Peculato, cancelliere irpino torna libero e a lavoro al Comune
Cronaca⚡ Vai in versione lampo ⚡

Peculato, cancelliere irpino torna libero e a lavoro al Comune

0
1' di lettura

Scarcerato il cancelliere di Quindici, F.G., che era  finito ai domiciliari con l’accusa di peculato e di aver utilizzato bolli contraffatti su alcune istanze, mentre svolgeva il suo lavoro negli uffici del giudice di pace di Lauro.

Peculato: l’indagine sul cancelliere

I giudici del Riesame di Napoli hanno accolto il ricorso curato dagli avvocati Carolina Schettino e Annibale Schettino. L’indagine, condotta dal sostituto procuratore Cecilia De Angelis (risale al 2014), si basa sull’analisi di un vasto numero di documenti che riguardano centocinquanta procedimenti civili. Oltre 23 mila gli euro che sarebbero derivati dall’alterazione di valori bollati posti sui documenti dall’indagato.

Scarcerato il cancelliere irpino

Attenzione puntata su quelle che sono ritenute lacune dell’indagine e sulla mancata attualità delle esigenze cautelari poiché l’indagine si riferisce al biennio 2012-2014.  La difesa ha provveduto a smontare i gravi indizi di colpevolezza relativa al materiale probatorio raccolto dall’accusa. Gli avvocati hanno anche ottenuto il reintegro del cancelliere nel suo vecchio lavoro al Comune di Quindici.

Commenti

Comments are closed.

Potrebbe piacerti anche