Avellino Calcio – Capuano: "Monopoli gara difficile, ci proviamo"

Eziolino Capuano, presenta la gara contro il Monopoli.

2' di lettura

Domani la sfida contro il Monopoli. L’Avellino Calcio è reduce da tre vittorie consecutive e contro la formazione pugliese si vuol continuare il trend positivo.

Eziolino Capuano, tecnico biancoverde, presenta in sala stampa presenta la gara di domani: “Andiamo a giocare contro una squadra che è la rivelazione piu importante del campionato. Molto forte con un bravissimo allenatore. Non c’è bisogno di enfatizzare le loro prestazioni. Noi siamo arrivati carichi alla gara di domani. L’assenza di Charpentier è un’assenza pesante. Non cerco alibi ma esterno quello che penso. Le mie dichiarazioni vengono utilizzate per fare il giro del web. Cercheremo di non essere la vittima sacrificale domani. Vogliamo giocarci la partita come abbiamo sempre fatto. Solo contro la Casertana la gara non mi è piaciuto e l’ho ribadito più volte. “

Assenti: “Io penso che un allenatore non debba esser masochista. La struttura e lo schema va applicato in base agli interpreti. Se vengono a mancare dei punti di riferimento devi rivedere qualcosa. Noi domani arriviamo molti corti ma del resto si sapeva che avevamo una rosa corta. Stiamo lavorando bene nonostante i miei ragazzi vadano in campo sempre malconci.

Monopoli: “Non so se la giocheremo alla pari ma faremo il possibile. Abbiamo lavorato su i loro punti deboli. Abbiamo studiato ogni valutazione possibile. Se non fosse per la Reggina questa squadra sarebbe prima. Le partite sono condizionate dagli episodi.”

Nuova società:“Non parlo della società. Ho un ottimo rapporto con tutti i componenti dello staff dirigenziale. Di Somma è sempre stato da solo in ogni situazione. Nelle difficoltà si è dimostrato capace di assumersi le proprie responsabilità. La nuova proprietà si è presentata bene dimostrando solidità economica e serietà. Io frequento la parte sinistra del Partenio, non gli uffici. Sono servo di questa maglia e la rispetterà sempre.”

Ginestra:“Io vivo il calcio in emozione continua. Non ho mai fatto teatro o circo. Esterno quello che provo ad ogni gara. È un mestiere difficile il mio. In trent’anni nessuno potrà dirmi che non sono mai stato corretto. Avellino è stata vittima di porcherie calcistiche. Io voglio enfatizzare l’alto sentimento del tifoso dopo tutte queste porcherie che sono avvenute in società. Su Ginestra posso dire che ha enfatizzato il proprio ruolo. Se voleva dire questo ha fatto una caduta di stile. Non si può offendere un gruppo di giocatori, poi vuol dire che so scarsi se fa certe dichiarazioni. Ma se non erro siamo vicini a loro in classifica. È un ragazzo intelligente e serio.”

Gestione vittorie: “Sono soddisfatto per come si è allenata la squadra. Nonostante il diluvio i ragazzi si sono mossi bene. La gestione della sconfitta è piu facile rispetto alla vittoria con i giovani. Bisogna mantenerli con i piedi a terra quando hai tanti giovani in squadra. Non esistono gerarchie in campo. Chi si allena bene entra. Esiste la meritocrazia.”

Giovani: “Stanno crescendo bene, migliorando le proprie prestazioni. Vedo un gruppo crescere sempre di piu ad ogni gara. Ho visto dei grandi miglioramenti dal mio arrivo.”

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!