Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Mutui e Prestiti / Cancellazione Crif dopo saldo e stralcio: come funziona

Cancellazione Crif dopo saldo e stralcio: come funziona

Cancellazione Crif: vediamo insieme come eliminare il tuo nominativo dalla banca dati dopo il saldo e stalcio del debito.

di The Wam

Ottobre 2021

Cancellazione Crif: in questo articolo scopriamo insieme come eliminare il tuo nominativo dalla lista dei cattivi pagatori dopo il saldo e stralcio del debito (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

INDICE

Saldo e stralcio per cancellazione Crif

Avere debiti non saldati nei confronti di un istituto bancario o altro ente di credito non è mai una bella situazione.

Se aggiungiamo inoltre il forte disagio di essere segnalati come cattivi pagatori all’interno del sistema di informazioni creditizie del Crif, il quadro diventa particolarmente sconveniente.

Le possibilità di ottenere nuovo credito scendono notevolmente e le procedure di recupero possono metterci in difficoltà.

Che fare allora?

Una delle soluzioni possibili è quella di arrivare a un accordo con l’istituto di credito tramite il saldo e stralcio.

Attraverso questa modalità di rimborso, il debitore si impegna a versare all’ente un importo complessivamente inferiore a quello dovuto, ma in tempi ristretti.

Questo permetterà al debitore di regolarizzare la propria posizione.

In questo modo potrai liberarti delle incombenze fiscali pagando una somma inferiore a quella dovuta e allo stesso tempo il creditore otterrà un importo che possa soddisfare le più imminenti necessità creditizie, evitando le procedure più lunghe.

Inoltre, il pagamento con saldo e stralcio permette di contenere le ripercussioni causate dalle segnalazioni negative nel sistema Crif.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Cancellazione Crif: come fare

Dopo aver raggiunto con il creditore un accordo di saldo e stralcio, ti sarà quindi possibile richiedere l’eliminazione dei tuoi dati dalla lista di cattivi pagatori.

Ma come fare per ottenere la cancellazione Crif?

Se il pagamento a stralcio è stato portato a termine a seguito di una segnalazione nella banca dati Crif, occorrerà attendere 36 mesi dalla regolarizzazione della posizione (e quindi dal pagamento) per ottenere l’eliminazione dei dati.

Dopo questo periodo, la cancellazione sarà automatica e non avrai bisogno di avviare nessuna richiesta specifica.

In sostanza quindi in questo periodo non potrai richiedere la cancellazione dell’iscrizione al database neppure tramite l’apposito modulo, ma non tutto è perduto.

Nell’attesa che trascorrano i 36 mesi, il debitore può richiedere una liberatoria all’istituto di credito che dimostri la sua posizione.

Con tale documento potrà rivolgersi ad altri enti di credito per ottenere nuovi finanziamenti anche prima che sia trascorso il periodo di tempo necessario alla cancellazione.

Se invece l’accordo di saldo e stralcio con il creditore viene raggiunto prima che la segnalazione al Crif sia stata registrata, è possibile evitare che il tuo nominativo sia inserito tra quelli dei cattivi pagatori.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi su come ottenere la cancellazione Crif con saldo e stralcio, non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp