Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro / Bonus stipendi penitenziaria marzo 2023: tabelle ed esempi

Bonus stipendi penitenziaria marzo 2023: tabelle ed esempi

Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria: quanto spetta a marzo 2022? Ecco tabella ed esempi.

di Carmine Roca

Febbraio 2023

Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria: ecco tabelle ed esempi (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria: la tabella

A partire da marzo 2023, nelle buste paga dei dipendenti del comparto sicurezza, compresi gli appartenenti alla polizia penitenziaria, sarà (finalmente) presente il bonus pari all’1,5% dello stipendio.

Il bonus verrà erogato per 13 mensilità nel 2023, tredicesima compresa. A marzo spettano pure gli arretrati dei mesi di gennaio e febbraio 2023.

Ecco gli importi lordi dei bonus erogati ai dipendenti del comparto sicurezza:

Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria: tutti gli aumenti.

Considerando soltanto gli aumenti per gli appartenenti alla polizia penitenziaria, notiamo che il bonus di importo più alto spetta al commissario capo penitenziario (34,46 euro in più), mentre chi ricopre l’incarico di commissario riceverà 33,88 euro di aumento mensile.

Scopri la pagina dedicata alle offerte di lavoro e ai diritti dei lavoratori.

Ai vice-commissari penitenziari spettano 31,31 euro in più al mese. Per quanto riguarda le altre cariche, si passa dai 29,99 euro al mese erogati agli ispettori, fino ai 24,10 euro in più versati nelle buste paga degli agenti della polizia penitenziaria.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria: perché?

Perché al personale delle Forze armate e di Polizia verrà erogato un bonus dell’1,5% in busta paga?

Il “premio” è riconosciuto come compensazione per il mancato rinnovo dei contratti 2022-2024. A gennaio e a febbraio la busta paga è stata più alta perché non erano presenti le detrazioni delle addizionali IRPEF comunali e regionali.

Di conseguenza le buste paga del 2023, a partire dal mese di marzo, saranno più alte dell’1,5% rispetto agli stipendi percepiti fino al 2022.

Come anticipato, a marzo verranno erogati anche gli arretrati di gennaio e febbraio 2023. Volendo fare degli esempi, un commissario capo penitenziario riceverà un aumento totale, a marzo, di 103,38 euro; ai commissari spetta un aumento complessivo di 101,64 euro.

Per i vice-commissari penitenziari è in arrivo un aumento di 93,93 euro, mentre agli ispettori spettano aumenti per 74,97 euro e agli agenti 72,30 euro.

A confermare l’aumento degli stipendi è stata la piattaforma NoiPa sulla quale viene pubblicato il cedolino dello stipendio.

Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria
Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria

Bonus sugli stipendi della polizia penitenziaria: addizionali comunali e regionali

Ricordiamo che dal mese di marzo 2023 fino a novembre 2023 sugli stipendi delle Forze armate e di Polizia verranno detratte le addizionali comunali e regionali.

Secondo la legislazione regionale, l’aliquota per l’addizionale è fissata allo 0,90%, anche se in alcune regioni è prevista una maggiorazione e, quindi, una tassazione più elevata.

Per l’addizionale comunale, invece, il datore di lavoro è chiamato a versare un acconto del 30% dell’imposta dovuta in 9 rate mensili, a partire dal mese di marzo fino a novembre. Il restante 70% viene versato in 11 rate dal mese di gennaio al mese di novembre.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp