Cani anticovid in Italia: fiutano l’infezione in aeroporto

Cani anticovid in Italia: sono capaci di fiutare l'infezione da coromavirus in pochi istanti e anche negli asintomatici, si parte dall'aeroporto di Cuneo. I cani anticovid, o sniffer dog, hanno dimostrato una precisione del 95% nell'individuare l'infezione, ovvero più alta de un tampone, più veloce e a costo zero. In altri Paesi del mondo gli sniffer dog sono in azione da mesi.

Cani anticovid in Italia: fiutano l'infezione in aeroporto
Cani anticovid in Italia: sono capaci di fiutare l'infezione da coromavirus in pochi istanti e anche negli asintomatici, si parte dall'aeroporto di Cuneo.
3' di lettura

I cani anticovid arrivano in Italia e sono capaci di fiutare le persone contagiate dal coronavirus. Si parte con un progetto pilota nell’aeroporto di Cuneo, ma sono già una realtà consolidata in diversi Paesi del mondo: in Francia e negli Emirati Arabi Uniti in particolare. Ma anche in Finlandia, dove nell’aeroporto di Helsinki da diversi mesi è in azione una squadra di cani anticovid, annusano i passeggeri che transitano nello scalo del Paese scandinavo.

I responsabili dell’iniziativa

A Cuneo l’iniziativa è stata promossa dalla I-SEC Italia, una società che è specializzata nei servizi di sicurezza aeroportuale. Ed è portata avanti in collaborazione con la Nose Academy Oy, una start up di ricerca scientifica specializzata nell’addestramento dei cani e che è responsabile proprio del progetto che si sta portando avanti a Helsinki.

La fase di addestramento dei cani che saranno impiegati in Italia è molto avanzata. Gli animali sono stati messi a disposizione dai carabinieri e dall’Avs Oslj Amici volontari soccorso di Milano.

Il servizio dei cani anticovid può partire a febbraio

L’obiettivo è quello di attivare il servizio da febbraio.

«Possiamo dare il nostro contributo alla ripresa in sicurezza del trasporto aereo – ha dichiarato Anna Milanese del Cuneo Airport – offrendo uno screening rapido ed efficace per tutti i passeggeri che vorranno sottoporsi al test»,

I cani anticovid sono stati ribattezzati sniffer dogs, in Francia sono una decina, e il progetto – partito già in primavera – è gestito dalla Nosais-Covid-19.

Possono riconoscere tumore, diabete e Parkinson

Non è per nulla sorprendente che i cani siano in grado di annusare e scoprire delle patologie mediche. Sono già capaci di scovare il tumore, il diabete e il Parkinsons. Ora dopo mesi di sperimentazione i cani, al termine di un periodo di addestramento, sono in grado di capire se una persona è stata infettata dal coronavirus, anche se non presenta sintomi.

In altri Paesi gli studi sono ancora in corso. Si lavora in questa direzione anche in altre zone d’Italia (oltre al progetto piemontese). La Medical Detection Dogs di Novate Milanese è avanti con la sperimentazione, la società è già esperta nell’utilizzo dell’olfatto canino per la diagnosi precoce del tumore.

Affidabilità del 95% e risultato immediato

I cani anti covid hanno dimostrato di riconoscere il coronavirus con una affidabilità del 95%. Per intenderci, una precisione più alta di un tampone naso faringeo, molto meno costosa (solo l’addestramento del cane) e quasi immediata.

I cani antidog sono in grado di rilevare l’infezione annusando il sudore prelevato ai passeggeri, ma anche fiutando direttamente le persone.

L’addestramento di un cane anticovid

Per addestrare un cane anticovid è necessario un mese. La tecnica è molto simile a quella utilizzata per i cani antidroga. Viene insegnato agli animali a fermarsi lì dove “sentono” l’infezione. Quando lo fa bene viene premiato. I campioni con il virus vengono poi cambiati di posizione, mischiandoli con altri non infettati e ogni volta che li trova c’è il premio e si va avanti.

In tutto il mondo l’olfatto del cane in ambito sanitario è testato da anni, per contrastare la pandemia i cani anticovid potrebbero dare un importante contributo. Il governo fino a oggi ha deciso di non investirci un euro. Forse con la sperimentazione nell’aeroporto piemontese si potrebbe invertire la tendenza.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie