Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus trasporti: dal primo settembre click day

Bonus trasporti: dal primo settembre click day

Bonus trasporti: dal primo settembre click day per ottenere il contributo da 60 euro sul costo dell'abbonamento.

di The Wam

Agosto 2022

Bonus trasporti: dal primo settembre click day per avere il contributo di 60 euro dedicato a lavoratori, studenti e pensionati. L’incentivo introdotto con il decreto Aiuti è stato ampliato. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Con il Bonus trasporti si potrà usufruire del contributo per gli abbonamenti mensili o annuali al trasporto pubblico locale, regionale, interregionale e per i servizi che riguardano il trasporto ferroviario nazionale.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

La condizione è che l’abbonamento venga acquistato entro il 31 dicembre del 2022. I fondi stanziati per questo contributo sono di circa 180 milioni.

Su questo stesso argomento puoi leggere Bonus trasporti dove si può usare, un focus su come chiederlo e un approfondimento sullo sconto per l’abbonamento di autobus e metro.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus trasporti: come si ottiene

Ma come si ottiene il bonus trasporti? Bisogna fare domanda sul portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. È necessario avere Spid o Cie (la Carta d’Identità Elettronica) e fornire tutte le informazioni necessarie sostitutive di autocertificazione.

Si deve anche indicare:

Il portale sarà presto disponibile e il ministero ne darà comunicazione.

A chi spetta

Ma vediamo a chi spetta il Bonus trasporti. Possono accedere a questo contributo le persone fisiche che nel 2021 non hanno superato un reddito complessivo di 35mila euro.

Il bonus può coprire anche il 100% della spesa. Il limite massimo per ogni cittadino ammesso al contributo è di 60 euro.

Può riguardare l’acquisito di:

Il bonus trasporti è riconosciuto per un solo abbonamento.

Non può essere richiesto per questi servizi

Non potrà essere richiesto per questi servizi:

Il bonus trasporti deve essere utilizzato entro il mese di emissione. Per farlo bisogna presentarlo alle biglietterie del gestore del servizio selezionato, che a sua volta accede al portale verificandone la validità.

Bonus trasporti per 3 milioni di persone

Il bonus trasporti è stato inserito nel decreto Aiuti Bis che il governo ha approvato il 4 agosto. In pratica sono state rafforzate le coperture della misura e questo ha consentito di conseguenza l’ampliamento della platea dei potenziali beneficiari.

C’è stato infatti un nuovo stanziamento da 101 milioni di euro. Stanziamento che ha permesso di raddoppiare le risorse per il 2022 che sono passate da 79 a 180 milioni.

Con questa cifra e considerano che il massimo erogabile a persona non può superare i 60 euro, questo contributo potrà essere erogato a tre milioni di persone.

Bonus trasporti: la campagna del ministero

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e delle Modalità Sostenibili ha lanciato una campagna informativa sul Bonus trasporti.

La misura è stata introdotta per aiutare le persone ad affrontare la crisi energetica e anche per promuovere una mobilità che non sia legata esclusivamente all’uso dell’auto.

La pubblicità del bonus trasporti ha questo slogan. “Bonus trasporti, un aiuto concreto”. È partita il 30 agosto su tutte le reti Rai.

Bonus trasporti: come funziona

Ricordiamo dunque come presentare la domanda.

La prima cosa è quella di registrarsi alla piattaforma www.bonustrasporti.lavoro.gov.it, dove bisogna fornire queste informazioni:

Bonus trasporti: il codice

La domanda deve contenere l’importo del buono richiesto rispetto alla spesa prevista e l’indicazione del gestore del servizio di trasporto pubblico.

Il buono viene emesso dal Portale ed è contrassegnato da:

Se il buono non sarà utilizzato, viene annullato e il beneficiario non potrà presentare un’altra domanda nello stesso mese, mentre l’importo rientra nella disponibilità del Fondo.

Bonus trasporti: più persone per famiglia

Sul bonus viene indicato il nominativo del beneficiario ed è utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento e non è cedibile. Questo significa che se in famiglia ci sono più persone che utilizzano i mezzi pubblici, ogni componente deve fare la propria richiesta, la cosa importante è rispettare i limiti di reddito necessari per averne diritto (35mila euro).

Per utilizzare il contributo, il beneficiario dovrà presentare al gestore del servizio di trasporto pubblico che è stato scelto. Sarà verificata la validità all’interno del Portale. Se il bonus è valido, l’operatore non potrà rifiutarsi di riceverlo come pagamento totale o parziale dell’abbonamento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp