Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus trasporti febbraio 2024?

Bonus trasporti febbraio 2024?

È disponibile il Bonus trasporti di febbraio 2024? È possibile richiederlo? Ci sono delle agevolazioni alternative per risparmiare sul costo dei mezzi pubblici? Rispondiamo in questo approfondimento.

di Romina Cardia

Febbraio 2024

Ci chiediamo se esiste il Bonus trasporti di febbraio 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

È disponibile il Bonus trasporti di febbraio 2024?

La risposta è negativa: non è disponibile il Bonus trasporti di febbraio 2024. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha recentemente annunciato che, a causa dell’esaurimento dei fondi, non sarà più possibile richiedere il Bonus trasporti attraverso la piattaforma online lanciata nel 2022.

Questo aggiornamento è una conseguenza della Legge di Bilancio 2024, che ha eliminato il Bonus trasporti per l’anno in corso.

La nuova normativa ha drasticamente ridotto la platea dei beneficiari rispetto al 2022. Nel 2023, il Bonus trasporti da 60 euro, destinato inizialmente a chi aveva un reddito fino a 35.000 euro, è stato assegnato solo alle famiglie con ISEE inferiore a 15.000 euro già in possesso della Carta Dedicata a Te. Una significativa modifica rispetto all’anno precedente.

Il 1° dicembre 2023 è stata l’ultima data per presentare domanda e ottenere il Bonus trasporti.

Dopo questa scadenza, non è stato annunciato alcun nuovo click day per assegnare eventuali voucher non utilizzati a dicembre 2023. Pertanto, al momento, non ci sono ulteriori opportunità per richiederlo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Niente Bonus trasporti di febbraio 2024: e gli altri mesi?

Dal mese di agosto 2023 non era stato più possibile richiedere il Bonus trasporti poiché le risorse per il contributo si erano esaurite.

Tuttavia, a partire dal 1° settembre, studenti e lavoratori hanno avuto un’ulteriore opportunità per ottenere i voucher residui da 60 euro, quelli richiesti ma mai utilizzati.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attraverso un comunicato stampa, aveva annunciato la disponibilità di eventuali residui generati dal mancato utilizzo dei bonus.

Se altri voucher fossero rimasti una volta concluso il periodo di presentazione delle domande a settembre, questo meccanismo sarebbe stato ripetuto nei mesi successivi fino all’esaurimento del budget previsto per il bonus trasporti.

Per coloro che non hanno presentato domanda ad agosto, settembre, ottobre e novembre hanno avuto un’ultima possibilità a partire dalle ore 8.00 del 1° dicembre 2023.

Tuttavia, i voucher si sono esauriti in meno di due ore, e da allora un avviso sulla piattaforma informa che non è più possibile richiedere il Bonus trasporti a causa dell’esaurimento dei fondi disponibili.

Come abbiamo detto, il Bonus trasporti, non confermato dalla Legge di Bilancio, non potrà essere richiesto nel 2024. Sarà erogato come ricarica della Carta Dedicata a Te e spetterà solo alle famiglie con ISEE non superiore a 15.000 euro.

Resta ancora da chiarire come e entro quali termini sarà possibile ridistribuire i voucher residui erogati durante l’ultima fase di assegnazioni.

Carta Dedicata a Te e movimenti: come visualizzarli? Scopriamolo insieme.

Bonus trasporti di febbraio 2024 sulla Carta Dedicata a te

Il recente Decreto Energia (DL 131/2023) ha apportato importanti cambiamenti alla Carta Dedicata a Te, originariamente concepita con un saldo iniziale di 382,5 euro destinato esclusivamente all’acquisto di generi alimentari.

Grazie a queste modifiche, la carta si è evoluta, consentendo ora l’utilizzo dei fondi non solo per generi alimentari, ma anche per carburante e abbonamenti ai trasporti pubblici.

Questa espansione delle opzioni di spesa rende la Carta Dedicata a Te il nuovo Bonus trasporti 2024, offrendo un supporto più ampio e versatile alle necessità quotidiane.

Questa novità è particolarmente vantaggiosa per chiunque utilizzi mezzi di trasporto pubblici o necessiti di carburante, offrendo un ulteriore aiuto economico per coprire queste spese essenziali.

Carta Dedicata a Te e gasolio: si può acquistare? Scopriamolo insieme.

Bonus trasporti di febbraio 2024
Bonus trasporti di febbraio 2024. Nella foto: dei pullman.

Chi ha diritto al Bonus trasporti di febbraio sulla Carta dedicata a te

Nel 2024, la Carta Dedicata a Te, che ospita il Bonus trasporti, viene automaticamente assegnata ai beneficiari idonei senza richiesta formale.

INPS e autorità comunali collaborano per individuare famiglie in difficoltà economica. La selezione si basa sull’ISEE, come nel 2023, dove chi presentò la Dichiarazione Sostitutiva Unica entro il 12 maggio 2023 con ISEE sotto i 15.000 euro fu considerato idoneo.

Si prevede un requisito simile per il 2024, quindi è consigliabile richiedere l’ISEE di quest’anno il prima possibile per essere considerati. Assicurarsi che i dati ISEE siano aggiornati garantirà l’idoneità per la Carta Dedicata a Te del 2024.

Quando spetta la Carta Dedicata a te? Possono richiederla anche le persone disabili o le famiglie con una persona disabile nel nucleo familiare? Ne parliamo in questo approfondimento.

A chi non spetta il Bonus trasporti di febbraio 2024 sulla Carta Dedicata a te

La Carta Dedicata a Te, e quindi il Bonus trasporti 2024, non è erogabile ai nuclei familiari nei quali almeno un componente percepisce determinati tipi di redditi o benefici, che includono:

FAQ sui Bonus trasporti e mobilità

Quali sono i Bonus mobilità 2024?

I Bonus mobilità 2024 ancora attivi sono:

Cosa sono le agevolazioni Trenitalia?

Trenitalia offre ai suoi utenti sconti e agevolazioni che variano a seconda dell’età e delle necessità. Per esempio, la Carta Verde è dedicata ai ragazzi tra i 12 e i 26 anni, mentre la Carta Argento si rivolge agli over 60. La Carta Blu, invece, può essere richiesta dalle persone disabili e vale anche per gli accompagnatori.

In cosa consiste l’Ecobonus auto elettriche e ibride?

L’Ecobonus auto elettriche e ibride è un incentivo che si rivolge a tutti i cittadini, senza limiti di ISEE e reddito, che desiderano acquistare auto a basso/zero impatto ambientale di nuova immatricolazione. L’Ecobonus prevede diverse fasce di sconti, a seconda dell’auto acquistata (elettrica, ibrida o ICE) e della modalità d’acquisto.

Cos’è il Bonus pedaggi autostradali?

Il Bonus pedaggi autostradali consiste in un rimborso parziale delle spese sostenute per l’utilizzo delle autostrade. È rivolto alle imprese di autotrasportatori, ovvero quelle che svolgono attività di autotrasporto per conto di terzi. L’importo dell’agevolazione varia a seconda dell’ammontare complessivo delle spese sostenute e della classe di appartenenza del veicolo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp