Avellino, studente picchiato a scuola. Il padre: era in queste condizioni

2' di lettura

“Oggi è capitato a mio figlio (che per fortuna è forte), ma domani può capitare a qualsiasi altro ragazzo”. La denuncia arriva via facebook da Gianluca Forgione, ex assessore al Bilancio di Avellino con la giunta di Vincenzo Ciampi, e padre dell’alunno che, come The Wam vi ha anticipato, questa mattina è stato picchiato nel bagno del Convitto Nazionale Pietro Colletta. Si tratta di un tredicenne che – come emerge dal certificato medico postato dallo stesso Forgione – ha riportato un trauma all’occhio sinistro e all’arcata dentaria. (La foto di copertina è tratta da Google)

La denuncia via fb: studente picchiato a scuola

A picchiarlo – secondo una prima ricostruzione – un altro ragazzo di dodici anni. Anche se l’episodio deve ancora essere ricostruito nei dettagli. C’è chi parla di una lite fra ragazzi che è poi degenerata. L’unica certezza è che a chiamare i genitori è stata una professoressa della scuola. L’istituto ha infatti voluto smentire una ricostruzione arrivata in un altro post facebook, che faceva riferimento all’ennesimo episodio di bullismo. La dirigenza del Convitto – questo ha ribadito la scuola – di fatti simili non ha mai saputo nulla altrimenti sarebbe immediatamente intervenuta.

Il padre: contro ogni forma di bullismo

Forgione scrive: “La scuola dovrebbe essere innanzitutto un luogo sicuro ed educativo. Oltre che di formazione. Invece ecco quanto accaduto a mio figlio… dopo averlo lasciato, come ogni mattina, tra le mura di un istituto scolastico della città, sono andato a riprenderlo per accompagnarlo all’ospedale in queste condizioni. Oggi e’ capitato a mio figlio (che per fortuna e’ forte), ma domani potrebbe capitare a qualsiasi altro ragazzo. Tutte le istituzioni devono fare la propria parte per prevenire e reprimere fenomeni di bullismo… diversamente ognuno ha fallito”.

“Un episodio simile – aggiunge – non può essere derubricato a lite. Con un ragazzo di tredici anni e mezzo che ha riportato delle lesioni a scuola”.

Dall’istituto, diretta dalla presidente Maria Teresa Brigliadoro, chiariscono di essersi attivati immediatamente, questa mattina, quando hanno appreso dell’accaduto. Nei prossimi giorni ci sarà anche un consiglio straordinario in cui si deciderà che provvedimenti prendere nei confronti dell’alunno che ha picchiato il coetaneo. La preside, nonostante mentre vi scriviamo non sia stata ancora formalizzata alcuna denuncia, si è recata in Questura. Per chiarire la posizione dell’istituto e ribadire come non ci sia stato alcun comportamento omissivo da parte dell’istituto.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie