Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus trasporti bambini

Bonus trasporti bambini

Bonus trasporti e bambini: quando spetta? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Gennaio 2024

In questo articolo parleremo di Bonus trasporti e bambini, per vedere come funziona e a chi spetta l’agevolazione (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Che cos’è il Bonus trasporti 2024?

Nel 2024 i fondi stanziati per il Bonus trasporti, che consiste in un voucher di 60 euro riservato ai cittadini con un reddito non oltre i 20.000 euro, sono stati rapidamente esauriti. Non si prevede, al momento, un rifinanziamento che possa garantire la continuazione di questa iniziativa.

Tuttavia, il 2024 introduce una novità nel settore dei trasporti: la Carta Dedicata a Te. Questa carta prepagata di Poste Italiane è destinata alle famiglie meno abbienti e può essere impiegata per l’acquisto di beni essenziali quali alimenti e carburante, ma anche per il pagamento di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come richiedere il Bonus trasporti 2024

Nel 2024 la Carta Dedicata a Te prevede un sistema di assegnazione automatica ai beneficiari qualificati, eliminando la necessità di presentare una richiesta formale da parte loro. L’INPS, in sinergia con le autorità locali, si impegna a identificare le famiglie in significativa difficoltà economica, per assicurare che il sostegno raggiunga chi ne ha maggior bisogno.

Il meccanismo di selezione dei beneficiari si basa sull’analisi dei dati ISEE. Nel 2023 alcune famiglie, che avevano inviato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) entro il 12 maggio e con un ISEE fino a 15.000 euro, erano state ritenute idonee a ricevere la carta.

Per il 2024 è probabile che il limite ISEE per accedere alla Carta Dedicata a Te resterà invariato rispetto all’anno precedente. Si consiglia dunque di presentare o aggiornare il proprio ISEE per il 2024 quanto prima, per assicurarsi di soddisfare le scadenze e i requisiti necessari per ottenere questo significativo supporto.

Bonus trasporti e bambini: quando spetta?

La Carta Dedicata a Te e quindi il nuovo Bonus trasporti non spetta a tutte le famiglie con reddito basso. Tuttavia, la presenza di bambini in un nucleo familiare con un ISEE 2024 non superiore a 15.000 euro dà molte possibilità di ottenere la Carta Dedicata a Te 2024.

Per garantire un’assegnazione equa delle carte, viene infatti redatta una graduatoria. Questa classifica considera il numero di persone in Italia che hanno inviato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per il calcolo dell’ISEE, con un valore massimo di 15.000 euro.

Nella formulazione della graduatoria, l’INPS attribuisce priorità ai nuclei con il valore ISEE più basso, con un numero di componenti pari o superiore a tre e con minori nel nucleo.

Pertanto, i nuclei familiari con bambini e con un ISEE fino a 15.000 euro si collocano in una posizione favorevole per ricevere la Carta Dedicata a Te, in particolare se rientrano tra le prime posizioni della graduatoria.

Quali requisiti deve avere il nucleo familiare?

La graduatoria per l’attribuzione della Carta Dedicata a Te 2024 terrà conto dei nuclei familiari con un ISEE 2024 non superiore a 15.000 euro. All’interno di questa fascia di reddito, la priorità nella graduatoria sarà determinata in base alla composizione del nucleo familiare, in questo modo:

Bonus-trasporti-e-bambini-sito
La normativa della Carta Dedicata a Te (2023) sul sito ufficiale del Ministero.

Quando scade il Bonus trasporti 2023?

I possessori della Carta Dedicata a Te 2023 e quindi del Bonus trasporti dell’anno scorso devono tener conto di date limite specifiche per l’attivazione e l’utilizzo dei fondi sulla carta:

Cos’altro si può comprare con il Bonus trasporti?

La Carta Dedicata a Te è un mezzo di supporto versatile, progettato per aiutare i beneficiari a far fronte a diverse spese essenziali. Questa carta non solo può essere usata come Bonus trasporti, ma amplia anche il suo raggio d’azione includendo il rifornimento di vari tipi di carburante come gasolio, benzina, diesel e metano. Riconoscendo inoltre l’importanza della sostenibilità ambientale, la carta permette anche la ricarica di veicoli elettrici, incentivando l’utilizzo di mezzi di trasporto eco-compatibili.

Per quanto riguarda l’alimentazione, la carta consente l’acquisto di una vasta gamma di prodotti alimentari. Questi prodotti, dettagliatamente elencati nell’allegato 1 del decreto attuativo, comprendono una varietà di articoli che sono i seguenti:

FAQ: Domande frequenti sulla Carta Dedicata a Te

Come controllare il saldo della Carta Dedicata a Te?

Puoi controllare il saldo residuo della Carta Dedicata a Te presso i Postamat, cioè gli sportelli ATM di Poste Italiane.

La Carta Dedicata a Te e la Carta acquisti sono la stessa cosa?

No! La Carta Dedicata a Te è una misura diversa rispetto alla Carta acquisti che spetta alle famiglie con specifici requisiti di ISEE, reddito, patrimonio mobiliare e immobiliare, con figli fino a 3 anni o familiari che hanno compiuto 65 anni. Per saperne di più puoi leggere questo approfondimento sulla Carta acquisti.

La Carta Dedicata a Te e la Carta risparmio spesa sono la stessa cosa?

Sì, la Carta Dedicata a Te è il nome ufficiale della prepagata. Quello che devi usare quando andare a ritirarla. In passato veniva chiamata Carta risparmio spesa.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Carta risparmio spesa (requisiti, come ottenerla e come utilizzarla):

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp