Busta paga più alta e meno contributi: “nuova” tredicesima?

Busta paga più alta e meno contributi. Scopri chi ci guadagnerà di più e quante sono le mensilità modificate dalla decontribuzione.

4' di lettura

Busta paga più alta con meno contributi da versare, è in arrivo una “nuova tredicesima” divisa in sette mensilità? Scopriamo insieme come cambieranno gli importi (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo chi ci guadagna di più in base al reddito grazie al nuovo taglio del cuneo fiscale che partirà da ottobre.

Indice

Meno contributi e busta paga più alta: la ricetta Draghi

Poco dopo le elezioni del prossimo 25 settembre in Italia entrerà in vigore uno dei provvedimenti più importanti ideati dal governo Draghi per aiutare i lavoratori a fronteggiare la crisi economica causata dall’inflazione.

Scopri la pagina dedicata alle offerte di lavoro e ai diritti dei lavoratori.

Palazzo Chigi ha infatti stabilito che da ottobre a dicembre entrerà in vigore una decontribuzione del 2 per cento per tutti i lavoratori dipendenti con un reddito annuo lordo fino a 35mila euro.

Questo provvedimento sarà applicato anche sulla tredicesima di fine anno. Dal 2023 invece, toccherà al nuovo governo prorogare questa misura o idearne altre per aiutare le famiglie e i lavoratori.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Busta paga più alta e sgravio contributi: come cambiano gli stipendi

Vediamo insieme nel dettaglio come cambiano le varie retribuzioni in base al reddito annuo lordo dichiarato con il nuovo piano di contributi da versare allo Stato:

Reddito annuo lordoReddito annuo nettoBonus derivante dalla decontribuzione
del 2 per cento
Bonus derivante dalla decontribuzione
del 2 per cento all’anno
10mila euro8.933,97 euro7,11 euro al mese49,77 euro
12.500 euro10.697,46 euro8,88 euro al mese62,16 euro
15mila euro12.460,96 euro10,66 euro al mese74,62 euro
17.500 euro15.329,37 euro10,64 euro al mese74,48 euro
20mila euro16.837,41 euro12,16 euro al mese85,12 euro
22.500 euro18.345,45 euro13,68 euro al mese95,76 euro
25mila euro19.918,49 euro15,20 euro al mese106,40 euro
27.500 euro21.426,53 euro16,71 euro al mese116,97 euro
30mila euro22.934,58 euro18,23 euro al mese127,61 euro
32.500 euro24.273,66 euro16,90 euro al mese118,30 euro
35mila euro25.563,49 euro18,20 euro al mese127,40 euro
Busta paga più alta e sgravio contributi: come cambiano gli stipendi

Busta paga più alta e sgravio contributi: le mensilità sono 7!

Come hai potuto notare dall’ultima colonna della tabella precedente, la decontribuzione sarà valida per sette mensilità.

Questo significa che il provvedimento voluto dal governo Draghi ha valore retroattivo, in particolare a partire da luglio 2022. Come avevamo anticipato poi, nei sette stipendi con lo sgravio contributivo rientra anche la tredicesima di fine anno.

Sottolineiamo che questa agevolazione è valida sulla tredicesima anche se quest’ultima viene corrisposta spalmata su diverse mensilità. La decontribuzione invece non si applica su un’eventuale quattordicesima e su tutti gli altri pagamenti oltre le sette mensilità stabilite.

Busta paga più alta e sgravio contributi: tutti gli importi
Busta paga più alta e sgravio contributi: tutti gli importi

Busta paga più alta con meno contributi: chi ci guadagna di più?

A guadagnarci di più in termini economici di aumenti sono coloro che hanno redditi annui lordi oltre i 30mila euro.

Leggendo la tabella lo si capisce con molta facilità. Per fare un esempio, chi guadagna tra i 10mila e i 20mila euro all’anno beneficerà di uno sgravio tra i 7 e i 12 euro al mese.

Coloro che invece si ritrovano con un reddito annuo lordo oltre i 30mila euro, guadagnano in busta paga circa 18 euro in più.

La misura quindi, oltre a non portare chissà che variazione di stipendio nelle tasche degli italiani, non aiuta in modo mirato le categorie più deboli diventando di fatto molto discutibile.

Potrebbero interessarti anche:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie