Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Buoni spesa molto convenienti nel 2020. Raddoppia la quota non tassata

Buoni spesa molto convenienti nel 2020. Raddoppia la quota non tassata

Nel Decreto agosto è stato portato a 516,46 l'importo non soggetto a imposte per benefici che includono anche i buoni carburante e l'utilizzo di auto aziendali

di The Wam

Agosto 2020

Buoni spesa e buoni carburante: buone notizie per i lavoratori. L’importo non tassabile dei benefici per i dipendenti passa da 258,23 euro a 516, 46 euro solo per il 2020. Una novità introdotta dal Decreto agosto che riguarda anche compensi come l’uso di auto aziendali, cellulare aziendale, alloggio.

Buoni spesa: raddoppia la quota esentasse

Una quota di questi buoni spesa e buoni carburante non rientra nel reddito imponibile e non si applica quindi la tassazione Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche). Ora la “quota libera” raddoppia per il 2020. Questo per agevolare i lavoratori che ricevono i benefici e che magari li utilizzano per spese importanti come quelle legate ai prodotti alimentari per la famiglia.

C’è un aspetto importante, però, da tenere a mente. Se viene superata questa somma (516,46 euro), l’intera quota verrà tassata. Un esempio pratico, se i buoni spesa ricevuti ammontano a 720 euro, l’intera cifra verrà sottoposta a imposte e non solo 203,54 euro (720 – 516,46).

Le scadenze

I benefici, che rientrano in questa agevolazione, devono essere erogati entro il 12 gennaio 2021: per una regola di attribuzione figurativa (per la quale si ha comunque diritto di applicare l’agevolazione).

Altri bonus utili: Bonus con famiglie con basso Isee, tutti i bonus per madri e casalinghe, tutti i bonus per anziani

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp