Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus studenti da 60 euro nel Decreto aiuti: come funziona

Bonus studenti da 60 euro nel Decreto aiuti: come funziona

Bonus studenti da 60 euro nel Decreto aiuti: come funziona il voucher per il trasporto pubblico, quali sono i requisiti e come si fa domanda.

di The Wam

Maggio 2022

Il Decreto aiuti, già pubblicato in Gazzetta ufficiale, prova a redistribuire la ricchezza ottenuta dai fornitori di energia per darla alle famiglie, che invece hanno subito i rincari di gas ed elettricità. Tra le misure approvate c’è anche il bonus studenti da 60 euro (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il testo delinea le linee guida da seguire per la gestione e l’erogazione del bonus, che sarà utilizzato sotto forma di voucher. Le modalità operative saranno rese note entro il 17 luglio.

Il bonus studenti da 60 euro potrà essere speso per l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico, la tempistica quindi è più che adatta, in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico.

In questo articolo vi spiegheremo come si richiederà il bonus studenti da 60 euro per il trasporto pubblico, i requisiti e come sarà possibile utilizzarlo.

Bonus studenti da 60 euro per il trasporto pubblico: cos’è

Il Decreto aiuti (17/22) all’articolo 35 contiene due commi dedicati al bonus studenti, un incentivo economico per l’acquisto di servizi di trasporto pubblico.

Sono comprese tutte le modalità di trasporto: locale, regionale e interregionale. Sono compresi anche i treni.

Scopri la pagina dedicata agli studenti.

Il voucher sarà personale e non cedibile, quindi collegato al codice fiscale del richiedente. Non potrà essere trasferito a un’altra persona, non inciderà sui redditi, sarà irrilevante ai fini ISEE e non sarà tassato in alcun modo.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus studenti da 60 euro per il trasporto pubblico: a chi spetta

Il voucher, come scritto nel decreto, spetta a «studenti e lavoratori». Se è facile determinare chi siano gli studenti, non lo è invece per la categoria dei lavoratori. Aspettiamo quindi il decreto attuativo dei ministeri dei Trasporti e delle Finanze per capirci qualcosa in più.

Chiara invece la soglia di reddito da rispettare: 35.000 euro riferiti al 2021.

Bonus studenti da 60 euro per il trasporto pubblico: importo e modalità di spesa

Il bonus studenti da 60 euro può essere utilizzato per un solo abbonamento. La spesa non può quindi essere frazionata e deve coprire il 100% del costo dell’abbonamento.

Significa che se l’abbonamento costa 40 euro e utilizzerete il bonus studenti da 60 euro per questo, allora perderete gli altri 20 euro rimanenti.

Infatti, 60 euro non è l’importo preciso del voucher, ma è l’importo massimo spendibile.

Bonus studenti da 60 euro nel Decreto aiuti: come funziona
Bonus studenti da 60 euro nel Decreto aiuti: come funziona

Bonus studenti da 60 euro per il trasporto pubblico: come fare domanda

Dei 79 milioni a disposizione per finanziare il bonus studenti da 60 euro per il trasporto pubblico un milione è dedicato alla progettazione della piattaforma informatica per la richiesta dei voucher.

La cifra è stratosferica rispetto al lavoro da fare. Per fortuna però, i soldi avanzati, come cita il decreto, saranno utilizzati per rifinanziare il fondo fino a esaurimento delle risorse.

Comunque, a progettare la piattaforma digitale saranno SOGEI e CONSAP. Su questo sito ci si potrà registrare per ottenere il bonus elettronico, che sarà a nome dello studente o del lavoratore che ne farà domanda.

Così come accaduto in passato, ipotizziamo che la richiesta sarà davvero intuitiva e facile: probabilmente bisognerà inserire i dati anagrafici e una auto-dichiarazione dove si certifica lo status di studente o lavoratore.

La piattaforma, secondo legge, dovrà essere online entro il 17 luglio. Insieme a essa arriverà anche il decreto attuativo, con il dettaglio dei requisiti e delle modalità di erogazione del bonus studenti da 60 euro.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp