Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus sociali per Isee basso, dal gas alla Tari: i requisiti

Bonus sociali per Isee basso, dal gas alla Tari: i requisiti

Nel nostro Paese esistono una serie di agevolazioni per tutti i nuclei familiari e quei cittadini con ISEE basso: i bonus sociali.

di Sara Fannino

Settembre 2022

Nel nostro Paese esistono una serie di agevolazioni per tutte le famiglie e i cittadini che hanno un ISEE basso. Stiamo parlando dei bonus sociali. In questa guida andremo a capire quali sono e a chi sono rivolti (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus sociali per ISEE basso: i bonus per luce, gas e acqua

Partiamo facendo una piccola, ma doverosa, precisazione: la maggior parte dei sostegni rivolti a nuclei familiari o a cittadini che versano in situazioni di disagio economico vengono chiamati erroneamente bonus sociali. Ad oggi gli unici bonus sociali esistenti sono, infatti, quelli di ARERA l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

Insomma, l’appellativo di bonus sociali in riferimento a sostegni non erogati da ARERA è utilizzato soprattutto per comodità.

Ma veniamo a noi. Cosa sono i bonus sociali di ARERA? Si tratta di una misura che è stata introdotta per aiutare le famiglie in disagio economico o i cittadini in disagio fisico a sostenere le spese per la fornitura di energia elettrica, gas naturale e acqua. In poche parole, si tratta di sconti applicati direttamente sulle bollette dei cittadini che rispettano determinati requisiti.

Quando parliamo di cittadino o di nucleo familiare in situazione di disagio economico, intendiamo tutti quei nuclei che:

Scopri subito come avere il reddito di cittadinanza, quanto tempo ci vuole per i primi pagamenti del reddito di cittadinanza dopo la domanda e quante volte si può fare il rinnovo dell’Rdc

Per ottenere i bonus sociali direttamente in bolletta, un membro della famiglia ISEE deve risultare titolare di un contratto di fornitura elettrica e/o di gas naturale e/o idrica. Tale fornitura deve avere una tariffa per un utilizzo domestico, oppure, in riferimento al bonus sociale idrico, per utilizzo domestico residente.

Questo contratto dovrà essere attivo oppure sospeso momentaneamente per morosità. I bonus sociali potranno anche essere applicati se un membro della famiglia ISEE deve utilizzare, in abitazioni familiari, una fornitura di tipo condominiale e, dunque, centralizzata di acqua, luce o gas per uso civile e attiva.

Ecco un elenco completo di tutti i bonus con ISEE basso sotto i 15 mila euro.

Ricordiamo che a tali sostegni è stato posto il vincolo di unicità: in poche parole, ogni nucleo familiare avrà la possibilità di utilizzare un solo sconto in bolletta per una sola tipologia di fornitura, pertanto, dovrà scegliere tra acqua, luce e gas. Per attivare il bonus automatico basterà consegnare annualmente la DSU e ottenere l’ISEE, che dovrà rispettare i limiti sopracitati (annualmente ricalcolati), oppure il nucleo dovrà essere percettore di RdC.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Altri bonus sociali per nuclei in disagio economico: Bonus Tari e Esenzione Canone RAI

Abbiamo appena visto quali sono i veri bonus sociali, ora andiamo a vedere tutte le altre agevolazioni per nuclei in difficoltà economica. Partiamo dal nuovo Bonus Tari – la tassa per i rifiuti: si tratta di un sostegno che viene corrisposto ai cittadini che presentano redditi non superiori a 8.107, 50 euro annui.

Scopri tutti i bonus approvati per il mese di settembre 2022.

Purtroppo, a parte il requisito reddituale, i criteri di assegnazione di questo sostegno e i requisiti specifici che dovranno rispettare i singoli richiedenti variano a seconda del proprio comune di residenza o domicilio. Potrete, dunque, ricercare le informazioni su questo bonus attraverso il motore di ricerca Google, digitando bonus Tari” + il nome del vostro Comune.

Facciamo un esempio: digitando su Google “Bonus Tari + Milano” possiamo leggere in cosa consiste l’agevolazione:

A partire dal 2022, le agevolazioni in vigore sono riportate nell’avviso di pagamento e riguardano: riduzione del 25% della parte variabile della tariffa per nuclei familiari composti da 4 o più componenti dimoranti in un alloggio di superficie pari o inferiore a 120 mq.”

Oppure, digitando “Bonus Tari + Roma”:

A partire dal 2021, l’esenzione TARI per reddito a Roma Capitale è una misura fissa: chi è risultato idoneo all’esenzione TARI per l’ISEE nel 2021, non deve presentare una nuova domanda per ottenere l’esenzione nel 2022.”

Passiamo, ora, all’Esenzione del Canone RAI. Il Canone Rai è una tassa che tutti i cittadini in possesso di un dispositivo TV devono corrispondere allo Stato. Ci sono alcuni casi, però, in cui il cittadino è esente dal pagamento.  

A parte chi non dispone di un televisore e i diplomatici e militari stranieri, sono esenti dal pagamento del Canone RAI tutti i cittadini con più di 75 anni che hanno un reddito basso.

I cittadini di età pari o superiore ai 75 anni che possiedono un reddito non superiore agli 8.000 euro (proprio e del proprio coniuge) possono essere esonerati dal pagamento del Canone. Questa esenzione rientra tra i bonus sociali poiché riferita a cittadini con redditi minimi.

Scopri comeottenere l’esenzione Canone RAI grazie allo streaming.

Chi riuscirà ad ottenere l’esenzione dal pagamento del Canone RAI, potrà risparmiare 9 euro al mese in bolletta per 10 mesi – da gennaio a ottobre – per un totale di 90 euro l’anno.

bonus sociali
bonus sociali quali sono

Carta Acquisti o Social Card: i bonus sociali per over 65 o under 3

Concludiamo la nostra guida sui bonus sociali attivi nel 2022 parlando della Carta Acquisti. Si tratta di una vera e propria carta di pagamento su cui vengono accreditati bimestralmente dall’INPS 80 euro.

Questa somma serve per pagare la spesa di generi alimentari, farmaci, medicinali e per il pagamento delle bollette. Il sostegno verrà corrisposto unicamente ai cittadini che hanno più di 65 anni, oppure che sono tutori legali di bambini di età inferiore ai tre anni. Le soglie ISEE da rispettare sono le seguenti:

·  7.120,39 euro per l’anno 2022 per gli over 65 e per i tutori di bambini entro i 3 anni;

·  9.493,86 euro per l’anno 2022 per chi ha 70 anni o più.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp