trimestre 2023, 1° gennaio – 31 marzo 2023
bonus ordinario (CCG) + compensazione integrativa temporanea prevista per il I trimestre 2023 (CCI).


Zona climatica
A/BCDEF
Famiglie fino a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura64,8064,8064,8064,8064,80
Riscaldamento171,00180,00234,00279,00336,60
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento235,80244,80298,80343,80401,40
Famiglie oltre a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura92,7092,7092,7092,7092,70
Riscaldamento184,50207,00272,70345,60418,50
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento277,20299,70365,40438,30511,20
€/trimestre per punto di riconsegna; valori calcolati con arrotondamento a due decimali e tenendo conto del vincolo di divisibilità per 90 giorni del trimestre

Fonti e materiale di approfondimento

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp