Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus trasporti abbonamento settimanale?

Bonus trasporti abbonamento settimanale?

Bonus trasporti e abbonamento settimanale: è possibile? Vediamo quali sono le regole per utilizzare questo bonus.

di Romina Cardia

Gennaio 2024

Chiariamo se è possibile o meno utilizzare il Bonus trasporti e abbonamento settimanale (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Bonus trasporti e abbonamento settimanale: è possibile?

No, non puoi utilizzare il Bonus trasporti e abbonamento settimanale, ma solo per abbonamento mensile, annuale o plurimestrale.

Se hai usato il Bonus trasporti per acquistare abbonamenti, inoltre, puoi portare in detrazione il costo effettivo pagato, escludendo il valore del Bonus.

Tieni presente che la detrazione massima è di 250 euro. Ricorda quindi di dichiarare solo l’importo effettivo speso, quando presenti la tua dichiarazione dei redditi.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Niente Bonus trasporti e abbonamento settimanale: le altre regole

Oltre a non poter utilizzare il Bonus trasporti e abbonamento settimanale, ci sono altre regole da rispettare:

Bonus trasporti e docenti: quando spetta il contributo? Scopriamolo insieme.

Che cos’è il Bonus trasporti

Dopo aver chiarito che non è possibile richiedere il Bonsu trasporti e abbonamento settimanale, ricordiamo che cos’è questo bonus e a chi spetta.

Il Bonus trasporti, un aiuto economico del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims), offre un contributo massimo di 60 euro per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico e ferroviario nazionale.

Introdotto con il Decreto Aiuti 2022 per contrastare l’aumento dei prezzi del carburante causato dalla situazione in Ucraina, è disponibile per richieste personali o per beneficiari minorenni a carico.

Per il 2023, il Decreto Carburanti ha introdotto un nuovo Bonus trasporti, destinato a persone con reddito fino a 20mila euro (ridotto da 35mila).

Inizialmente dotato di 100 milioni di euro, il Consiglio dei Ministri del 25 settembre 2023 ha aggiunto ulteriori 12 milioni di euro.

Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha annunciato un ulteriore stanziamento di 35 milioni di euro il 30 ottobre, sommati alle risorse residue.

Agevolazioni docenti e Ata per i trasporti: vediamo quali sono le agevolazioni attive e quelle che dovrebbero essere attivate. Le reazioni del personale scolastico e dei sindacati.

Requisiti per il Bonus trasporti

La misura agevolativa è destinata a studenti, lavoratori e pensionati che utilizzano i servizi di trasporto pubblico o ferroviario nazionale e soddisfano i seguenti requisiti:

L’agevolazione può essere richiesta sia per il richiedente stesso che per un minore a carico, ad esempio, un genitore può farne richiesta per il figlio minorenne.

Il buono è personale e consente l’acquisto di un singolo abbonamento ai servizi di trasporto pubblico (locale, regionale, interregionale) e ferroviario nazionale, escludendo le classi di lusso. Prima di richiederlo, è consigliato verificare la lista dei gestori aderenti sul pdf del Ministero del Lavoro.

Per chi non è idoneo al bonus trasporti, è possibile dedurre il 19% delle spese per gli abbonamenti dalla dichiarazione dei redditi, con un limite massimo di 250 euro. Gli studenti possono usufruire della detrazione per le spese scolastiche.

Disability card e trasporti pubblici: scopri se puoi usare la carta per ottenere sconti sui biglietti dei trasporti pubblici e quali altre possibilità hai per risparmiare se sei una persona disabile.

bonus trasporti e abbonamento settimanale
bonus trasporti e abbonamento settimanale. Nella foto: persone salgono su un bus.

Importo del Bonus trasporti

L’importo richiesto non può superare i 60 euro e deve essere utilizzato entro il mese di emissione per acquistare abbonamenti mensili, annuali o plurimensili.

Il credito viene emesso con un codice univoco e può essere speso solo presso un gestore di trasporti pubblici.

Il bonus è nominativo, valido per un solo abbonamento, non cedibile e non costituisce reddito imponibile, né rileva per l’ISEE ai fini previdenziali o assistenziali.

Validità del Bonus trasporti

Il bonus è valido solo per il mese di emissione, anche se stai pensando di prendere un abbonamento annuale o mensile che inizia dal mese successivo.

FAQ sui bonus trasporti e mobilità

Quali sono i Bonus mobilità 2024?

Bonus mobilità 2024 ancora attivi sono:

Cosa sono le agevolazioni Trenitalia?

Trenitalia offre ai suoi utenti sconti e agevolazioni che variano a seconda dell’età e delle necessità. Per esempio, la Carta Verde è dedicata ai ragazzi tra i 12 e i 26 anni, mentre la Carta Argento si rivolge agli over 60. La Carta Blu, invece, può essere richiesta dalle persone disabili e vale anche per gli accompagnatori.

In cosa consiste l’Ecobonus auto elettriche e ibride?

L’Ecobonus auto elettriche e ibride è un incentivo che si rivolge a tutti i cittadini, senza limiti di ISEE e reddito, che desiderano acquistare auto a basso/zero impatto ambientale di nuova immatricolazione. L’Ecobonus prevede diverse fasce di sconti, a seconda dell’auto acquistata (elettrica, ibrida o ICE) e della modalità d’acquisto.

Cos’è il Bonus pedaggi autostradali?

Il Bonus pedaggi autostradali consiste in un rimborso parziale delle spese sostenute per l’utilizzo delle autostrade. È rivolto alle imprese di autotrasportatori, ovvero quelle che svolgono attività di autotrasporto per conto di terzi. L’importo dell’agevolazione varia a seconda dell’ammontare complessivo delle spese sostenute e della classe di appartenenza del veicolo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp